Uno Mattina 2015 | Diretta prima puntata | Fialdini e Di Mare ‘tappabuchi’ tra Tg1

La nuova stagione del contenitore mattutino di Rai 1 al via con nuove rubriche: diretta e recensione su Blogo.

  • 06.30

    Dopo la prima edizione del Tg1 del mattino comincia ufficialmente il palinsesto Rai dell’Autunno 2015.

  • 06.40

    E si parte… La sigla è sempre quella. Mi ricorda l’infanzia.

  • 6.40

    “Buongiorno! Siamo tornati! Siamo contenti! Vero Francuzzo?”… inizia così Francesca Fialdini, che ha ancora l’aria un tantino assonnata. Per entrare nel nuovo bioritmo ci vuole tempo. “Hai detto tutto tu” ribatte col sorriso Di Mare. “Vabbé, tanto poi tu dici tutto il resto…” scherza la Fialdini. Se non fosse lei, penserei che si inizia subito con una critica.

  • 06.42

    Primo argomento: l’emergenza profughi. “Londra non cambia posizione”. Se ne parla col corrispondente Rai da Bruxelles per fare il punto sulla posizione dei vari paesi europei.

  • 06.45

    Opinione di Christopher Hain, del Consiglio Italiano Rifugiati al telefono. Una domanda la fa anche la Fialdini.

  • 06.48

    Mi sa che le ferie hanno lasciato qualche chilo di troppo su Franco Di Mare. Beh, tanto a forza di levatacce avrà – purtroppo per lui – modo di eliminarli.

  • 6.49

    Dopo 9′ sul dramma dei migranti, primo video inutile ‘dal web’ sulla guerra a cuscinate di West Point. #MaAncheNo

  • 6.50

    Altro argomento: corsa contro il tempo per i lavori per il Giubileo straordinario al via l’8 dicembre, tra opere pubbliche e trasparenza. Se ne parla con Emilio Orlandi di Repubblica.

  • 6.53

    Che tempo fa. No, ma un blocco di qualche minuto in più potrebbero anche permetterselo… A prima mattina, soprattutto, i riflessi dei telespettatori so’ lenti: neanche il tempo di capire di che si parla che cambia… Ok al principio di presentare gli argomenti come se si sfogliasse il giornale del mattino, ma almeno date il tempo di focalizzare…

  • 06.56

    Primo Tg1. Per ora l’equilibrio tra i conduttori è mantenuto: Migranti più a Di Mare, Giubileo più a Fialdini. E la coppia funziona.

  • 07.12

    Anche il Tg1 saluta il ritorno di Fialdini e Di Mare.

  • 07.13

    Si torna in studio. Gli argomenti politici sono affidati, anche quest’anno, a Di Mare. C’è solo lui nell’approfondimento con Antonio Tajani, Vicepresidente Vicario del Parlamento Europeo, e Loredana De Petris (SEL) per parlare di politiche europee sui migranti.

  • 07.21

    E l’emergenza migranti diventa la solita occasione per la campagna ‘elettorale’ tra FI e SEL.

  • 07.22

    Per cambiare pagina, si passa prima alla ‘postazione web’ (SIC) per una capatina sull’opinione del New York Times sulla questione migranti.

  • 07.23

    Cronaca nera? Arriva la Fialdini (Ma non da solo). Si va in diretta al Rione Sanità a Napoli dove in poche ore sono stati uccisi due ragazzi. Una nuova guerra di Camorra.

  • 07.25

    Presidente della III Municipalità di Napoli, Giuliana Di Sarno, in collegamento dalla Sanità ripete: “Qui siamo come a Baghdad”. Il quartiere intanto dice che il 17enne Gennaro Cesarano era un bravo ragazzo, nonostante i precedenti di rapina. La questione però è seria: in mancanza delle vecchie famiglie, a contendersi il controllo del territorio ci sono baby gang senza scrupoli.

  • 07.27

    Interrotto bruscamente il collega da Napoli per dare in studio la parola al sociologo Domenico De Masi. Mi pareva strano non lo consultassero….

