Che tempo che fa, puntata del 31 gennaio: Checco Zalone omaggia Lino Banfi, Luciana Littizzetto sul Family Day

Riassunto e fotogallery della puntata domenicale del talk show di Rai3 con Fabio Fazio e Luciana Littizzetto: ecco le dichiarazioni degli ospiti.

  • 20.10

    Si parte subito in musica con Max Gazzè. E’ partito il suo tour e ora il cantautore esegue La vita com’è, un successo radiofonico e anche di vendite discografiche. A chi non viene l’impulso di canticchiare questo brano?

  • 20.16

    Gazzè ha raddoppiato le date dei concerti (molti dei quali sono sold out) e festeggia 20 anni di carriera: “Sembra ieri, non ci si stanca, si fa tutto con impegno e fatica ma c’è la voglia di fare. Questo disco rispecchia più stati d’animo e il percorso musicale di 20 anni. Ci sono brani solari, altri più riflessivi e intensi, paragono l’album a un quadro pop art con tanti colori”.

  • 20.18

    “Nel disco c’è una ricerca sul suono delle parole, non solo il senso letterario o analitico. Mio fratello mi aiuta molto e fa ‘rimare’ anche le consonanti. Vorrei cantare per altri 20 anni. Cosa mi direi tra 20 anni? ‘Ma chi te l’ha fatto fare?’ Scherzi a parte spero di avere la stessa voglia di fare musica e suonare dal vivo”.

  • 20.22

    Gazzè canta ancora… un bel pezzo, dal titolo Mille volte ancora. E Fazio lo invita a restare anche dopo la pubblicità per cantare ancora.

  • 20.32

    “E’ un uomo vero, truzzo, ruspante, un po’ tamarro, ma meglio tamarro che mezzo sagrestano”: la Littizzetto, che entra in studio all’inizio “ufficiale” della puntata, elogia Gazzè e umilia subito Fazio.

  • 20.33

    La Littizzetto fa esercizi ginnici, Max intanto le dedica una delle sue canzoni più amate, Il solito sesso. Nasce un divertente siparietto tra i due sul divano.

  • 20.34

    … ma alla frase “in cambio del tuo amore vero” irrompe Filippa Lagerback. E la coppia diventa un “pericoloso” triangolo!

  • 20.36

    E c’è spazio anche per un medley di Gazzè. La sensazione è che si stia prendendo tempo perché il programma stasera dovrebbe finire più tardi, intorno alle 22.

  • 20.38

    C’è tempo anche per una simpatica “sviolinata” di Gazzè a Fazio: “Tutte le volte in cui sono venuto a Sanremo e c’eri tu mi è andato bene”. Max canta Il timido ubriaco (altro pezzo doc) assieme a “Lucianina”.

  • 20.41

    Gran finale con Sotto casa, Gazzè non si è davvero risparmiato… anche perché c’era bisogno di dilatare la sua ospitata visto il prolungamento della puntata odierna.

  • 20.44

    Si cambia completamente tono e registro con il poeta arabo Adonis che ha scritto un libro su Islam e violenza.

  • 20.46

    Un poeta può parlare a tutti in questo momento? Risposta di Adonis: “La poesia non può cambiare il mondo, tuttavia può creare nuovi rapporti tra il mondo e le cose, tra l’essere umano e l’universo”.

  • 20.49

    “Per il credente è bello ciò che definisce Dio. C’è il punto di vista divino e dell’essere umano. La vita va continuamente reinventata, il problema non è la morte (tutti muoiono) ma come vivere la vita, la vita diventa una creazione perpetua”: queste altre frasi “cult” dell’ospite.

  • 20.53

    “L’Isis rappresenta la lettura basata sul potere e il denaro. Non c’è spiritualità. Questa lettura è antistorica. L’Isis uccide gli altri, è il carnefice della fine dell’Islam”, sottolinea Adonis.

  • 21.00

    “La politica occidentale non capisce nulla del mondo arabo e non comprende che c’è un rapporto tra il musulmano e l’aldilà. A me interessa davvero l’Occidente culturale. La cultura in Occidente inizia a cambiare radicalmente, oggi è parte integrante della politica. Parecchi intellettuali sostengono più la politica che la cultura”, prosegue Adonis.

  • 21.05

    “Bisogna essere contro ciò che è successo in Francia ma anche contro ciò che accade nel mondo musulmano e arabo, è questo che manca all’Occidente”, dice Adonis. Fazio ricorda i 60 morti a Damasco e gli oltre 80 in Nigeria a causa di Boko Haram.

