J-Ax a Blogo: "Ho cambiato idea su The Voice, ecco perché. Sorci Verdi una Caporetto" (video)

J-Ax spiega perché è tornato a The Voice. Intervista video.

Giovedì 22 marzo torna su Rai2 The Voice of Italy con una quinta edizione completamente rinnovata. C'è solo J-Ax a garantire la continuità con il passato: "Non voglio fare confronti con le precedenti stagioni, anche perché il mio stato emotivo è completamente diverso. Devo dire che adesso sono lucido e calmo, prima ero completamente frastornato dal mondo attorno a me perché erano le prime esperienze televisive", ha dichiarato a margine della conferenza stampa, per poi svelare le dinamiche della giuria: "Cristina Scabbia e Francesco Renga si danno addosso. Io sono sempre il solito amabile cazzone. Al Bano sarà in una veste inedita perché fa delle cose che normalmente non fa".

Ma cosa ha fatto cambiare idea al rapper che nel 2015 lasciò la produzione sbattendo la porta? "Sono meno disposto a serbare rancore. Le cose che non mi andavano bene del format The Voice sono state cambiate. Ho provato nostalgia per la Rai che mi ha accolto in un momento difficile per me, quando tutta Italia mi dava contro perché ero quello che cantava della marijuana. Tutte le maestranze mi sono mancate e ho capito che in famiglia si litiga ma poi si fa anche pace".

Merita un capitolo a sé l'esperienza di Sorci Verdi:

"Dopo quello che mi avete detto, voi compresi, col cazzo che torno a farlo (ride, ndr). C'è un problema legislativo per poterlo fare. Tutti i contenuti che mi ero preparato negli anni non potevano essere trasmetti perché non c'è una legge che tuteli il diritto di satira e la Rai ovviamente non potevano proteggermi per eventuali querele [...] Il contenitore è stato completamente svuotato di quello che volevo dire. In più mi hanno cambiato la durata: da venti minuti a un'ora e mezza [...] C'ho impiegato tantissimo a mettere già il mio contratto. Ho quindi iniziato a lavorarci solo un mese prima della messa in onda [...] Ed è per questo che mi avete visto leggere il gobbo come un imbecille. Venti minuti potevo anche memorizzarli in un mese, ma non un'ora e mezza. E' stata un'esperienza che mi ha debilitato, mi ha fatto venire un esaurimento nervoso ed è stato complice del mio litigio con La Talpa (società di produzione anche di The Voice, ndr). E' stata una Caporetto". Però è fiero che da Sorci Verdi siano esplosi Fabio Rovazzi, Michela Giraud, Claudio Colica. "Tutti ne hanno goduto, tranne il sottoscritto", dice prima di ricordare l'appuntamento per l'estate con il concerto di San Siro insieme a Fedez.

 

  • shares
  • Mail