Quelli che il calcio, Lucia Ocone imita Mina che parla di Sanremo, Renato Zero e Simona Izzo

Lucia Ocone ripropone l'imitazione di Mina e stavolta si entra nell'atmosfera di Sanremo.

Lucia Ocone inarrestabile a Quelli che il calcio. Se l'apporto di Ubaldo Pantani, che oggi ha presentato l'imitazione della "signorina Gratta" delle scommesse e dell'allenatore del Napoli Maurizio Sarri, è stata meno incisiva del solito, la comica romana ha sfoderato uno dei suoi cavalli di battaglia, l'imitazione di Mina.

Un modo fine e sottile di sottolineare come la sua mancata convocazione a Sanremo 2016 è stato un errore vero soprattutto nel gruppo della conduzione del DopoFestival, incarnato da Nicola Savino con Gialappa's Band e Max Giusti.

Nella puntata di domenica 17 gennaio, Mina-Lucia Ocone ha esordito mostrandosi impegnata a fare le valigie:

Vado da una mia cugina, a Bagnolo Cremasco. Sto fuori dal 9 al 13 febbraio.

Non appena Nicola Savino le ha fatto notare che sono proprio i giorni del Festival, Mina-Lucia Ocone ha dilagato:

Eh appunto. Voi calcolate che questa mia cugina non ha né la corrente elettrica né l’acqua calda in casa, una matta. Ma piuttosto che vedere voi quattro a condurre il Dopofestival mi faccio venire una broncopolmonite. Quando l’ho saputo ero a ritirare la pensione e sono andata giù come una pera. Manca solo che ci mettano Gabriel Garko e siamo a posto…

Visto che Gabriel Garko è il "valletto" di Carlo Conti a Sanremo 2016, la notizia non è stata proprio apprezzata dalla cantante italiana che vive in Svizzera:

Massimiliano! Puoi portare una corda e uno sgabello per mamma?

A nulla è servito farle presente che comunque il Festival è un momento importante della tv e della musica italiana:

L’unico festival decente era negli anni 60, quanto l’ho fatto io. Dopo ha avuto un decadimento, un crollo che nemmeno il chirurgo plastico della Izzo lo può risollevare.

Savino le fa presente che ci sarà Patty Pravo, ma Mina ha un vecchio conto in sospeso: e ne approfitta anche per sparare a zero sulla collega.

Ma perché, è ancora viva? Massimiliano, chiama l’avvocato che l’abbiamo trovata… Almeno so dove andare a recuperare quelle 7mila lire che mi deve da quella partita a rubamazzo nel 74. A parte la Pravo, qualche cantante c’è?

Qualche nome: Arisa, Zero Assoluto, Dolcenera. Il commento di Mina non è dei più soddisfatti:

Solo non i vedono i due liocorni. Se sono i nomi del festival posso immaginare i nomi del Dopofestival... State organizzando delle sedute spiritiche per parlare con qualcuno, immagino.

Nemmeno il nome di Renato Zero superospite convince Mina su questo Festival di Sanremo 2016:

Adesso sì che mi avete convinto a guardarlo.. Disfo le valigie in battibaleno. Renatino… Lo conosco da quando si vestiva di piume e si vergognava a dire di essere etero.

Lucia Ocone-Mina troppo cattiva, oppure ottima versione di una Tigre di Cremona perennemente insoddisfatta?

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: