Le Iene, 26 ottobre 2015: Tutti i servizi

Le Iene, 26 ottobre 2015: scopri tutti i servizi su Blogo!

di grazias

  • 21.13

    Ilary Blasi e Teo Mammucari compaiono in onda giusto per darci appuntamento fra 50 secondi. Ci siamo quasi!

  • 21.16

    Ilary e Teo presentano il Trio Medusa: “Un Trio di Fiati e non vi diciamo che fiati”

  • 21.18

    Il primo servizio di Pasca riguarda politici e congiuntivi…alle Iene a sto giro piace vincere facile.

  • 21.20

    Ma per il Presidente Pietro Grasso “sbagliare i congiuntivi può succedere”. Ora siamo tutti più sereni.

  • 21.23

    Si torna sulla storia del pensionato che ha sparato a un ladro introdottosi nel cortile di casa sua uccidendolo sul colpo.

  • 21.26

    Quando uccidere non è reato? Questo il titolo del servizio di Golia che va a intervistare due uomini che hanno sparato a ladri in casa loro. Uno si è visto riconoscere la legittima difesa, l’altro invece è stato condannato a 5 anni di carcere.

  • 21.29

    Quest’uomo ha fatto fuori un caricatore sparando a un ladro. Sostiene che sia stata legittima difesa: “Erano 20 anni che subivo rapine, ero spaventato e esasperato”. Comunque ora dovrebbe risarcire la famiglia del ladro ma: “Io tutti quei soldi non li ho mai visti in vita mia”

  • 21.33

    Un truffatore pentito contatta Le Iene per farsi aiutare ad uscire dal suo “vizio”. Praticamente mette all’asta su internet oggetti che…non ha.

  • 21.36

    Ed ecco casa di Gianluca, il truffatore. Il ragazzo è anche un accumulatore compulsivo e casa sua è un vero disastro. Però pare abbia una fidanzata. Ok.

  • 21.39

    Gianluca fa queste truffe da 5 anni, sono soldi facili diventati praticamente la sua droga. Riceve numerose minacce da parte delle persone che raggira e ha paura di uscire di casa. Non vive benissimo, insomma.

  • 21.41

    I genitori non ne possono più. La madre gli dice di andarsene appena scopre che il figlio sta ancora andando avanti con le truffe. Agresti prova a mediare.

  • 21.42

    “Non riesco nemmeno a guardarli in faccia perché non valgo un cazz0. Io gli chiedo scusa, certo, glielo chiedo in ginocchio. Non voglio più deluderli”. Queste le parole di Gianluca davanti ai genitori. Poco dopo rivela di volersi autodenunciare. Sarà la volta buona?

  • 21.43

    Ma purtroppo non ci si può fidare della buonafede di un truffatore. Il ragazzo è riuscito a truffare perfino suo padre dopo l’arrivo de Le Iene. “Vi ho presi per il cul0”, ammette lui. Bravo, diremmo noi. Ma bravo tanto.

  • 21.44

    Pubblicità

  • 21.49

    Fabrizio e il dono della vita. La Iena Nina è all’ospedale Gaslini di Genova per parlare di un bimbo malato di leucemia che si è salvato grazie al trapianto di midollo.

  • 21.51

    Al bimbo è stata diagnosticata la leucemia all’età di sei anni. Fabrizio aveva 20-30 giorni di vita se non si fosse intervenuti subito con un trapianto di midollo compatibile.

  • 21.54

    Ora ha un tumore benigno che gli è uscito a causa di tutti gli anni di chemio che ha fatto. Lo rimuoverà a breve. Ora il bimbo vorrebbe conoscere il suo donatore (anche se, in teoria, i donatori dovrebbero rimanere anonimi).

  • 21.56

    Fabrizio legge una lettera che il donatore gli ha mandato dopo aver saputo il buon esito dell’operazione. Ma non riesce ad arrivare alla fine perché si emoziona.

  • 21.57

    Allora ragazzi dovete farci piangere male, sì?