  • 07.29

    Sei minuti scarsi per un collegamento e un’opinione da studio, quindi il Tg1. Ma no? Dopo se ne riparla, vero?

  • 07.30

    Seconda edizione del Tg1, questa in LIS.

  • 07.35

    Si presenta la rubrica di Dose e Presta, che la prossima settimana inaugureranno ‘Conigli a colazione”. Almeno una botta di energia al mattino ci vuole.

  • 07.36

    ODDIO! Si parla di fisco prima delle 8.00 del mattino? Argomento: aggio di Equitalia. Arabo. Strettissimo. No, non mi applico proprio. A quest’ora è un crimine! Mi spiace per la Fialdini… è toccato a lei (probabilmente perché quando si parla di economia domestica/familiare/individuale si pensa subito alla donna, coscienziosa e attenta alle spese…)

  • 07.39

    ODDIO 2! Pure il servizio sulle cartelle pazze arrivate da Equitalia senza avviso di conciliazione bonaria.

  • 07.41

    5′ in tutto al fisco. Beh, record. E si torna ai video stupidi, mi sia concesso, usati a mo’ di cambio argomento. Ora tocca al cavallo sulla spiaggia. No, ma davvero ancora si guarda al web come la ‘cava’ delle boiate? “L’avventura alla fine è andata bene, perché non è successo niente”… va’, davvero????

  • 07.44

    Con Umberto Broccoli si ricorda Giuni Russo, nata il 10 settembre 1951, scomparsa il 14 settembre 2004. La si ricorda tra compleanno e anniversario di morte.

  • 07.45

    La domanda è: perché se si parla di Giuni Russo, sul wall c’è solo Battiato?

  • 07.46

    Breve clip sulla sua ultima esibizione a Sanremo, calva per la sua malattia, che canta Morirò d’amore: commosse allora, quasi commuove ancora adesso. E la regia stringe sugli occhi della Fialdini. Ma perché questi tocchi anni ’80? Non si riesce a uscirne?

  • 07.47

    Dopo l’ennesima clip dal web, l’editoriale di Franco Di Mare che mette da parte il solito discorso sull’anno scolastico/lavorativo da iniziare per trattare il valore dell’immagine di Aylan, che con la sua maglietta rossa ricorda la bambina di Schindler’s List dal cappotto rosso.

  • 07.53

    Di nuovo il meteo. Le previsioni non sono cambiate….

  • 07.55

    Dopo il Tg1 il ministro Maria Elena Boschi e Massimiliano Allegri.

  • 08.01

    Nuova edizione del Tg1.

  • 08.37

    Si torna in studio. Beh, 40 minuti per riprendersi. E si riparte dalle truffe agli anziani con un collegamento da Firenze, che sembra diventata la “capitale delle truffe agli anziani”.

  • 08.38

    ATTENZIONE! Se qualcuno chiede soldi a nome di vostro figlio/nipote di persona o per telefono non dateglieli. Ah, e non date confidenza quando andate a prendere le pensioni…

  • 08.44

    Ah, ci mancava la paginetta di gossip dal web: si va da Kate, William e forse una terza (?!) gravidanza.

  • 08.45

    Collegamento con Maria Elena Boschi, ‘signora Ministro’ (“ma anche Maria Elena va bene”) per parlare di economia e di dati di ripresa, tra PIL e posti di lavoro.

  • 08.49

    Domani riforma del Senato… vabbè, diciamo che più che un’intervista è uno spazio dell’accesso.

  • 08.51

    “Non penso ci possano essere cittadini di Serie A e B in base a chi amano. Vogliamo il segno + anche vicino ai diritti civili”: si guarda alle unioni civili…

  • 08.52

    La Fialdini introduce il tema dell’immigrazione e dei rifugiati. Ma appare la didascalia sulle Tasse sulla Casa. poi correggono con Il Dramma Immigrazione. Bene, sappiamo di che si parla dopo…

  • 08,54

    Foto di Aylan: “Non può che toccare la foto sulla spiaggia così come quelle che lo vedono giocare col fratellino. Ma tocca così come tante altre foto del dramma e ci ricordiamo anche del lavoro dei volontari e delle Forze dell’ordine e della Marina che aiutano ogni giorno a salvare vite umane”.

