Ultimo 4 – L’occhio del falco: riassunto seconda parte di martedì 8 gennaio

Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte

Ultimo 4 - L'occhio del falco, seconda parte - riassunto e foto: Ultimo (Raoul Bova) e la squadra proseguono le indagini su Murace (Ivan Castiglione, qui la nostra intervista) e Polimeni (Gaetano Amato), decidendo di introdursi nell’ufficio di quest’ultimo, in uno dei suoi cantieri, per mettere delle microspie. Giusto in tempo per riprendere, il giorno seguente, una riunione dei boss dei clan, scoprendo che sta per arrivare un’ingente quantità di rifiuti tossici che Polimeni intende smaltire in mare.

Il colonnello decide di far infiltrare nel cantiere uno della squadra, perché possa sottrarre una chiavetta usb di Polimeni che contiene le mappe dei luoghi di stoccaggio, e Fulvio (Gianluca Gobbi), ancora provato da ciò che è accaduto a sua moglie, si offre volontario. Con un accorato appello il carabiniere riesce a convincere Ultimo, in un primo momento incerto, a lasciarlo andare.

Tutto sembra andare per il verso giusto, Fulvio riesce a prendere la chiavetta, ma poi decide di fare di testa sua e si leva il microfono che lo tiene in contatto con la squadra, deciso a farsi giustizia da solo. Avendo perso il contatto con il suo uomo, Ultimo decide di entrare nel cantiere per cercarlo. Nel frattempo Fulvio ha ferito uno degli uomini più fidati di Polimeni e lo porta via con sé.

Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte

Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte
Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte
Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte
Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte

Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte

Intanto nel cantiere Roberto trova una foto simile a quella lasciatagli da Francesca (Alessia Barela) prima di morire, che può forse essere la chiave di accesso per accedere a dei file criptati che contengono tutte le mappe dei luoghi di stoccaggio.

Fulvio invece ha portato a casa sua il criminale, lasciandolo ferito da solo in macchina, mentre lui controlla al pc la chiavetta. Mentre il carabiniere scopre che uno dei luoghi di stoccaggio è il lago vicino a casa sua, il malvivente, con un telefonino lasciato in macchina, chiama i suoi scagnozzi chiedendo aiuto e rivelando dove si trova. Come prevedibile, Fulvio viene preso di sorpresa e costretto a seguire i malavitosi.

Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte

Una telefonata del carabiniere a Ultimo, prima di finire in trappola, mette la sua squadra sulle sue tracce, ma potrebbe ormai essere tardi. Fulvio non si trova, di lui è rimasta solo la macchina, e gli altri capiscono che l’hanno portato via. Al colonnello spetta il difficile compito di andare da Maria in ospedale per comunicarle che suo marito è sparito.

La scientifica trova nel lago vicino a casa di Fulvio oltre 100 barili di rifiuti tossici, oltre ad un’auto con dentro tre cadaveri, probabilmente uomini uccisi per qualche regolamento di conti. Intanto il carabiniere viene tenuto prigioniero, e quando gli si presenta l’occasione tenta la fuga. Però gli va male, e viene colpito con un fucile da uno dei malviventi.

Ultimo, ancora all’oscuro della sorte dell’amico, fa visita a Murace e lo affronta, dicendogli che sa che i suoi uomini hanno Fulvio. Durante uno scontro fisico con il boss, il colonnello gli attacca alla giacca una cimice, per poi seguirne gli spostamenti una volta che si sarà allontanato.

Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte

Il piano funziona, e mentre Ultimo segue Murace i suoi colleghi bloccano il convoglio dei tir che trasportano i rifiuti tossici, dopo un conflitto a fuoco. Il boss però si accorge della microspia e riesce a far perdere le sue tracce.

Il malvivente ferito da Fulvio viene ricoverato in ospedale, e così Ultimo scopre il triste destino dell’amico, trovando poco dopo nel bosco dove gli hanno sparato un cadavere bruciato. Non vuole credere però si tratti di Fulvio.

Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte

Il processo a Palermo ai danni di Ultimo intanto continua, e la sua avvocatessa deve vedersela da sola.

Intanto Stella, l’amica di Francesca, decide di chiamare il piccolo Diego (Lorenzo D’Agata) e dargli un appuntamento perché vuole rivelargli il nome di suo padre. Sulle tracce della ragazza, sfuggita di nascosto al controllo della sua scorta, c’è però anche Murace, che la segue fino al luogo dell’appuntamento col bambino.

Il boss uccide Stella e porta via Diego, con l’intenzione di farlo sparire perché è un testimone scomodo. Intanto Ultimo e la sua squadra sono già sulle tracce del piccolo e della ragazza sparita. Diego riesce a fare una breve telefonata al suo amico carabiniere, che può in questo modo rintracciare la chiamata e trovare il luogo in cui il bambino è segregato.

Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte

Ne segue una irruzione e uno scontro a fuoco, al termine del quale Diego viene salvato e Murace arrestato, dopo che il boss ha scoperto che il bambino è in realtà suo figlio. Totò inizia a parlare, cominciando dal destino di Fulvio: il carabiniere è ancora vivo, tenuto in vita per arrivare a Ultimo. Murace parla anche dei nuovi carichi di rifiuti tossici che stanno per arrivare dalla Russia per essere smaltiti, inchiodando Polimeni.

Quest’ultimo nel mentre si dà alla fuga, non prima di aver fatto sapere al colonnello che il suo amico, con indosso una potente carica di esplosivo, si trova imprigionato su una diga dove tra l’altro sono nascoste tonnellate di uranio. Ultimo trova Fulvio e trova la bomba, ma in realtà è una trappola: nei pressi della diga infatti c’è anche un cecchino pronto a ucciderli. Tutto però va come previsto e i due carabinieri si salvano, liberandosi anche dell’esplosivo.

Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte

Ora rimangono solo da trovare i rifiuti tossici appena arrivati dalla Russia, che stanno per essere nascosti in uno dei cantieri di Polimeni. I carabinieri fanno irruzione prima dell’operazione illecita, arrestando l’imprenditore e tutti i suoi complici.

La notizia dell’arresto di Polimeni arriva anche a Partanna in carcere, e il boss ordina ancora una volta l’uccisione di Ultimo, chiedendo ai suoi uomini il killer migliore.

Il processo a carico di Ultimo si conclude con l’assoluzione del colonnello dall’accusa di concorso esterno alla mafia e la sua riabilitazione pubblica. Poco dopo, nel parcheggio dell’aeroporto, Ultimo rimane vittima di un attentato per mano di una donna che si fingeva disabile, mentre è in realtà il killer dei mafiosi. L’uomo però si salva e fonda una casa famiglia che porta il suo nome.

Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte
Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte
Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte
Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte
Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte
Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte
Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte
Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte
Ultimo 4 – L’occhio del falco - seconda parte

  • shares
  • Mail