  • 21.58

    “Ho fatto di tutto per dare la vita a mio figlio e ora farò di tutto per trovare questo ragazzo”, la mamma è motivata quanto il figlio nella missione di trovare il donatore.

  • 22.00

    Nina va a conoscere dei volontari donatori di midollo osseo che stanno cercando altri volontari. Nina li aiuta ma riceve risposte tipo: “Eh lo farei anche ora il prelievo del sangue ma c’ho il compleanno di un mio amico tra poco”.

  • 22.02

    Ma alla fine Nina qualche volontario lo trova davvero. Per diventare donatore devi avere tra i diciotto ai trentacinque anni. La Iena non può contribuire perché di anni ne ha 39. E ci rimane pure un po’ male.

  • 22.03

    Nina va a trovare un bimbo a cui stanno trapiantando il modello proprio in quel momento. E nel frattempo gioca con l’iPad.

  • 22.06

    Nuovo servizio. MariaRosaria da un anno non può più entrare a casa sua che ha l’unico “difetto” di essere attaccata a quella del Governatore della Regione Molise, tale Frattura. Questo perché il Governatore non apprezza l’idea di avere vicini di casa, evidentemente…

  • 22.08

    Il Presidente della Regione Molise ha comprato una villa sì, ma non l’intero complesso. Come testimonia anche Iole, un’anziana signora che tuttora abita lì e figurati se la smuovi (giustamente).

  • 22.11

    “Vediamo come va la causa”, questa la risposta del Governatore Frattura.

  • 22.13

    “Le dico che sta prendendo una cantonata, non ho alcuna intenzione di cedere la villa prima della sentenza”. Queste le parole del Governatore. Quelle della sentenza, invece, danno ragione a MariaRosaria. Questione chiusa e gran bella figura.

  • 22.16

    Si parla di Rocco Siffredi al Grande Fratello: “C’era un pitone nella Casa…”

  • 22.17

    Pubblicità

  • 22.23

    Dentro l’altra Ilva. Nadia Toffa è a Trieste dove sta per visitare una ferriera che sparge i suoi fumi (tossici?) e le sue polveri (altrettanto?) sugli abitanti della zona. Un po’ come succede a Taranto con l’Ilva…Ma sarà davvero pericoloso?

  • 22.27

    Il sindaco e il Presidente della Regione sembrano essere tranquillissimi sulla questione. Ma a non essere tranquilli sono gli stessi lavoratori della ferriera che lamentano incuria…

  • 22.30

    Nadia Toffa porta con sé un esperto, Romano. L’amministratore delegato della ferriera non si aspettava la sua presenza anche se aveva spontaneamente invitato Le Iene. In ogni caso dice che il problema, se c’è un problema, sta nella percezione dei cittadini. Quindi non ci sarebbe nessun problema oggettivo, a suo dire…

  • 22.33

    “I cittadini non ce l’hanno con la ferriera, la vorrebbero solo pulita”, ricorda Nadia Toffa. L’amministratore delegato dice di non aver approfondito la vicenda da un punto di vista scientifico perché non sapeva quanto poterla definire seria. Vabbè.

  • 22.37

    E l’alto forno, nonostante la sbandierata chiarezza, proprio non si può vedere. Peccato.

  • 22.40

    Ed entrano Le Donatella. Così, a buffo.

  • 22.42

    Pubblicità

  • 22.48

    Le vacche sacre della ‘ndrangheta. Servizio di Giulio Golia.

  • 22.53

    Insomma, ci sono queste mucche che pascolano dove gli pare e piace senza recinti di sorta. Provocano incidenti e danni vari ed eventuali ma sono della ‘ndrangheta e non si possono toccare. Un uomo è stato di recente crivellato di colpi solo per essersi lamentato in pubblico di questa situazione.

  • 22.57

    Vabbè, la mucca in chiesa. Giustamente, è sacra.

