Il giovane Montalbano 2, terza puntata 28 settembre 2015: riassunto e foto

La terza puntata della nuova stagione de Il giovane Montalbano dal titolo "Morte in mare aperto".

Il giovane Montalbano 2, terza puntata

Il matrimonio di Salvo e Livia è sempre più vicino, e per il futuro sposo è arrivato il momento di scegliere il vestito da cerimonia. Ad aiutarlo c'è Mimì, presissimo dal suo ruolo di testimone della sposa e migliore amico dello sposo.

Mentre Livia comunica a Salvo che andrà a Vigata per il week end, per festeggiare insieme il loro primo anniversario, il commissario è impegnato in una intricata indagine su un morto su uno dei pescherecci di tal Matteo Cosentino. Tutto lascia pensare che si sia trattato di un incidente: la vittima, il motorista Franco Arnone, è morto per un colpo di pistola partito accidentalmente. La pistola apparteneva a uno dei pescatori dell’equipaggio, Tano Cipolla, che sembra davvero disperato. L'uomo racconta che Franco gli aveva chiesto di mostrargli la sua pistola, e, a causa di un movimento brusco dell’imbarcazione dovuto a una forte onda, il pescatore ha perso l’equilibrio ed è partito il colpo.

L’ipotesi dell’incidente non sembra però convincere del tutto Montalbano, che inizia a indagare sui rapporti fra Tano e la sua bellissima moglie Michela. Ma le indagini sul movente passionale non portano a nulla.

Ecco però che, mentre Salvo indaga su questo caso che si rivelerà essere davvero un incidente, emergono aspetti poco trasparenti circa Cosentino e gli affari dei suoi pescherecci, che risulta infatti invischiato in un traffico di droga con una delle famiglie mafiose della zona.

Ma in quegli stessi giorni Salvo ha a che fare anche con un altro problema: il giovane Giuseppe Fazio è stranamente scontroso, sfuggente e addirittura un po’ assenteista. È Carmine, il padre, a dare spiegazioni al commissario: Giuseppe è innamorato di una ragazza, Anita Lodato, che sta vivendo un vero e proprio incubo insieme alla sua famiglia.

Anita tempo prima si era messa con un giovane mafioso, Antonio Barreca. Lei non sapeva che fosse un criminale, o meglio, ne ha avuto la certezza solo quando il ragazzo ha dovuto darsi alla latitanza. Da allora lei non ha voluto più avere nulla a che fare con lui. Ma Barreca non ci sta e le sta rovinando la vita, minacciando lei, la sua famiglia, le persone che le stanno intorno.

Livia arriva a Vigata giusto in tempo per il Carnevale, e la ragazza convince Salvo a portarla a una festa mascherata nei pressi della città, per festeggiare anche il loro anniversario. Alla festa Montalbano riconosce il latitante Antonio Barreca e non può davvero lasciarselo scappare. Cerca di tenere Livia lontana, ma lei purtroppo si ritrova ad assistere allo scontro decisivo fra il poliziotto e il criminale.

Salvo cerca di arrestarlo, ma Barreca prende la pistola e apre il fuoco. Ad avere la peggio è il criminale, che muore per mano di Montalbano. Livia resta sconvolta da quanto ha visto e si rende conto che il suo futuro, accanto a un poliziotto, sarà sempre pieno di paure. Per questo ha bisogno di un po' di tempo per pensare, lontana da Vigata e dal suo fidanzato.

Salvo dice di capirla, e accetta di rinviare il matrimonio a data da destinarsi. Ma il commissario soffre profondamente per la decisione di Livia. Riuscirà la coppia a resistere a questa crisi?

  • shares
  • Mail