  • 21.08

    Meritata standing ovation per l’ingresso di Lino Banfi che ha “rischiato” di arrivare in ritardo per tutte le richieste di selfie fuori dallo studio.

  • 21.09

    Banfi dice: “Non fatemi commuovere che sono vecchio. Il pubblico mi ringrazia per tutte le emozioni che do. Una persona non vedente mi ha detto che mi ‘guarda’ sempre. Le suore e i preti escono dalle file per salutarmi e fare le foto con me”.

  • 21.11

    Un minuto di filmato celebrativo per Banfi che ricorre all’imperdibile dialetto pugliese che ha fatto la fortuna della sua carriera: “Un ‘concentréto’?”.

  • 21.15

    Tanti gli aneddoti del grande attore sulla sua infanzia. Ma è vero che Banfi voleva diventare prete? “Se un figlio aveva voglia di studiare doveva fare il notaio o il prete. Sono stato quasi 5 anni in seminario, il vescovo mi disse che non avevo questa vocazione ma che volevo far ridere”.

  • 21.17

    Banfi compirà nel 2016 ottanta anni e tra i suoi desideri c’è quello di diventare “ambasciatore” dei buoni prodotti alimentari pugliesi… Con la sua faccia ha creato un vero e proprio marchio con cui diventa garante della qualità di alcuni cibi. Sta anche per uscire un suo libro autobiografico.

  • 21.20

    Banfi rivela: “Fazio nel Commissario Lo Gatto imitò benissimo Papa Wojtyla”. Poi parte una scena da “Fracchia e la belva umana” in cui Banfi si “incazza” come una bestia. La tecnica per arrabbiarsi? “Dai dialoghi in famiglia, usavo la frase ‘ti spezzo la noce di capocollo’, ridevamo noi e allora ho pensato che potevo far ridere gli altri”.

  • 21.24

    Fazio: “Tutti parlano bene di Checco Zalone, anch’io, siamo diventati amici. Ne parliamo male?”. E Banfi: “Non mangia la salsiccia di cavallo questo ‘disgrezièto’, è un fatto di contraddizione”. E al telefono interviene proprio Checco!

  • 21.26

    Checco racconta su Banfi: “Abbiamo passato delle ore bellissime a chiacchierare, mi ha raccontato le docce di Edwige Fenech e io gli ho chiesto i particolari, solo per questo per me meriterebbe l’Oscar, poi quella sera ha mangiato 60 ricci di seguito”. E Lino: “Io, prima della conferenza stampa del film, avevo in testa il numero 64, proprio oggi il suo film ha incassato 64 milioni”. Fazio: “Allora da domani nessuno andrà più a vedere il film”. Checco chiama l’applauso nel ringraziare Banfi. E Lino continua a elogiare lui e Nunziante “che vivono in simbiosi”.

  • 21.31

    Banfi, alle ultime elezioni per il presidente della Repubblica, ha preso un voto (come mostra un video): “Non lo sapevo, Mattarella cammina con la responsabilità sulle spalle, Renzi è più disinvolto…”.

  • 21.33

    Un film cult di Banfi è L’allenatore del pallone (1984) e il programma, per omaggiarlo, lo ha rimontato in un minuto e mezzo per ciascun tempo. Quante risate in ogni scena!

  • 21.42

    Banfi presenta la Littizzetto (“Mi piace”): “San Nicola benedetto, c’è la Littizzetto!”.

  • 21.43

    Fazio spiega perché stasera eccezionalmente Che tempo che fa finisce alle 22. “Presadiretta sarà sull’educazione sentimentale nelle scuole e hanno ritenuto più opportuno mandarlo alle 22, sono cose più grandi di noi, per carità”.

  • 21.44

    La Littizzetto mostra una foto di Adonis “uguale a Diego Dalla Valle”, poi si mette una scatola in testa. Il riferimento è alla visita in Italia del presidente Rohani e alle statue coperte: “Pare che Renzi e Franceschini non sapessero nulla – dice la comica – Di sicuro le statue non si sono rivestite da sole! Girarle di cu*o poteva essere un’idea. Non è che, poi, le statue avessero la iolanda così evidente… Ma ci sono 15 miliardi di dollari di affari in ballo… Un pezzettino di spina dorsale ce l’abbiamo o dobbiamo chinarci a tutto il mondo? Caliamo le braghe in un secondo! E non dimentichiamoci che in Iran c’è sempre la pena di morte, per l’adulterio e la sodomia c’è la lapidazione…”.