  • 22.59

    Vivere con una “bomba” in casa. Servizio di Mauro Casciari.

  • 23.01

    Praticamente Cettina vive sopra una centralina elettrica che potrebbe esplodere da un momento all’altro.

  • 23.03

    Il sindaco ammette: “Si tratta di una situazione anomala, quella cabina va spostata”.

  • 23.05

    Casciari riesce a convincere il sindaco a spostare la cabina a 150 metri dall’abitazione di Cettina. Pubblicità.

  • 23.10

    La prostituzione sulle strade di Milano.

  • 23.13

    Un’esca de Le Iene parla con una delle ragazze sulla strada e si fa raccontare lo sfruttamento che c’è dietro al suo lavoro. Ci sono stati di recente due morto per il controllo della strada. Ed effettivamente non ci sono soggetti molto amichevoli da quelle parti…

  • 23.17

    Le Iene mandano una finta prostituta sulla strada incriminata e questa ragazza viene aggredita da altre fanciulle in minigonna ben poco amichevoli…

  • 23.20

    La festa delle badanti. Servizio di Enrico Lucci. E ho detto tutto.

  • 23.22

    Ed ecco le badanti. Lei ad esempio è laureata in Giurisprudenza in Ucraina ma qui accudisce anziani malati.

  • 23.23

    E finalmente arriva Oliver Buzz che si autodefinisce “il più grande talent scout europeo”. Millanta anche una nomination a Cannes per il notissimo lungometraggio “Il guardone della spiaggia”. Rido.

  • 23.25

    Ed è subito car wash.

  • 23.27

    Le Donatella nude in studio. Ma dietro un pannello perché, dai, era il caso.

  • 23.28

    E quindi Le Donatella sono meglio vestite o nude? Andate a votare sulla pagina Facebook de Le Iene. Se proprio non avete niente da fare, eh.

  • 23.29

    Pubblicità

  • 23.34

    Onnis e Corti vanno a Bratislava per conoscere #SantaLucia ovvero la modella #mozzarellona che “le ha uscite” di recente su Facebook a furia di #escile.

  • 23.38

    E alla fine le esce davvero. Gaudio e giubilo nel regno, eh?

  • 23.40

    Boh, trovo tutto questo piuttosto triste.

  • 23.42

    Auto pagate non consegnate. Se ne occupa Veronica Ruggeri.

  • 23.45

    Gianluigi Rossi ha questa faccia qui. Con qualsiasi nome vi si presenti, volesse vendervi un’auto, scappate a gambe levate.

  • 23.49

    Vaccini: dobbiamo renderli obbligatori?

  • 23.51

    Questa ragazza ora ha problemi a camminare in seguito ad una vaccinazione fatta da piccola. “Dai tempi della guerra ad oggi ci sono stati 700 casi di persone danneggiate dai vaccini”. Beh, non mi sembrano molti.

  • 23.54

    Parlano mamme che hanno visto i loro figli morire per via della meningite. Non li avevano vaccinati contro questa malattia.

  • 23.56

    Pubblicità

  • 00.00

    Storia di una ragazza abbandonata. Matteo Viviani.

  • 00.03

    Emi è una ragazza di 21 anni che ora vive in un parcheggio. A 11 anni i suoi si sono separati praticamente disinteressandosi di lei da quel momento. Gli assistenti sociali se ne preoccupano e la fanno crescere in una comunità fino ai 18 anni. Una volta uscita, i genitori continuano a litigare.

  • 00.05

    Emi dormiva SOTTO le macchine “perché avevo paura che qualcuno mi facesse male”. Comunque viene fuori che la ragazza era tossicodipendente. Un giorno, a 14 anni, incontra un quarantenne che le fa provare per la prima volta l’eroina. “Sono svenuta” racconta lei.

  • 00.08

    La ragazza era arrivata a prostituirsi pur di poter avere dell’eroina ogni giorno. Fin da quando aveva 14 anni. Che storiaccia, ragazzi.

