This Is Us, il successo del trailer fa contento Dan Fogelman: “In tv c’è un vuoto di storie sulle persone”

Il creatore di This Is Us Dan Fogelman commenta il successo del trailer della serie tv online, che ha ottenuto più di 60 milioni di visualizzazioni, e spiega a cosa ha pensato quando ha scritto lo show

Il trailer di This Is Us resta il più visto tra tutti quelli pubblicati online durante gli Upfront: oltre 60 milioni le visualizzazioni su Facebook e su Youtube delle prime immagini del nuovo drama della Nbc, di cui però ancora si sa poco. Ed il creatore della serie tv, Dan Fogelman, preferisce mantenere il mistero intorno allo show. Di certo, l’autore è rimasto sorpreso del successo del trailer:

“In questo periodo storico in cui pensiamo che le cose che fanno discutere internet siano basate sui supereroi, questo è l’opposto, il che è molto soddisfacente e sorprendente allo stesso tempo”.

Fogelman (che dopo Galavant sarà in tv anche con Pitch, che la Fox ha anticipato all’autunno rispetto a quanto precedentemente detto), però, si lascia andare a qualche anticipazione sui temi trattati dallo show, che narra le vite di alcuni personaggi legati tra di loro da alcuni aspetti in comune:

“Nel telefilm i personaggi compiono tutti 36 anni. Quando ho iniziato a scriverlo, avevo appena compiuto 38 anni, quindi avevo appena vissuto quella fase della mia vita. Non avevo dei piani in mente per la serie, mi sono semplicemente messo a scrivere qualcosa che mi piaceva. Credo che oggi nel panorama dell’intrattenimento ci sia un vuoto di show che parlano semplicemente di persone, che fanno divertire ed emozionano. E gli attori sono tremendi”.

Lo show ha come protagonisti Jack (Milo Ventimiglia -il fatto che compaia quasi nudo nel trailer avrà sicuramente aiutato nel diffonderlo-), che con la moglie Rebecca (Mandy Moore) aspetta tre gemelli; ma anche Kate (Chrissy Metz), che cerca di dimagrire; Randall (Sterling K. Brown), che incontra il suo vero padre e Kevin (Justin Hartley), attore stufo della vita da personaggio famoso. Tutte storyline che l’autore conosce molto bene:

“Ho un sacco di amici che a quell’età stavano affrontando delle gravidanze e crescendo delle famiglie, cosa che ora è al centro della mia vita. Il peso è stata invece una questione di cui si è occupata la mia famiglia dal lato paterno, tutti hanno dovuto combattere contro il peso, compresa mia sorella. E’ qualcosa di cui sono conscio così come lo è la mia famiglia. Ho sempre voluto raccontare quest’argomento ed esplorarlo in un modo che non credo la tv possa fare. Non credo ci sia stata la consapevolezza di scrivere di questi personaggi, sono semplicemente venuti fuori”.

Ma This Is Us promette anche qualche colpo di scena:

“Si racconta molto nel pilot, e credo che la gente parlerà del modo in cui questi personaggi sono legati. Ci sono sovrapposizioni ed intrecci tra di loro. Due personaggi sono gemelli, forse è per questo che sono nati nello stesso giorno”.

In molti hanno paragonato il telefilm a Parenthood, per il fatto di raccontare storie basate soprattutto sui singoli personaggi, ma l’autore fa riferimento, invece, ad un’altra serie tv di Jason Katims, e non solo:

“In una serie come Friday Night Lights, i miei momenti preferiti erano quando Kyle Chandler e Connie Britton mettevano su famiglia. Ho adorato le questioni politiche e la struttura di The West Wing, ma le mie parti preferite erano quelle sulla relazione da amici e da partner tra il personaggio di Marty Sheen e John Spencer. Ognuno ha i propri personaggi di riferimento, è questo ciò che mi ha spinto verso la televisione”.

Ovviamente, con una ricezione così del trailer, la pressione su Fogelman è alta. “Penso che se alla serie tv sarà data un’opportunità, la gente reagirà”, ha detto. “Effettivamente sento un po’ di pressione, perchè sono senza dubbio orgoglio di questo show”. E’ il caso, allora, che non guardi più il contatore di visualizzazioni, che continua a salire.

[Via EntertainmentWeekly]

I Video di TvBlog

Ultime notizie su This is us

Tutto su This is us →