Belen Rodriguez a Domenica Cinque: "Lucio Presta, il nostro agente". Un'intervista per costruire il personaggio

Belen Rodriguez Domenica Cinque

Belen Rodriguez a Domenica Cinque
Belen Rodriguez a Domenica Cinque
Belen Rodriguez a Domenica CinqueBelen Rodriguez a Domenica Cinque
Belen Rodriguez a Domenica Cinque

Appare innocua, l'intervista a Belen Rodriguez che fa la Panicucci a Domenica Cinque. Fino ad un certo punto, la dichiarazione più "shockante" riguarda il primo casting. In cui la Rodriguez disse: La schedina... preferisco fare la letterina. Uno scoop, insomma.

Poi, in qualche modo si smentisce Oggi a proposito della reazione di Lucio Presta: secondo il settimanale, l'agente avrebbe pensato di scaricare la Rodriguez. La Panicucci: "Lucio è il tuo agente". Belen: "Il nostro". E lo salutano, fra risate e applausi. La Rodriguez diche che Presta le aveva anticipato della possibilità di fare il Festival, se si fosse comportata bene. E così è stato. "Luci dice che mi sono comportata bene al 70%", ride Belen.

Poi, la showgirl dice che la sua agenzia si è presa in carico anche il fatto che lei si sia fidanzata con il soggetto (che poi sarebbe Fabrizio Corona. Sarebbe il momento, dunque, di parlare di recenti fatti di cronaca. Ma no, niente: la Panicucci dice - il momento era evidentemente in scaletta - che essendoci di mezzo un bambino preferisce non parlarne. "Ci vuole rispetto", chiosa la Rodriguez. "Rispetto" sarebbe portare un bambino all'estero senza il consenso della madre? E ignorare la cosa? Mah.

Della sua relazione con Corona, la Rodriguez dice che con lui si sente veramente donna, e che è proprio con lui che immagina una famiglia. Non c'è tempo per affrontare argomenti seri. Bisogna costruire la Rodriguez come artista a tutto tondo. E così, eccola in versione tanguera, e poi con la chitarra à la Carla Bruni: ci vorrebbe l'auto-tuning, per l'intonazione.

"Non ho mai fatto un calendario", dice. "Un solo servizio in cui si vedeva il seno, che poi è stato impostato come calendario".

Mmm. Ce ne risulta uno nel 2006. E poi un servizio per Playboy, e un altro per la Fer. Insomma, un'intervista che serve, più che altro a celebrare Belen e a continuare nell'operazione di costruzione del personaggio. Impossibile pensare che una conduttrice della scuderia-Presta facesse del male, anche solo con qualche domanda scomoda, a una showgirl della scuderia-Presta.

  • shares
  • +1
  • Mail
65 commenti Aggiorna
Ordina: