Che Tempo Che Fa | 11 ottobre 2015 | Fazio intervista Renzi

Che Tempo che Fa, la puntata dell’11 ottobre 2015 live su Blogo.

  • 19.50

    Una ventina di minuti ci separano dal ritorno di Fazio e soprattutto di Renzi da Fazio…

  • 20.10

    Pronti alla nuova puntata di Che Tempo Che Fa…

  • 20.10

    Ospite già seduto, Filippa Lagerback presenta Leonardo Boff, tra i padri della teologia della Liberazione.

  • 20.11

    Non è proprio un inizio riempi-pista vista la lunga premessa: ma la storia di questo ex-francescano impegnato nella difesa dell’ambiente è interessante.

  • 20.14

    La teologia della liberazione raccoglie l’anelito della liberazione dalla povertà. Anche per questo è sempre stata ‘tacciata’ di Marxismo, soprattutto negli anni della sua nascita, avvenuta per lo più nel SudAmerica del dopoguerra.

  • 20.15

    Oltre alla liberazione dei poveri, si parla sempre più della liberazione della Terra. Una visione diversa della natura, intesa come vera manifestazione di Dio. Un tema ora riportato in Vaticano da Papa Francesco con la sua ultima enciclica.

  • 20.16

    “La chiesa deve smettere di essere una chiesa Occidentale e diventare una chiesa dell’umanità. Deve essere presente nelle diverse culture, non come esportazione di un modello” dice Boff.

  • 20.19

    “Papa Francesco sta spaganizzando la Chiesa. Lui si è tolto la mantellina di ermellino, che è proprio il segno del potere”… e ricorda di quando disse all’allora teologo Ratzinger di non essere disponibile per un appuntamento (anzi processo teologico) perché doveva incontrare un’associazione di ex prostitute, che come dice Gesù, hanno la precedenza su tutto, anche sulla Chiesa.

  • 20.23

    “La parola più sacra che ha creato Dio è amore”.

  • 20.25

    “Il Papa scrive che l’uomo è la Terra… penso che si sia ispirato a un cantante argentino che dice che L’Uomo è la Terra che cammina. Io penso che l’Europa abbia un debito nei confronti dei migranti. L’ospitalità è un diritto e un dovere di ogni persona”. Bella intervista.

  • 20.31

    Ormai Fazio ‘usa’ la Littizzetto a mo’ di fil rouge: collegamento con Luciana in sartoria. Un modo anche per ringraziare i vari dipartimenti di produzione e realizzazione.

  • 20.37

    Tocca a Michele Serra che presenta il suo ultimo libro. Interessante la sua osservazione sul cellulare, che il suo protagonista chiama ‘egofono’ “che poi è la traduzione letterale di iPhone”.

  • 20.42

    Il concetto di egofono è quello su cui gira buona parte dell’intervista.

  • 20.42

    Beh, si passa anche ad analizzare il selfie, che nello slang adolescenziale USA, è la classica, immarcescibile ‘pugnetta’. E in effetti…

  • 20.48

    Il concetto centrale del libro è il narcisismo dell’uomo contemporaneo… beh, dopo Gli Sdraiati…. Pubblicità.

  • 20.54

    Si riparte da Matteo Renzi: l’ultima volta a Che Tempo che Fa è dello scorso dicembre.

  • 20.58

    L’Europa si sta svegliando sulla questione migranti ed è un risultato dell’Italia, “ma fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce” dice il Premier, orgiglioso anche del nuovo regolamento sulla Cooperazione Internazionale, di cui però non si parla mai, lamenta.

  • 20.59

    Attentato in Turchia: poche le notizie certe ancora, così come poco in realtà si sa dell’attentato di Luglio. E Renzi sottolinea il ruolo strategico della Turchia proprio nella politica migratoria. Siamo così concentrati sulle nostre migliaia di profughi da non renderci conto dei numeri che quotidianamente entrano in Turchia, o anche che la seconda città più grande della Giordania è un campo profughi.

  • 21.00

    “L’Italia parteciperà ai bombardamenti in Iraq come scritto dal Corriere?”: è solo un’interpretazione della stampa. Ma non smi sembra di aver sentito un ‘No’ netto…

  • 21.03

    “Non è un tema all’ordine del giorno. Ma non lo escludo…. Noi stiamo proponendo una strategia diversa” dice Renzi.

  • 21.05

    “Noi non siamo una superpotenza nucleare, siamo una superpotenza culturale… per questo penso a un ruolo sempre più forte dell’Italia…”.

  • 21.06

    “Vogliamo portare 500 prof universitari con un concorso nazionale, basato sul merito non sulle amicizie e gli diamo non solo un assegno come prof, ma anche un gruzzolo per investire in ricerca. Li sleghiamo dai vincoli della burocrazia …” non solo stranieri, eh. Una sorta di incubatore di idee. Ok, Matteo, di prof e ricercatori ce ne sono già: sleghiamo tutti loro dai vincoli, invece di creare un’élite?