  • 00.10

    La nostra è riuscita ad entrare in una comunità di recupero e ora è completamente libera dalla droga. Solo che i suoi genitori ancora non la vogliono vedere e lei vive in un parcheggio. O almeno ci viveva finché una signora non ha deciso di ospitarla, mossa a compassione.

  • 00.12

    “A volte mi chiedo perché sono al mondo”.

  • 00.14

    Per la Caritas non c’è soluzione.

  • 00.15

    Patrizia non può più mantenere Emi. Va in Comune e cerca di capire come aiutare la ragazza che, nel frattempo, non ha nemmeno una carta d’identità.

  • 00.17

    Il padre arriva a chiamare i Carabinieri quando la figlia gli citofona per parlare. Mamma mia.

  • 00.20

    Viviani porta Emi a fare shopping

  • 00.22

    Ora che Emi è riuscita ad ottenere una carta d’identità, ci pensa la burocrazia a metterle i bastoni tra le ruote…

  • 00.24

    “Ci abbiamo messo mezza giornata noi de Le Iene a farle avere una carta d’identità. Voi da quant’è che ci stavate lavorando?”. La risposta è tipo da mesi, mesi…

  • 00.26

    Questa storia è fortunatamente a lieto fine: la ragazza riesce ad ottenere la residenza al comune di Oggiono così non dovrà separarsi da Patrizia, l’unica persona che le è rimasta al mondo.

  • 00.28

    Si torna a parlare di Buonanno e del fatto che ha mostrato una pistola in diretta tv negli ultimi giorni.

  • 00.30

    Bossi di dissocia. E pure Salvini. Maroni preferisce non rispondere.

  • 00.31

    Ma Buonanno sarà consapevole di aver fatto una [email protected]? Le Iene indagano e lui risponde: “Non penso di aver fatto niente di male, lo rifarei”.

  • 00.32

    “Questo Paese ha bisogno di più sicurezza, la prossima volta porterò il mitra”. Complimenti.

  • 00.34

    Enrico Lucci ha una notizia per noi: il futuro è in Albania.

  • 00.36

    Lucci incontra Bruno che fa il carrozziere in Albania. La sua attività, oggi florida, in Italia stava fallendo. E poi ci sono anche albanesi che sono tornati a casa loro perché in Italia non c’era lavoro.

  • 00.37

    Questo ragazzo racconta quanto si trova bene in Albania: “Avevo perso il portafoglio e me l’hanno restituito. Ora qui sto studiando e mi sto inserendo nel mondo del lavoro”.

  • 00.39

    Umberto Smaila sulla macchina di Ritorno al Futuro con le ragazze cin cin. Molto bene.

  • 00.41

    Come glielo spieghi a Smaila arrivato direttamente dagli anni Ottanta Matteo Salvini? Così:

  • 00.43

    Chi sceglie le nuove proposte di Sanremo?

  • 00.45

    Ma ad esempio questo Cariddi, politico sanremese, perché fa parte della commissione per scegliere le nuove proposte? E, soprattutto, quanto ne saprà davvero di musica?

  • 00.47

    La risposta è tipo no. “Hanno scelto un uomo semplice, un uomo della strada”, dice lui. Mah.

  • 00.48

    Carlo Conti viene avvicinato da Le Iene per fargli vedere l’esame a cui hanno sottoposto Cariddi.

  • 00.49

    Pubblicità

  • 00.54

    La puntata è terminata. Siamo ai saluti finali. Con le Donatella che evidentemente stasera passavano da Cologno Monzese e non avevano nulla da fare.

Manca pochissimo all’inizio di una nuova puntata de Le Iene. Ilary Blasi, Teo Mammucari e il Trio Medusa ci aspettano dalle 21.10 su Italia 1 e noi invece vi aspettiamo qui su TvBlog per il nostro consueto e dettagliatissimo live. Commentiamo insieme?

