Paris (Rai Sport) difende Trapattoni: “Ha inventato nuovo modo di essere commentatore tecnico”

Anche il Trap si difende: “Parlo della partita agli italiani così come ho sempre fatto negli ultimi anni alle mie squadre”.

Il giorno dopo il debutto da commentatore tecnico di Giovanni Trapattoni nella telecronaca di Italia-Malta su Rai1, Carlo Paris replica alle critiche (noi abbiamo definito disastrosa la prova dell’ex ct della Nazionale). Il direttore di Rai Sport si dice soddisfatto del Trap:

Premesso che sono sempre stato favorevole a una telecronaca con meno voci possibili, peraltro difficile in stadi non pieni, ma devo dire che Giovanni Trapattoni, al suo esordio ieri come commentatore tecnico per la Nazionale, ha inaugurato un nuovo modo di ricoprire questo ruolo televisivo, completamente diverso da quello di altri commentatori. Con lui al microfono si ha la sensazione di sentire lo stesso spirito di un allenatore in panchina. Questo perché pur dando ovviamente delle indicazioni tecniche tipiche di un commentatore, lui vive la partita quasi dovesse parlare non solo ai telespettatori ma anche ai giocatori in campo e questo è quello che è piaciuto. Social network, quotidiani, messaggi giunti in redazione: c’è una grandissima dimostrazione di affetto del mondo dello sport e non solo per il Trap. Lo riscontriamo anche nelle sue partecipazioni alla Domenica Sportiva.

Dal canto suo il decano degli allenatori italiani all’Ansa si difende così:

Mi stupisco di tutto questo stupore sul mio esordio da telecronista della nazionale. Parlo della partita agli italiani così come ho sempre fatto negli ultimi anni alle mie squadre: sono abituato a rivedere e commentare le immagini video. Ma attenzione: ho ricevuto molti complimenti, ma mi sento sempre allenatore dentro, se capita l’occasione…

Che l’addio del Trap alla Rai sia già dietro l’angolo?

I Video di TvBlog