L’Onore e il rispetto 5, Gabriel Garko: “Bisogna dare uno stop prima che non piaccia più”

Garko sta girando un film in inglese… non crede più nella fiction? Intanto “è andato a letto” sul set con la donna dei suoi sogni

Gabriel Garko, oltre a tornare sulla questione del tapiro di Striscia – con cui ha appena fatto pace – mette le mani avanti sugli ascolti della prossima serie de L’Onore il rispetto. Intervistato da Silvia Toffanin a Verissimo, l’attore si è mostrato molto prudente e parco in quanto a lanci sensazionalistici:

“Questo è il più bell’Onore e rispetto che abbiamo fatto. Da una parte mi dispiace tanto che finisca, dall’altra – non voglio dire ‘sta frase perché non voglio portarmi sfiga da solo – Onore è stato comunque un must, una fiction a cui ho voluto tanto bene, che mi ha dato tantissimo e ha dato tanto al pubblico, è molto avvincente e le persone si sono lasciate trasportare… Però secondo me a un certo punto bisogna dare uno stop e questo stop va dato prima che non piaccia più e che la gente si stanchi. Siamo arrivati alla quinta… Non sto dicendo che non farò mai più l’attore, anche se tanta gente lo spera tanto”.

Garko ha commentato, con molta lucidità e autoironia, le critiche che girano sul suo conto (si riferiva anche al programma Sbandati?):

“So di essere non solo amatissimo, ma anche odiatissimo. Non mi incavolo più di tanto perché siamo in un’epoca particolare. Io ho cominciato quando non c’era Internet. Una volta succedeva che tu scrivevi un articolo, la gente aveva le proprie considerazioni e se le teneva per sé a casa, oggi sono diventati tutti giornalisti. Ci rimango male se qualche mio amico o mia amica mi dice una cosa pesante o brutta su quello che ho fatto – perché è una persona che mi conosce – ma, se me lo dice qualcuno che non mi ha mai visto, lascia il tempo che trova. Io so benissimo chi sono e come son fatto. E’ una constatazione di una persona che non mi conosce, non può dirmi che sono montato (ma magari lo sono)”.

In compenso ha imparato a gestire le conseguenze della sua grande popolarità:

“C’è differenza tra potere e fama. C’è troppo potere per poche persone. La fama è difficile da gestire, il potere lo gestisci perché una volta che ce l’hai è difficile che te lo tolgono. Io, quando sono a casa, cerco di far parlare il meno possibile di me, ho bisogno della realtà e dei veri amici per tornare a essere un ragazzo normale. Arrivare al successo è molto più facile che gestirlo, riuscire a rimanere su tanto è difficilissimo. Ti guardano sempre con la lente di ingrandimento, adesso sono in un periodo in cui me ne sbatto”.

Tornando a L’Onore e il rispetto, l’attore ha raccontato un aneddoto molto gustoso:

“La cosa più divertente di questa serie? Io da piccolo avevo il sogno di una donna, Bo Derek. Era il mio mito. Trovarmela sul set è stato un mezzo infarto. Trovarmela a letto… La scena in cui dovevamo fare l’amore l’ho stoppata perché mi sono agitato. Gliel’ho detto. Ci siamo messi a ridere e poi abbiamo continuato, però è stato molto bello”.

Qual è il futuro professionale di Gabriel Garko? A quanto pare comincia ad allontanarsi dalla fiction…

“Ho interpretato un ruolo comico a teatro. Ora sto girando un film in inglese e studio come un pazzo. Tutte le volte in cui vado all’estero ho una grandissima voglia di tornare in Italia perché non esiste un altro Paese come il nostro. C’è un ma: ultimamente non mi piace più. Sta diventando un Paese dove non è facile vivere: a me dispiace tantissimo, noi dovremmo vivere di rendita solo per il turismo e non capisco perché c’è sempre qualche ingranaggio che si incastra. Abbiamo tutto quello che nessun altro ha”.

Ultime notizie su Verissimo

Tutto su Verissimo →