Le Iene, 26 ottobre 2015: Anticipazioni

Torna questa sera un nuovo appuntamento con Le Iene. A partire dalle 21.10 Ilary Blasi, Teo Mammucari e il Trio Medusa ci aspettano dalle 21.10 con i servizi degli inviati dello show tra inchiesta e divertimento. Qui su TvBlog troverete, come di consueto, il nostro dettagliatissimo live. E se volete trovare tutte le anticipazioni del caso, come sempre, siete nel post giusto!

Le Iene, 26 ottobre 2015: Anticipazioni servizi

Nina Palmieri racconta la storia di Fabrizio, un ragazzino di 13 anni al quale all’età di due anni è stata diagnosticata la leucemia. Il giovane, grazie ad un trapianto di midollo osseo da un donatore compatibile, è riuscito con gli anni a sconfiggere la malattia. Il ragazzo sa che l’identità dei donatori deve rimanere anonima, ma svela alla Iena di avere comunque un grande desiderio: conoscere la persona gli ha permesso con il suo gesto di continuare a vivere per mostrargli la sua immensa gratitudine.

Lo scorso 14 ottobre, il Senato ha approvato il ddl Boccadutri che sblocca i finanziamenti pubblici ai partiti per il periodo 2013-2014, per un ammontare complessivo di 45,5 milioni di euro. La somma non è stata erogata in precedenza perché la Commissione di garanzia, istituita ad hoc nel 2012 nel mezzo degli scandali che coinvolsero Franco Fiorito, Domenico Lusi e Francesco Belsito, non è riuscita a portare a termine i controlli, per mancanza di “risorse strumentali e personale assegnato”. A Palazzo Madama, la recente decisione di procedere con il disegno di legge ha sollevato proteste in Aula. La Iena Gaetano Pecoraro raggiunge alcuni parlamentari che hanno votato la legge.

Nadia Toffa torna ad occuparsi della Ferriera di Trieste, un impianto siderurgico, sito vicino al centro storico, accusato da molti di aver sparso fumi tossici sull’intera città per oltre un secolo. Gli abitanti dei quartieri circostanti, intervistati dalla Iena, mostrano come ogni giorno siano costretti a raccogliere sui loro balconi e, quindi, a respirare un’innumerevole quantità di polveri sottili e raccontano come, negli anni, diverse persone abbiano iniziato ad ammalarsi e a morire di tumore. Anche se non c’è uno studio che colleghi queste malattie e morti alle emissioni della ferriera, un dato allarmante emerge in relazione proprio a coloro che lavorano all’interno dell’impianto: dal 2000 al 2013 sono morti di cancro ben 83 lavoratori. In questo caso, a differenza di quello dei cittadini, il nesso di causalità è stato dimostrato.
La nuova proprietà sostiene di aver fatto i lavori necessari per ridurre l’inquinamento e l’impatto sulla salute dei cittadini e invita le Iene a visitare l’interno della fabbrica.

21 ottobre 2015. In tutto il mondo, mercoledì scorso, si è celebrato il “Ritorno al futuro Day”, data attesissima da tutti i fan del celebre film di Robert Zemeckis, perché, per quel giorno, Marty McFly e il dottor Emmett “Doc” Brown programmarono il loro viaggio nel tempo con una Delorean. Le Iene mettono alla guida dell’auto “futuristica” Umberto Smaila, personaggio simbolo degli anni ’80, e percorrono le strade della Milano d’oggi per capire cos’è cambiato negli ultimi 30 anni.

Le Iene, 26 ottobre 2015: second screen

La puntata di questa sera de Le Iene sarà disponibile oltre che su Italia 1 dalle 21.10 anche in diretta streaming su VideoMediaset. L’hashtag ufficiale per commentare il programma su Twitter è #leiene, mentre qui su TvBlog troverete come sempre il nostro consueto e dettagliatissimo live. Commentiamo insieme?

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Le Iene

Le Iene è un programma di intrattenimento e di informazione che va in onda su Italia 1 dal 22 settembre 1997.

Tutto su Le Iene →