  • 21.52

    … “e contemporaneamente su Canale 5 davano 50 sfumature di grigio, che ha fatto un botto di ascolti pazzesco. Appena c’è un movimento inguinale e mezzo porno non ci perdiamo neanche un secondo!”.

  • 21.53

    E si passa al Family Day: “Un milione secondo gli organizzatori, 100 milioni secondo la Questura, ma erano già in tanti i 70mila per Springsteen (allude, dunque, a una presenza decisamente minore, ndB), saranno stati a strati come le acciughe. La Meloni ha annunciato lì di essere incinta ma non è sposata. E’ come andare a un festival vegano e dire ‘ho mangiato una fettina al sangue'”. Lei, poi, cita anche Gasparri: “L’uomo che, per capire se è fresco, bisogna guardare l’occhio”. Il politico se l’è preso con Elton John (“schifo umano”), la Littizzetto dice a Gasparri: “Di ricchi che hanno affittato l’utero ne conosci abbastanza, uno in particolare, e non ti sei mai lamentato. Gasparri è un politico, faccia quello che sa fare”. E con le mani lascia intendere “nulla”.

  • 21.59

    E si finisce con il Rischiatutto. La Littizzetto chiede a Fazio: “Cosa rischia una famiglia tradizionale se due uomini si sposano? Cosa cambia se due donne adottano un bambino? E se una coppia omo ha gli stessi diritti di quella etero cosa rischia quest’ultima?”. Fazio: “Niente”. E così lui ha vinto il Rischianiente. Perchè – dice lei – “a volersi bene si rischia niente”. Fine della puntata.

Stasera, domenica 31 gennaio, torna dalle 20.10 su Rai3 Che tempo che fa. Seguiremo qui su TvBlog, come sempre, la diretta del talk show condotto da Fabio Fazio riportandovi le dichiarazioni degli ospiti intervistati.

Che tempo che fa, 31 gennaio 2016: ospiti della puntata

Ospiti Adonis (pseudonimo di Ali Ahmad al-Sa’id, nato in Siria, naturalizzato libanese, da trent’anni vive a Parigi, è universalmente considerato il più importante poeta vivente in lingua araba, intellettuale, pacifista, autore di diversi saggi sul mondo arabo, ha recentemente pubblicato anche in Italia il suo ultimo libro-intervista,Violenza e Islam) e Lino Banfi (circa cento pellicole all’attivo, tanto teatro soprattutto agli esordi e molta televisione come conduttore, caratterista o interprete di popolari fiction, in occasione dei suoi 80 anni, nel settembre prossimo pubblicherà 80…voglia di piacermi, autobiografia sotto forma di dialogo tra se stesso e i due personaggi che lo hanno reso famoso, Oronzo Canà e nonno Libero, ruolo che in questi giorni sta di nuovo interpretando nelle riprese della decima stagione di Un medico in famiglia).

La colonna sonora della serata è affidata a Max Gazzè che, nell’ottobre scorso, a vent’anni dal suo primo album, ha pubblicato l’undicesima raccolta di ineditiMaximilian da cui sono estratti i brani Mille volte ancora e La vita com’è che esegue dal vivo, accompagnato dalla sua band con cui è impegnato in una lunga tournée.

Monologo comico finale affidato a Luciana Littizzetto.

Che tempo che fa | Come seguirlo in tv e in streaming

Che tempo che fa è l’appuntamento dell’access prime time e della prima serata della domenica sera di Rai3, in onda dalle 20.10 alle 21.45 circa. E’ possibile seguirlo in diretta e in live streaming web sul portale Rai.Tv. La puntata è visibile anche grazie al servizio Rai Replay per i 7 giorni successivi alla messa in onda.

Che fuori tempo che fa | Second screen

Per commentare in diretta Che tempo che fa vi consigliamo, ovviamente, il liveblogging di Blogo, dalle 20.10 su TvBlog. A parte questo, CTCF è sui social network con una pagina ufficiale su Facebook e un account Twitter, @chetempochefa. L’hashtag ufficiale è #chetempochefa.


I Video di TvBlog

Ultime notizie su Che Tempo Che Fa

Tutto su Che Tempo Che Fa →