  • 21.09

    “In passato la Finanziaria era un gioco di innalzamento delle Tasse. Da quando ci siamo noi la discussione ruota su ‘Quali tasse abbassiamo quest’anno’. Siamo partiti con gli 80 euro, poi con il costo del lavoro, poi Imu e Tasi prima casa, quindi Ires e superammortamenti… Non dico che sia una storica riduzione delle tasse perché ….” “porta male…” si inserisce Fazio…. “ma lo stamo facendo” rilancia Renzi. “L’Italia può ripartire: in un anno abbiamo fatto tanto…”.

  • 21.11

    “Parla ancora con Berlusconi?” “No, non mi parla più… c’è rimasto male” dice Renzi, di cui non esiste uno scatto col Cavaliere…

  • 21.12

    “Noi abbiamo proposto un galantuomo come Mattarella per il Quirinale. Berlusconi ha parlato di tradimento e non ci sentiamo più. E come immagina, io non ci dormo la notte…”

  • 21.14

    “Non mi aspettavo tanto successo dal Jobs Act”.

  • 21.14

    Cita Olaf Palme: “La Sinistra non deve combattere la ricchezza, deve combattere la povertà…”.

  • 21.15

    “Servizio Civile e le pari opportunità per i bambini poveri sono le mie prossime priorità”: grossomodo questo il concetto.

  • 21.16

    Problema esodati, ancora non propriamente risolto…

  • 21.17

    “Parlo al segretario del PD: cosa è successo a Roma?” Fazio va diretto su Marino.

  • 21.19

    “Marino ha vinto le primarie un po’ a sorpresa. E per questo mi sta simpatico. Quello che si è rotto è tra Marino e il PD di Roma… Sabella è un ottimo nome e ha fatto un grosso lavoro sulla legalità Chi sarà il commissario lo deciderà il Prefetto” e da premier chiama a raccolta la società civile per dare una mano per Roma anche in vista del Giubileo.

  • 21.20

    Nome non li fa, almeno non ora.

  • 21.21

    “Le primarie ci saranno?” “Non posso essere io a scegliere il sindaco. Lo sceglieranno i Romani. Stiano attenti…”.

  • 21.21

    Milano, Pisapia si ricandiderà? “Non penso ne abbia tanta voglia. Vogliamo fare un parallelo Roma-Milano? Quando ci sono stati i black Block, Pisapia ha chiamato a raccolta la cittadinanza che ha risposto…”. Come a dire, Pisapia è uno buono, Marino no.

  • 21.22

    Sala candidato del PD per Milano? “Non decido io… già mi dicono che sono antidemocratico… Sala è un bel nome, ma non so neanche se si vuole candidare”.

  • 21.23

    CHe differenza c’è tra un’intesa con Verdini e una con Mastella? “Bella questa. Con Mastella non ho mai fatto accordi. Verdini ha votato le riforme quando stava ancora con Berlusconi. La differenza? Verdini è un ex berlusconiano non pentito, Mastella è pentito…”.

  • 21.24

    Ius Soli: la legge viene votato martedì alla Camera. E’ una versione temperata. Se nasci in Italia devi fare un percorso di studi.
    Unioni civili: siamo in commissione, stiamo cercando di portarlo in Aula. C’è un punto aperto la Step Up Adoption, ovvero l’adozione di un bambino in caso di morte di un genitore…”. Per Fazio e per Renzi un figlio è di chi lo cresce…

  • 21.26

    “Abbiamo dimostrato che politica può essere seria. Se si dice si fa. Ius Soli e Unioni Civili si faranno”. E si finisce qui.

  • 21.28

    Ipotesi Italia in Iraq… “Così Miss Italia sarà contenta” dice la Littizzetto. Ancora?!

  • 21.30

    Argomento Tornado in Iraq: “Ma come glielo diciamo agli USA che non andiamo a bombardare?”.

  • 21.31

    Quanti minuti mancano? DIECI!

  • 21.31

    Si parla della pastiglia contro la prostata. Ma ne ha già parlato! Ne son certa…

  • 21.37

    Siamo da 6 minuti sulla pubblicità di Prostamol e commento sul ruolo degli uomini in pubblicità, sempre più incapaci.

  • 21.40

    La Littizzetto lancia il premio Che Pirla che Sei o anche Il Balengo d’Oro. Il premio questa settimana si assegna a …. dopo la pubblicità.

  • 21.46

    Il Balengo d’Oro al 50enne che non ha trovato posto su un aereo e ha chiamato annunciando una bomba proprio su quel volo…

  • 21.48

    Fazio lancia Report: “Stasera torna Report: si parla i diritti tv del calcio e gli appalti gonfiati della Rai…. ah…ma che brava Milena” dice Fazio con l’occhietto malupino e l’espressione di chi vuol far credere di aver letto i temi solo in quel momento. Sotto la lente anche l’edizione di Sanremo 2013, proprio quella che segnò il ritorno di Fazio all’Ariston… “Ora ci fa un mazzo così….” dice la Littizzetto. “Ma noi che c’entriamo” dice Fazio.

