I Medici 3, iniziate le riprese: Francesco Montanari sarà Savonarola

Iniziate le riprese de I Medici 3, che vedrà nel cast anche Francesco Montanari, nei panni di Girolamo Savonarola

Un cacciatore alla corte de I Medici. Così sarà, secondo quanto scrive Variety, nella terza stagione della serie tv co-prodotta da Rai Fiction e Lux Vide, che vedrà entrare nel cast Francesco Montanari, reduce dal successo de Il Cacciatore su Raidue (che gli è valso anche un premio a Canneseries).

A Montanari dovrebbe toccare un ruolo di grande rilievo nel terzo capitolo della saga, la cui seconda stagione debutterà dal 23 ottobre su Raiuno (mentre all'estero sarà disponibile su Netflix). L'attore, infatti, interpreterà Girolamo Savonarola, il predicatore che, a fine Quattrocento, si scaglio contro la Firenze dei Medici, profetizzando grandi sciagure per la città, di cui divenne figura di riferimento dopo la cacciata della famiglia fiorentina nel 1494.

Come noto, la terza stagione de I Medici sarà in realtà una continuazione della seconda, che racconterà l'ascesa di Lorenzo il Magnifico (interpretato da Daniel Sharman) che, stando alle parole di Luca Bernabei, amministratore delegato della Lux Vide, "è diventato un uomo che dovrà combattere contro i propri demoni e difendere Firenze da nuove minacce interne ed esterne".

Tra queste minacce, il continuo malcontento della popolazione, spinta nell'esprimere il proprio disappunto proprio da Savonarola. La terza stagione de I Medici, così come le prime due, sarà prodotta, oltre che da Rai Fiction e da Lux Vide, anche dalla Big Light Productions di Frank Spotnitz, creatore dello show, e da Altice Group, mentre la distribuzione internazionale è stata affidata alla Beta Film.

"Vogliamo raccontare una storia che catturi la maestosità del Rinascimento così come le tragedie che i Medici hanno dovuto affrontare", ha detto lo stesso Spotnitz a proposito della terza stagione. "Ci sarà ovviamente tutta la bellezza del nostro Paese, di Firenze, della sua storia, della sua cultura e tutto il racconto della complessità umana, a partire dalla figura di Lorenzo, che ai tempi era una vera star", ha aggiunto Bernabei. "Vogliamo raccontare la storia di come fu rivoluzionario, visionario, ed anche la modernità di un uomo che ha saputo come usare la bellezza come strumento di comunicazione".

La terza stagione, le cui riprese sono appena iniziate negli studi di Formello (Roma), vedrà anche un cambio alla regia: dopo Sergio Mimica-Gezzan e Jon Cassar, dietro la macchina da presa ci sarà infatti il regista canadese Christian Duguay.

  • shares
  • Mail