L'Allieva, serie tv Rai1: conferenza stampa

L'allieva: la presentazione della nuova serie di Rai1, al via martedì 27 settembre 2016

  • 13.28

    La conferenza si apre con l'esibizione live della sigla A Week cantata dai The Shalalalas.

  • 13.30

    Il direttore di Rai Fiction Tinni Andreatta: "Per questo lavoro siamo partiti dal patrimonio dei romanzi di Alessia Gazzola, è sempre un privilegio farlo. Il patrimonio è anche una responsabilità. Questa serie rinnova il genere del giallo rosa con Endemol, che già produce Provaci ancora prof".

  • 13.32

    Andreatta: "Il personaggio femminile è fuori dagli stereotipi e dai cliché, è una ragazza di oggi".

  • 13.33

    Andreatta: "Il regista Luca Ribuoli è abituato a costruire racconti sugli studenti, qui lo fa in modo molto credibile e coerente. È stata fatta una operazione sul cast molto fresca, con attori pieni di professionalità e di energia".

  • 13.34

    Andreatta sottolinea che Rai Fiction da qualche anno sta facendo sforzi per portare i gruppi musicali di oggi e musica nuova. In questo senso è stata scelta la sigla A Week.

  • 13.36

    Massimo Del Frate: "Con il romanzo di Alessia Gazzola è stato un colpo di fulmine. Lei si è buttata nel progetto televisivo con tutta l'anima, si è rivelata molto sensibile alle nostre richieste televisive. Il personaggio di Alice rappresenta i desiderata, le contraddizioni e le insicurezze di una generazione che ancora non ha avuto una dignitosa rappresentazione televisiva".

  • 13.37

    Del Frate spiega che la Mastronardi ha convinto tutti al momento del provino: "Ci ha folgorato!".

  • 13.37

    Il regista Ribuoli: "Quando la Rai mi ha proposto questa serie non capivo cosa c'entrassi io. Ero abbastanza dubbioso. Non avevo letto il libro, l'idea del personaggio mi spaventava. Poi ho letto il libro - molto bello - e mi sono convinto. I personaggi sono scolpiti molto bene nel libro, mi sono subito gasato".

  • 13.40

    Il regista evidenzia che la Mastronardi ha "un ruolo totalmente sulle spalle - lei è sempre presente -, ha girato 102-103 giorni di riprese, cioè tutti i giorni, non ha mai avuto mezz'ora di sosta".

  • 13.41

    Il regista usa parole positive anche per il resto del cast. Poi ammette la difficoltà di girare una fiction tratta da un romanzo.

  • 13.41

    Mastronardi: "È stato un viaggio bellissimo, l'energia e la voglia di portare Alice sullo schermo non mi ha fatto sentire la stanchezza. Ho conosciuto Alessia e mi sono follemente innamorata di Alice. È un personaggio nuovo per le fiction italiane. Non è solo Bridget Jones, è molto di più, ha molte sfaccettature. L'Allieva è un microcosmo, c'è la commedia, c'è il giallo, c'è l'amore...".

  • 13.44

    Lino Guanciale racconta che nella sua vita reale qualcuno ostico come Conforti lo ha incontrato. Aita: "La storia d'amore tra Alice e Arthur è tormentata, perché lui vuole fare carriera come reporter di guerra. Conforti è il terzo incomodo".

  • 13.49

    Vengono presentati gli altri attori che compongono il cast. Poi parola alla scrittrice Gazzola: "Sono emozionatissima, la prima puntata la conosco a memoria, l'ho vista un centinaio di volte. È una storia senza ombre. Alessandra è la migliore Alice che avrei potuto desiderare; ha uno sguardo pulito, ma anche volitivo".

  • 13.51

    Gazzola: "Questa produzione la amo moltissimo. Non a caso nella stesura del mio nuovo romanzo mi sono ispirata alla fiction tv".

  • 13.51

    Domande. Sceneggiatura fedele al romanzo? Lo sceneggiatore Peter Exacoustos: "C'è stata grande sintonia con Alessia da subito. Sono stati aggiunti dei gialli, in tutto sono 11. Per quanto riguarda i personaggi siamo stati i più aderenti possibili ai romanzi". C'è la volontà di cavalcare il genere di Non dirlo al mio capo? Andreatta: "L'allieva è stata scritta e girata prima di Non dirlo al mio capo".

  • 13.54

    Guanciale: "Il giorno dopo aver finito di girare L'Allieva ero sul set di Non dirlo al mio capo".

  • 13.55

    Guanciale sul suo personaggio: "Conforti non ci pensa proprio a redimersi, è tanto felice di come sta e di come è. Nel finale effettivamente c'è un momento di..". E viene fermato per evitare spoiler.

  • 13.56

    Attori attratti dal mondo della medicina legale? Mastronardi: "No, non ho nessun fascino nei confronti di questo mondo, ho paura. Ma è stato divertente vedere come i medici siano affascinati dai cadaveri". Seconda stagione è in programma? Gli sceneggiatori si dicono scaramantici e chiosano con "vediamo come va la prima serie".

  • 13.58

    Andreatta: "Con molte serie siamo riusciti ad attirare pubblico più giovane, non è vero che il pubblico che le guarda è sempre più adulto; questa serie va nella direzione di rilanciare il giallo rosa e rientra nella strategia di tutte le reti di recuperare un pubblico più giovane. Rai1 è la rete generalista per eccellenza, che deve tenere tutti i pubblici insieme. Per farlo rinnova il genere classico".

  • 14.01

    La conferenza si chiude con l'esibizione live di un altro brano dei The Shalalalas. Anzi, no, il duo esegue nuovamente la sigla della fiction.

lallieva.jpg

Sta per iniziare al teatro Quirinetta di Roma la conferenza stampa di presentazione della serie tv di Rai1 in onda da martedì 27 settembre (sei serate) L'allieva con Alessandra Mastronardi, Lino Guanciale, Dario Aita, Michele Di Mauro, Francesca Agostini, Pierpaolo Spollon, Jun Ichikawa, Chiara Mastalli e Giselda Volodi con la partecipazione di Marzia Ubaldi, Martina Stella e Ray Lovelock. Blogo seguirà l'incontro in liveblogging riportando le dichiarazioni dei presenti e tutte le anticipazioni.

La regia della serie tratta dai best seller di Alessia Gazzola (L’allieva, Un segreto non è per sempre e Sindrome da cuore in sospeso) è di Luca Ribuoli. L'Allieva è una produzione Rai Fiction Endemol Shine Italy (Paolo Bassetti e Massimo del Frate). Sceneggiatura scritta da Peter Exacoustos, Cecilia Calvi, Valerio D'Annunzio, Vinicio Canton con la supervisione di Alessia Gazzola.

L'Allieva, serie tv Rai1 | Anticipazioni trama



Alice Allevi è una giovane specializzanda in medicina legale alle prese con casi intricati e con il cuore diviso tra l’aitante ma cinico dott. Conforti e il giovane reporter Arthur Malcomess.

  • shares
  • Mail