Willy il Principe di Bel-Air, Will Smith produce il remake

Will Smith sta lavorando al remake di Willy il Principe di Bel-Air, la sit-com che lo rese famoso, che dovrebbe produrre

Willy il Principe di Bel-Air

Quando Will Smith ancora si era dato al cinema, era protagonista di una delle sit-com più famose degli anni Novanta, ovvero Willy il Principe di Bel-Air. Ora, lo stesso Smith sta lavorando ad una nuova versione della popolare serie tv, che andò in onda per sei stagioni, dal 1990 al 1996, sulla Nbc.

Smith, infatti, sarà produttore tramite la sua casa di produzione, la Overbrook Entertainment, e con James Lassiter, Caleeb Pinkett e la moglie dell'attore Jada Pinkett-Smith. Non è chiaro se la nuova versione dello show sarà un reboot o un sequel del telefilm, come successo con Fuller House, seguito de Gli amici di papà prodotto da Netflix. Il progetto è alla fase embrionale, ed a breve si inizierà a cercare un network interessato alla serie.

Willy il Principe di Bel-Air ha permesso a Smith di farsi conoscere non solo come rapper, ma anche come attore. Lo show aveva al centro Willy, giovane rapper poco incline alo studio che, per volere della madre, viene spedito da Philadelphia a Bel-Air per evitare di incontrare cattive compagnie e cercare di dedicarsi allo studio.

Nella villa degli zii Vivian (interpretata nelle prime tre stagioni da Janet Hubert-Whitten e nelle seguenti da Daphne Maxwell Reid) e Philip Banks (James Avery, scomparso nel 2013), Willy deve abituarsi allo stile di vita benestante ed ad una serie di regole severe, mettendo a soqquadro la vita degli zii e dei loro figli Carlton (Alfonso Ribeiro), Hilary (Karyn Parsons) ed Ashley (Tatyana Ali), a cui si aggiunge, dalla quinta stagione, Nicky (Ross Bagley). Willy impara a comportarsi come si deve senza però perdere la sua vivacità, al centro di numerose gag, riuscendo a portare un po' di buonumore nella villa ed a svelare lati più comici anche del rigido maggiordomo Geoffrey (Joseph Marcell).

Come ipotizzammo qualche tempo fa, il tema dello scontro tra culture e generazioni potrebbe ancora far ridere il pubblico, anche se la nuova versione di Willy il Principe di Bel-Air dovrà ricordarsi che i tempi sono cambiati ed alcune situazioni non potrebbero più essere così esilaranti. La tv americana, quindi, è in preda ad una mania di riportare in tv show di successo -da ultimo, le voci di un possibile reboot di Xena-Principessa guerriera-, cercando di incuriosire il pubblico mantenendo il cast originale. In questo caso, Smith sarà produttore, ma si potrebbe pensare che sarebbe disposto a comparire in qualche episodio. Ma il remake di Willy il Principe di Bel-Air ha un'altra incognita: sarà possibile realizzare una sigla che sia orecchiabile come quella degli anni Novanta? Questo, forse, è il compito più difficile per Smith.

[Via TvLine]

  • shares
  • Mail