  • 21.55

    E in effetti Milena inizia proprio da Sanremo 2013…

  • Luci, audio e impianti di Sanremo 2013 sono di Biancifiori, oggi sotto indagine… si parte da qui. Dal 2008 al 2013 solo una volta all’asta, ma sempre con Biancifiori in prima linea con costi raddoppiati e collaudi assenti, dice Mondiani… Ivan Pierri, direttore della fotografia di Sanremo, avrebbe ricevuto mazzette e la moglie lavorava con Biancifiori? Vabbè, chiudo qui la diretta, altrimenti faccio il live di Report…

La puntata di Che Tempo che Fa di domenica 11 ottobre ruota tutta intorno all’intervista di Fazio a Renzi. La loro ‘ultima volta’ insieme risale al dicembre 2014 e il Premier non manca di sottolineare quel che ha fatto il Governo dentro e fuori i confini nazionali, dal Jobs Act e dalla ripresa alla mobilitazione europea sui migranti.
Ma non mancano domande ‘anche’ al segretario del PD, coinvolto soprattutto sul ‘caso Marino’ a Roma. “Marino ha vinto le primarie un po’ a sorpresa. E per questo mi è risultato simpatico…Non posso essere io a scegliere il sindaco. Lo sceglieranno i Romani…Stiano attenti…”. E nel confronto con Pisapia, non è difficile capire chi prediliga il segretario del PD. Qui il video di Renzi a Che Tempo Che Fa di domenica 11 ottobre 2015.

L’intervista a Renzi, col quale Fazio ha preso appuntamento per la Primavera, chiude una puntata (e preferisco tralasciare l’inutile intervento della Littizzetto, consumatosi intorno alla pubblicità del Prostamol) apertasi con una densa e interessante intervista con Leonardo Boff. Ecco, 10 minuti in più a lui e meno ad altri non avrebbero guastato. Nel mezzo un’amichevole chiacchierata con l’amico Michele Serra. Il suo concetto di egofonino e selfie non sono male, però.

Appuntamento a domenica prossima con Che Tempo Che Fa. Chi ci sarà?

Che Tempo Che Fa | Diretta 11 ottobre 2015

Che Tempo Che Fa | 11 ottobre 2015 | Anticipazioni

Che Tempo Che Fa ospita stasera il Premier Matteo Renzi, che torna da Fabio Fazio all’indomani delle polemiche dimissioni del sindaco di Roma Ignazio Marino e della sua ospitata nel talk dell’access prime time di Rai 3. L’ex sindaco, peraltro, avrebbe dovuto partecipare a Che Fuori Tempo Che Fa di ieri sera, ma all’ultimo momento ha dato forfait. Sarebbe stata un’occasione per un confronto a distanza. Ma vediamo chi ci sarà stasera da Fazio, oltre a Renzi.

Che Tempo Che Fa | Puntata 11 ottobre 2015 | Ospiti

Oltre al premier Renzi, la terza puntata di Che Tempo che Fa vede la presenza di Michele Serra, amico di Fazio e tra i suoi autori di fiducia. L’occasione di questa ‘reunion’ davanti alle telecamere è data dall’arrivo in libreria del suo ultimo romanzo,  Ognuno potrebbe uscito  lo scorso 8 ottobre. Se ne Gli sdraiati Serra ha raccontato un padre che parla al figlio 19enne, in Ognuno Potrebbe racconta la vita di Giulio Maria, un quasi trentaseienne spaesato in un mondo di spaesati.

A chiudere la ‘tripletta’ di interviste quella a Leonardo Boff, uno dei maggiori esponenti, a partire dagli anni’70, della teologia della liberazione, francescano dal 1949 al 1992, fino a quando, cioè, lascia l’Ordine per dei contrasti con le gerarchie Vaticane.

Chiude come sempre Luciana Littizzetto con il suo racconto della settimana, che tra l’altro l’ha vista ospite con Fabio Fazio della seconda serata di Capitani Coraggiosi, con Morandi e Baglioni su Rai 1.

Che Tempo Che Fa | Come seguirlo in tv e in streaming

Che Tempo Che Fa è l’appuntamento dell’access prime time e della prima serata della domenica sera di Rai 3, in onda dalle 20.10 alle 21.45 circa. E’ possibile seguirlo in diretta e in live streaming web sul portale Rai.Tv. La puntata di Che Tempo Che Fa è visibile anche grazie al servizio Rai Replay per i 7 giorni successivi alla messa in onda.

Che Fuori Tempo Che Fa | Second screen

Per commentare in diretta Che Tempo Che Fa vi consigliamo, ovviamente, il liveblogging di Blogo, dalle 20.10 su TvBlog. A parte questo, CTCF è sui social network con una pagina ufficiale di Che Tempo Che Fa su Facebook e un account Twitter, @chetempochefa. Gli hashtag ufficiale sono #chetempochefa e #CTCF.


//

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Che Tempo Che Fa

Tutto su Che Tempo Che Fa →