  • 08.55

    Da donna a donna, quanto è difficile per una donna combattere pregiudizi per arrivare a posti importanti: “L’Italia ha fatto passi avanti. Siamo il quarto governo al mondo per presenze femminili…”.

  • 08.57

    E’ forse uno dei blocchi più ‘lunghi’ della puntata: quasi 10 minuti su uno stesso argomento. Siamo al record.

  • 08.58

    Pubblicità e ancora un’edizione del Tg1. Vabbè, ma non fanno prima a fare una all news al mattino? Integrano direttamente il Tg1 nello studio e almeno si evita questo continuo entrare e uscire dal programma.

  • 09.09

    Uh, giusto per restare in tema, ospite Mario Orfeo, il direttore del Tg1. Fu ospite anche l’anno scorso e per scaramanzia…

  • 09.10

    Che UnoMattina sarà? “Bella perché piena di approfondimenti. Bella perché utile, con tanti consigli. Bella perché divertente, con tanta voglia di sorridere. Bella perché entusiasmante, con la vostra energia” dice Mario Orfeo. Di approfondimenti per ora, però…

  • 09.10

    Di Mare: “Sei alla guida di una delle più grandi industrie editoriali italiane….”; Orfeo: “Vabbè, ce la stiamo suonando e cantando da soli…”. Eh beh, UN PO’ sì….

  • 09.13

    Vabbè, tocca a Orfeo presentare le novità, dalle finestre aperte sulle varie sedi di corrispondenza, sul fatto che UnoMattina debba accendere un faro sul Sud (scomparso da economia e politica) e sulle eccellenze italiane.

  • 09.15

    Orfeo porta in dote la seconda parte dell’intervista del Tg1 a Bono Vox, in esclusiva per UnoMattina. Vabbè, un minuto e mezzo scarso, eh.

  • 09.17

    “In collegamento da Milano il Mister dei Mister, Massimiliano Allegri!”: così Francesca Fialdini presenta il tecnico della Juve. Vabbè, facciamoci amico il pubblico non juventino.

  • 09.19

    Il tutto per presentare un’app sul calcio. C’è un ritardo tra Roma e Milano che manco con l’Afghanistan…. Allegri e Aurelio Capaldi di Rai Sport stanno in un compound?

  • 09.21

    Eh, la vendetta degli anti-juventini: il microfono di Allegri non funziona. Tra il ritardo audio, il mal funzionamento del microfono e l’emozione da fans della Fialdini il momento è alquanto imbarazzante.

  • 09.23

    “le faccio una domanda anche un po’ imbarazzante, ma sono un giornalista e faccio anche domande scomode che Francesca da tifosa non farebbe…. come lo vede questo inizio di stagione non proprio esaltante?…” Vabbè.

  • 09.24

    Si cambia pagina e per farlo scattano delle immagini di Arancia Meccanica. Beh, alle 9.25 ci stanno benissimo, eh. Il tutto per tornare con Umberto Broccoli. Altro momento storia per ricordare che nel 1971 a Venezia c’era proprio Kubrick.

  • 09.27

    Broccoli ci racconta cosa è successo il 7 settembre di vari anni fa… è il suo secondo appuntamento nella mattinata. Finora è stato il vuoto cosmico. Diciamo che l’unica cosa ‘degna di nota’ (per quanto possa esserlo) è il collegamento con la Boschi. Fine. Stop.

  • 09.29

    No, vabbè. Sembra uno scherzo, ma c’è un’altra edizione del Tg1.

  • 09.38

    Ah, mancano 10 minuti alla fine: si parla del caso Lovato, la mamma dell’acido; oggi il compagno di reato e di vita incontrerà per la prima volta il figlio. Se ne parla con Sansonetti, la psicoterapeuta Parsi e con un sondaggio dell’IPR Marketing.

