Sandro Piccinini lascia Premium?

Divorzio sempre più vicino tra il telecronista e Premium

UPDATE ORE 11.10 Via Twitter arriva una parziale smentita di Sandro Piccinini.


2017-06-30_100100.png

Il sodalizio professionale tra Sandro Piccinini e Mediaset starebbe per arrivare al capolinea. Stando a quanto scrive Giancarlo Dotto su Dagospia, infatti, dopo 30 anni la voce storica del calcio delle reti di Berlusconi starebbe per cambiare aria. Si tratterebbe di un divorzio che per ora si materializzerà nella formula dei separati in casa:

Il condizionale è d’obbligo, solo perché la notizia non è ancora ufficiale. Piccinini lascerebbe Mediaset Premium, ma resterebbe a Mediaset, ancora per un anno, solo per le telecronache in chiaro della Champions, con la benedizione di Piersilvio Berlusconi. Come è noto, dalla stagione successiva, 2018-19, i diritti della Champions passeranno a Sky, con tutte le conseguenze del caso.



Dotto ricorda alcuni numeri di Piccinini a Mediaset: 2000 telecronache, 16 finali di Champions e 10 anni alla conduzione di Controcampo, il programma che mise in crisi la Domenica Sportiva targata Rai:

La nuova linea editoriale di “Premium”, comunicata di recente dallo stesso Piersilvio agli azionisti (formula più leggera, rinnovamento e contenimento dei costi, meno centralità al calcio, fino alla possibile rinuncia totale dei diritti) sta accelerando un finale di partita che era già nell’aria tra l’azienda e la sua voce copertina del pallone.

Intanto ci sarebbero novità anche per quanto riguarda due conduttori tra i più noti di Premium, ossia Mikaela Calcagno e Massimo Callegari. Non saranno alla guida dello studio che commenterà il campionato, ma saranno ricollocati diversamente sempre in ambito Premium: la Calcagno con un ruolo da definire, Callegari come telecronista.

  • shares
  • Mail