Tiki Taka, lo spettacolo diretto da Pardo funziona anche all’ennesima replica

Tiki Taka, torna il talk di seconda serata di Pierluigi Pardo. La recensione della prima puntata

Tiki Taka resta uguale a se stesso anche nella quinta edizione. Pierluigi Pardo conduce con maestria quasi due ore e mezza (troppe, troppe!) di talk, con i soliti ritmi frenetici e ripetuti propositi di “altre mille cose” da vedere, commentare, analizzare (in effetti gli argomenti trattati sono molti, ma nella confusione finisce per perdersi qualche ospite, come Luca Telese, annunciato in apertura e mai palesatosi).

Il dibattito in alcuni tratti rischia di cadere in forzature e stereotipi, anche perché gli attori in scena sono sempre gli stessi e ben fissati nelle categorie del tifo: Mughini e Zampini per la Juve, Ordine per il Milan, Ferri per l’Inter, Auriemma per il Napoli.

Si conferma la capacità della trasmissione di Italia 1 di mescolare alto e basso, tra l’attentato di Barcellona (e il terremoto ad Ischia, avvenuto quando la registrazione della puntata era in corso) e shatush, wurstel e crauti by Melissa Satta. Il clima disteso resta comunque il punto di forza di un programma che in poco tempo è riuscito a restituire un certo tipo di identità alla rete che lo ospita.

Tiki Taka, prima puntata 21 agosto 2017

  • 23.31

    Emigratis è finito, a breve inizia Tiki Taka.

  • 23.32

    Pierluigi Pardo apre annunciando che la puntata è stata registrata prima del terremoto di Ischia.

  • 23.34

    Presentazione ospiti, poi “abbiamo mille cose” e lancio primo servizio.

  • 23.39

    Passa anche il crawl per spiegare che la puntata ora in onda è stata registrata prima del terremoto.

  • 23.42

    Dopo un primo giro di interventi degli ospiti-tifosi delle 5 grandi della Serie A, ecco il collegamento da Nizza per la gara di Champions del Napoli.

  • 23.42

    Auriemma snocciola dati statistici. Pardo accenna un “me cojoni”, il pubblico in studio impassibile.

  • 23.49

    Discussione su Balotelli, che affronterà il Napoli da avversario domani sera.

  • 23.52

    Si chiude la parentesi sul Napoli in Champions, si passa al Var.

  • 23.55

    Pardo affida a Mughini il commento all’attentato di Barcellona: “Continueremo a dire parole ovvie”.

  • 23.56

    Pardo chiude il primo blocco ricordando Gero Caldarelli, il mimo del Gabibbo scomparso ieri.

  • 23.56

    Pubblicità.

  • 00.04

    Giro di commenti sul debutto di Totti da dirigente in tribuna.

  • 00.05

    Servizio sulla Juve.

  • 00.07

    In collegamento l’allenatore della Spal Semplici.

  • 00.15

    “Perché gli allenatori sono tutti toscani?”.

  • 00.19

    L’editoriale di Sgarbi per la Spal, “la squadra di Ferrara”: “Si avvia a vincere lo scudetto”.

  • 00.21

    Moviola.

  • 00.27

    Zampini se la prende con i giornalisti che sui social se la prendono con la Juve. Riferimento all’ex opinionista Mediaset Pistocchi?

  • 00.33

    Pubblicità.

  • 00.42

    Al rientro in onda un servizio di dubbia utilità. Poi si torna alla moviola.

  • 00.49

    Servizio sull’Inter. Poi ancora calciomercato con Ceccarini.

  • 00.58

    Pardo chiede a Pantani quale imitazione lo ecciti di più.

  • 01.00

    Shatush, wurstel e crauti, con Melissa Satta che si infila in un discorso a rischio doppio senso.

  • 01.04

    Pubblicità.

  • 01.06

    Tiki Spy, ossia il servizio di gossip di Parpiglia.

  • 01.08

    Si parla anche di Bobo Vieri. E arriva, puntuale, il piano di ascolto sull’ex fidanzata Melissa Satta.

  • 01.14

    Ancora moviola.

  • 01.15

    Editoriale di Piero Chiambretti, tifoso torinista.

  • 01.18

    Capitolo Roma, tra il debutto in panchina di Di Francesco e quello in tribuna di Totti.

  • 01.21

    Intanto Luca Telese, annunciato a inizio puntata da Pardo, non si è ancora palesato.

  • 01.23

    Mughini: “Da ragazzo ero intelligente, stasera mi sento un po’ rincretinito”.

  • 01.28

    Pardo torna a fare il riferimento al terremoto di Ischia, stavolta durante la registrazione della puntata stessa.

  • 01.30

    L’editoriale di Brachino sull’attentato a Barcellona.

  • 01.35

    Ancora calciomercato. Puntata interminabile, come prevedibile e consuetudine.

  • 01.41

    Intanto Pistocchi risponde, via Twitter, a Zampini.

  • 01.46

    Pubblicità.

  • 01.49

    Inizia l’ultimo blocco.

  • 01.53

    Pardo ringrazia tutti gli ospiti, uno per uno. Quindi chiude la puntata tornando sul terremoto di Ischia.

  • 01.53

    Fine puntata, con una clip sulla Milano ritrovata. A breve la recensione di TvBlog.

Tiki Taka, al via la quinta edizione | Anticipazioni e ospiti

Stasera, lunedì 21 agosto 2017, parte in seconda serata (ore 23.35 circa) su Italia 1 la quinta edizione di Tiki Taka – Il calcio è il nostro gioco. Alla conduzione del talk show sportivo confermatissimo Pierluigi Pardo.

Il programma, prodotto dalla testata Videonews diretta da Claudio Brachino, vedrà come presenza fissa nel cast Melissa Satta (anche lei confermata). In studio (con pubblico, introdotto nella scorsa stagione) non solo protagonisti del mondo del calcio, ma anche a tifosi vip e giornalisti non sportivi che commenteranno il weekend, in un talk dove l’attualità dell’evento sportivo prova a mescolarsi alla riflessione sui grandi temi calcistici ed extra calcistici.

Su TvBlog il liveblogging della prima puntata stagionale.

Tiki Taka | Prima puntata 21 agosto 2017: ospiti

In occasione della prima puntata (visibile anche in live streaming sul sito ufficiale di Italia1) tra gli ospiti Riccardo Ferri, Graziano Cesari e lo scrittore Maurizio De Giovanni.

Ultime notizie su Tiki Taka

Tiki Taka - Il calcio è il nostro gioco è un talk show sportivo curato dalla testata giornalistica Sport Mediaset, che va in onda su Italia 1 il lunedì in seconda serata, condotto da Pierluigi Pardo, con la collaborazione di Melissa Satta.

Tutto su Tiki Taka →