  • 09.42

    Ecco il sondaggio… La Parsi si lamenta del poco tempo a disposizione per ragionare sul tema. Eh beh, e datele torto!

  • 09.48

    Promo della fiction Anna e Yusef, con servizio/intervista a Vanessa Incontrada. Dura meno di due minuti.

  • 09.49

    “Come mi è sembrata questa prima puntata? Bella, effervescente, piena di cose nuove” dice la Fialdini. Risponde Di Mare: “Bello anche il collegamento con Allegri: forse si sentiva male perché era dal fondo della classifica…”. Beh, la trovo la migliore battuta della giornata. Mi sa che io e la Fialdini abbiamo visto due programmi diversi…

UnoMattina 2015 è una parentesi blu tra un’edizione e un’altra del Tg1.
Blu per la tradizionale preminenza del colore nella confezione, ma anche per la preponderanza di Franco Di Mare sulla Fialdini. Questa, però, è un’altra storia.
Si farebbe prima a chiamarlo Tg1 Mattina e a reclutare un paio di giovani di belle speranze per gestire quei 10/15 minuti che intercorrono tra un tg e l’altro. Nessuna rubrica impegnativa, però, perché in 5′ c’è tempo di una spolveratina su un argomento più che un approfondimento. Organizzare un collegamento in diretta da Napoli per raccogliere una dichiarazione una sugli ultimi omicidi alla Sanità o scomodare Domenico De Masi per rispondere a una domanda una sulla trasformazione della malavita partenopea non è proprio il massimo dell’ottimizzazione delle risorse. E non parlo delle risorse economiche, ma di quelle narrative. Irritante. Per telespettatori e, immagino, anche per gli ospiti.

Il copione si ripete per tutti gli argomenti trattati, in rapida successione, dalle 6.40: dai migranti/profughi (l’unico tema che oggi merita un po’ più di attenzione, grazie soprattutto all’editoriale di Di Mare, lo spazio “Sarò Franco”) alle truffe agli anziani, dall’escalation di omicidi a Napoli all’ospitata di Mario Orfeo, direttore del Tg1 al quale si chiede – scaramanticamente – di presentare l’edizione 2015-16, visto che l’anno scorso è stato fatto e l’annata è andata bene, per arrivare all’argomento del talk: “E’ giusto che Martina Lovato e il compagno Alexander Boettcher vedano il figlio?”. S’apre il dibattito con tanto di sondaggio e richiamo al buon senso. Qualunque esso sia. Sarà che dopo 3 ore di tg ho le idee confuse, ma ho a tratti la sensazione di essere nel salottino di Quelli della Notte a discutere con Pazzaglia su “Deve la moglie di Cesare essere al di sopra di ogni sospetto?”.

0907_091752_unomattina.jpg

La coppia Fialdini-Di Mare non mi dispiace, sia singolarmente che insieme. Bravi soprattutto a gestire i tempi sempre strettissimi senza essere ansiogeni: con argomenti da trattare in 2/5′ non è facile. Per nulla.
Certo, in questa prima prova la freschezza della Fialdini è stata messa a dura prova dall’intervista ‘tifosa’ ad Allegri: rimpiango sempre i tempi di Paolo Valenti, che non ha mai rivelato il suo amore per la Fiorentina. Non sta a me neanche dare lezioni, ma diciamo che le chiacchierate con il Ministro Boschi e con l’amico Orfeo sono ‘perfette’ per un rotocalco, un po’ meno per un approfondimento. Ma considerato che sempre del Tg1 si parla, di certo non stonano, ecco…

Lo ammetto: ho un po’ rimpianto la bella coppia Zucchini/Ceran, ma conoscendo Fialdini e Di Mare ci vuole forse un qualche giorno per rodarsi dopo le ferie.
La cosa davvero irritante è la frammentazione della scaletta, il trattamento degli argomenti, l’invadenza soffocante delle edizioni del tg. Forse è il caso di cambiare decisamente formula: nell’era delle all news, con Sky Tg24 sul DTT e con il Tg1 così preponderante, forse è arrivato il momento di pensare a un Tg1 integrato nello studio (un’integrazione del talk nello studio del Tg sarebbe una rivoluzione della liturgia informativa dell’ammiraglia Rai credo ancora troppo scioccante), con edizioni più snelle e una dialogo continuo tra giornalisti in studio e anchorman/woman. Si potrebbe fare infotainment con ‘tutti i colori della cronaca’ riuscendo però anche a creare un ritmo e senza mortificare argomenti, ospiti, opinioni e professionalità.
La fortuna di UnoMattina, però, è che il suo pubblico cambia nel corso della mattinata. E’ un vantaggio. Poi inizia il programma successivo e si finisce per apprezzare di più quanto accaduto prima. Ma questa è un’altra storia.

Uno Mattina 2015 | 7 settembre | Prima puntata in diretta

Uno Mattina | Anteprima prima puntata

unomattina.jpg

La stagione 2015-16 di UnoMattina parte oggi, lunedì 7 settembre alle 6.40 su Rai 1, e prosegue fino a giugno andando in onda dal lunedì al venerdì. Alla conduzione ritroviamo Franco Di Mare e Francesca Fialdini.Attualità, cronaca, politica, economia – anche domestica -, spettacolo e tutto quello che fa informazione tornano a costituire l’agenda del giorno, tra nuove rubriche e appuntamenti consolidati.

UnoMattina 2015-2016 | Rubriche e novità

Insieme alle pagine sui consumi, curate da Francesca Fialdini. ritroviamo le rubriche”Sarò Franco”, nella quale ogni giorno Di Mare tratteggia un ritratto caustico e personale dell’Italia di oggi, e “In diretta dalla Storia”, di Umberto Broccoli. Tra le novità, il lunedì si farà il “giro del mondo” con i corrispondenti delle sedi Rai con storie raccolte appositamente per UnoMattina, quindi il martedì, accanto al consueto aggiornamento dell’agenda politica di Marco Frittella, collegamento con”Il ruggito del coniglio”, programma cult di Radio Due, per fare un ironico punto della giornata con Marco Presta ed Antonello Dose. Conquista unno spazio fisso anche il cinema, coperto il giovedì da Paolo Sommaruga con anticipazioni, novità e indicazioni sui film in sala e su quelli in corso d’opera. Il programma andrà anche alla scoperta dell’Italia delle start-up, tra idee, innovazione e imprenditoria con un bus che attraverserà lo Stivale con una redazione dedicata.

Il Caffè di Raiuno – 2015/2016

Ogni mattina, dal lunedì al venerdì, dalle ore 6.01 alle ore 6.27, “Il Caffè di Raiuno” dà il buongiorno ai telespettatori della Rete Ammiraglia con ospiti, notizie e approfondimenti legati alla cultura e alle principali tendenze e dinamiche sociali dell’Italia e del mondo. Il programma, condotto da Cinzia Tani e Guido Barlozzetti, e arricchito degli aggiornamenti al touch screen di Gemma Favia, dall’oroscopo ilare e fraterno di Jupiter e dai servizi in esterna dei propri inviati, è il corollario del contenitore dedicato alla cultura, declinata però, con moduli narrativi sperimentali e tesa alle nuove tendenze.

Uno Mattina 2015-2016 | Come seguirlo in diretta e in streaming

Come detto, UnoMattina va in onda dal lunedì al venerdì, dalle 6.40 alle 9,50 in diretta su Rai1 e in live streaming sul portale Rai.tv, dove è poi possibile recuperare puntate e clip. E’ possibile rivedere ciascuna puntata in replica su Rai Replay nei sette giorni successivi alla prima visione.

UnoMattina | Second Screen

Il programma ha un sito internet dedicato, una pagina Facebook ufficiale (ma non particolarmente aggiornata) e un profilo Twitter ufficiale, @unomattina. Come hashtag per commentare su Twitter si può usare #UnoMattina.

Ultime notizie su Unomattina

Unomattina è lo storico contenitore della morning news di RaiUno, in onda dal 22 dicembre 1986 dalle 7.

Tutto su Unomattina →