Fanta Amici in Break: il daytime di un talent diventa una marchetta continua sul web

Il daytime del talent show di Maria De Filippi in esclusiva per il web è diventato una marketta continua.

Che Maria De Filippi abbia sempre avuto un occhio attento alla Rete è un dato assodato. E che Amici avrebbe avuto una nuova versione tutta virtuale lo aveva promesso Alessandro Salem, direttore Generale Contenuti di R.T.I.

Si era parlato già da quest’estate di uno sviluppo di Amici per il web, a supporto di quanto si vede in televisione, con contenuti inediti sui protagonisti della nuova edizione.

L’esperimento è cominciato qualche mese fa con le pillole dei Casting in corso, lanciate sul sito ufficiale della trasmissione, col classico formato virale alla Youtube. Ma la vera “rivoluzione” è la striscia del daytime, che non solo su Canale5 non è ancora arrivato, ma non si vedrà – con buona pace di Pomeriggio Cinque – prima di gennaio 2013 (mentre gli speciali del sabato partono il 24 novembre, altrettanto tardi rispetto agli anni passati).

Gli orfani del talent show si sono potuti consolare con altre vie. Da lunedì 22 ottobre, infatti, è cominciato Fanta Amici in Break. E la collocazione in prima visione non è televisiva ma virtuale. La striscia quotidiana, infatti, va in onda in prima visione sull’homepage di Fanta alle 16.30 e solo alle 17.00, sino alle 17.10, su La5, dove si intitola Aspettando Amici 12 – Amici Fanta.

Quando si dice che il product placement la fa da padrona. Se anni fa era più Amici che faceva gola agli sponsor, da Deha a Tezenis, è già dall’ultimo Amici in Tour brandizzato Nokia che si è riscontrato il processo contrario. Mantenere una macchina così esosa per tutto l’anno, garantendo lezioni e stage ai ragazzi a costo zero, è diventato impossibile per Fascino senza i co-branding con i marchi pubblicitari. E fin qui è tutto lecito, visto che parliamo pur sempre di tv, per giunta commerciale.

Ma in Fanta Amici in Break si supera ogni limite. Perché si dà il caso che quelli chiamati “professori” si prestino a gag in cui il solo obiettivo è pubblicizzare lo sponsor. Roba da giochi Bilboa di Non è la Rai.

Qualche giorno fa, ad esempio, c’era Zerbi che fingeva di corteggiare le sue colleghe sorseggiando aranciata davanti al distributore. E le colleghe lo deridevano bevendo, a loro volta, Fanta.

Il tutto mentre vecchi Amici come Carlo Alberto DI Micco, Jonathan Gerlo e Diana Del Bufalo – praticamente i cocchi di Zanfo – intervistano in maniera mordi e fuggi i nuovi provinanti. Una tv pensata per il web (che si sfrutta per far marchette senza dargli contenuti) o a prova di crisi?

Se fino a qualche anno fa le lezioni di Amici andavano in tempo reale sul satellite, oggi la didattica pare seguire il destino delle scuole private, vaticinando che senza sponsor anche gli insegnanti della tv non chiuderebbero l’anno. Ricordiamo che tra i nuovi maestri di Amici ci sarà Roberto Vecchioni, testimonial dei criticati spot sulla scuola promossi dal Miur (che ha pensato bene di girarli in una patinatissima scuola privata tedesca).

Se si comincia col registro di Amici macchiato di Fanta anche sui banchi veri, più che sentir suonare la campana, si prospetta un bel campanello d’allarme.