Striscia La Notizia annulla Veline e lancia la sfida alla Rai


Striscia La Notizia lancia la sfida continuando la sua crociata. Il contrattacco del programma di Antonio Ricci, accusato di essere capofila ed emblema di un sistema mediatico che lede la dignità delle donne, coinvolge la trasmissione Veline con una mossa senza precedenti. Il programma estivo di maggior successo dell'intero palinsesto Mediaset e della nostra tv generalista non andrà in onda come "segnale" di un cambiamento tangibile da parte di Striscia.

La stessa presenza delle veline nell'edizione 2011/12 del tg satirico è in discussione, ma a delle condizioni precise: la cancellazione di Miss Italia "programma dove la donna per antonomasia è militarizzata" da parte della Rai e la chiusura, da parte del Gruppo L'Espresso, del settimanale "D-La Repubblica delle donne" e del mensile "Velvet", "dove la dignità delle donne è ridotta da sempre ad attaccapanni". Se queste condizioni saranno accettate da Rai e da L'Espresso Striscia cancellerà le sue veline.

La provocazione, di sicuro impatto, difficilmente verrà raccolta dalla tv di stato e dal gruppo editoriale che fa capo a De Benedetti. In quel caso, specifica Striscia nel suo comunicato, Costanza Caracciolo e Federica Nargi saranno confermate per la quarta stagione consecutiva, fatto mai accaduto nei 23 anni di messa in onda del tg satirico.

Ecco il testo del comunicato stampa di Striscia:

Quest’anno, dopo tre edizioni di Striscia la Notizia, le Veline Costanza Caracciolo e Federica Nargi, come da tradizione, dovrebbero essere sostituite. Il Tg satirico di Canale 5 ha deciso di rinunciare provocatoriamente al concorso estivo Veline 2011 e propone un patto.

A partire dalla prossima stagione Striscia la Notizia eliminerà le Veline dal cast. In cambio chiede alla Rai di cancellare dal palinsesto la prossima edizione di Miss Italia, programma dove la donna per antonomasia è militarizzata, e al Gruppo Espresso (la cui macchina del fango anche oggi ha pesantemente colpito le Veline con un articolo edito da “Affari e finanza” a firma Paola Jadeluca), di rinunciare alle sue due veline: il settimanale “D-La Repubblica delle donne” e il mensile “Velvet”, dove la dignità delle donne è ridotta da sempre ad attaccapanni.

Se entro settembre niente sarà cambiato, Striscia la Notizia, dopo aver dimostrato le proprie migliori intenzioni, si vedrà costretta a riconfermare le Veline (Costanza e Federica) in carica quest’anno.

Ricordiamo che le Veline di Striscia, additate come l’origine di tutti i mali, nascono soprattutto come parodia di Espresso e Panorama che hanno sempre utilizzato donne oggetto per le loro copertine.

  • shares
  • +1
  • Mail
52 commenti Aggiorna
Ordina: