Maurizio Costanzo contro il Grande Fratello: "Una finestra nella discarica"

Critiche nei confronti del reality condotto da Barbara d'Urso

maurizio-costanzo-7866.jpg

Da sempre senza peli sulla lingua, Maurizio Costanzo non si è smentito neanche stavolta davanti all'argomento Grande Fratello. Il giornalista e conduttore che per anni nelle sue storiche edizioni di Buona Domenica ha campato anche con i volti del padre di tutti i reality show, stavolta si è voluto levare qualche sassolino dalla scarpa dalle pagine di Libero.

Saranno stati gli ultimi avvenimenti verificati nella casa, tra l'aggressione ad Aida Nizar, costata la squalifica al concorrente italo/senegalese Baye Dame, le offese che Luigi Mario Favoloso ha rivolto all'esuberante spagnola e l'intervento del Moige, ma Costanzo non l'ha voluta toccare piano per nessuna ragione, affermando:

Il grande regista Alfred Hitchcock nel 1954, firmò un film dal titolo La finestra sul cortile. Fu un grande successo. Come lo è adesso il Grande Fratello, che si potrebbe chiamare "La finestra sulla discarica".

La spazzatura a cielo aperto, questo il quadro (più che chiaro) del giornalista che, tanto per aggiungere peso alla critica, lancia sul filo della provocazione un chiaro invito a guardare la fiction dedicata ad Aldo Moro, interpretato da Sergio Castellitto, a 40 anni di distanza dall'uccisione del presidente della Dc e che andrà in onda il prossimo martedì 8 maggio in prima serata su Rai1, guardacaso proprio in concomitanza con la quarta puntata del GF.

  • shares
  • Mail