Elite, Jaime Lorente e Ester Exposito a TvBlog: " I fan più calorosi? In Italia!"

Blogo ha intervistato due protagonisti di Elite (Nano e Carla) presenti al Festival delle Serie Tv di Milano

"La mia vita è cambiata tantissimo!" un'entusiasta Jaime Lorente Nano di Elite e prima ancora Denver de La Casa di Carta ci ha raccontato come dopo il successo della serie la sua vita abbia preso una piega decisamente più movimentata "e i fan più calorosi li ho trovati in Italia!".

In apertura di articolo trovate l'intervista realizzata nel corso del Festival delle Serie Tv a Milano con due dei protagonisti della nuova serie tv spagnola di Netflix Elite, Jaime Lorente e Ester Exposito.

Abbiamo chiesto ai due ragazzi quanto pensino che i giovani spagnoli ma anche quelli degli altri paesi possano ritrovarsi nei personaggi di Elite:

Jaime: io credo che tanto. Non solo i giovani spagnoli ma i giovani del mondo. Credo che tratti dei temi molto attuali, reali, e c’è una connessione forte tra persone con età differenti. Credo che ognuno possa simpatizzare con un personaggio perché si raccontano storie vere.
Ester:  inoltre si sentono identificati perché nella serie questi temi vengono trattati con serietà, non vengono banalizzati, o trattati superficialmente. Per noi i problemi degli adolescenti hanno la stessa importanza dei problemi che possono avere gli adulti. Inoltre, credo che sia i giovani sia gli adulti si possano sentire identificati soprattutto nella relazione genitori/figli, per vedere la vita dalla prospettiva dei figli, di come si sentono quando non raggiungono gli obiettivi previsti dai genitori e viceversa, i genitori possono vedere che anche i figli devono essere liberi di scegliere cosa fare nella loro vita.

elite intervista

Reduce dal successo de La Casa di Carta Jaime Lorente ci ha raccontato come la sua vita sia cambiata dopo la distribuzione internazionale della serie tv

Jaime: mi piace tantissimo questa domanda! La mia vita è cambiata tantissimo, nel bene, il
mio lavoro si conosce, si riconosce, la mia faccia è conosciuta in tutto il mondo… ormai l’ho
interiorizzato, lo vivo come qualcosa di normale ma non lo è! È incredibile.
I fan più caldi li ho incontrato in Italia, perché l’Italia è calda, come me. Poi in Brasile,
Argentina, in tutto il mondo in realtà.

Il personaggio di Ester Exposito, Carla è una ragazza divisa tra il suo ragazzo e uno dei nuovi arrivati, le abbiamo chiesto come si sia trovata ad interpretarla

Ester: non vedevo l’ora di interpretare Carla perché sin dalla prima lettura del copione il personaggio mi era piaciuto immediatamente. Poi, man mano che ci lavoravo, che giravamo, mi sono affezionata tantissimo a lei, posso giustificare qualsiasi cosa che fa, la amo. Siamo una persona sola quando la interpreto. È un personaggio che sento molto mio, probabilmente perché ho avuto la possibilità di lavorarci tanto sopra, per tanto tempo, e non so se mi sono mai trovata in una situazione simile, però mi ritrovo nelle sue ambizioni, nella sua lotta contro i pregiudizi. Anche perché io ho 18 anni quindi sono ancora un’adolescente.

Elite racconta la vita di un gruppo di ragazzi che studiano alla scuola di Las Encinas, un istituto esclusivo dove studiano l'elite della società ma dove arrivano tre ragazzi della classe economica più bassa a seguito del crollo della loro scuola per alcuni problemi strutturali. Il loro arrivo stravolge gli equilibri interni all'istituto, non tutti li accolgono nel migliore dei modi e quando un omicidio romperà la quiete, saranno i primi sospettati. Ma sarà davvero così? quali segreti nascondono i ragazzi?

  • shares
  • Mail