Campioni di ballo su Mediaset Extra riunisce Lorella Cuccarini e Barbara d'Urso alla domenica

urso lorella

    DA NOTARE la faccia della d'Urso già ante Videonews. Questo dimostra che le facce le vengono proprio naturali da sempre!

Il digitale terrestre, sempre sia lodato. Se non fosse per il progresso che avanza, noi telecultori della prima ora non avremmo l'opportunità di rispolverare gli archivi Mediaset che sembravano morti e sepolti. E' da Operazione Five, andato in onda nel 2000, che la tv commerciale non ci faceva rivedere 'seriamente' pezzi della sua storia (che in fatto di intrattenimento resta piacevolissima da riscoprire). Lo stesso Super Show nel 2008, andato in onda nell'access domenicale di Canale 5, ha deluso le aspettative (è seguito, qualche mese fa, il più godibile esperimento di Polpette nel daytime di Italia1, poi altrettanto archiviato).

Ora, che La5 trova la sua identità a colpi di cartoni cult e serie da naftalina come Love me Licia, anche la neonata Mediaset Extra non scherza in quanto a vintage di grido. La domenica pomeriggio della nuova rete free Mediaset, per il digitale terrestre, è all'insegna dei grandi marchi di una volta che non rivedevamo da secoli, riprodotti integralmente con appuntamento fisso settimanale. Si tratta di Bravo Bravissimo (perché è trasmesso dalla seconda edizione e non dalla prima?) e, soprattutto, Campioni di ballo.

Campioni di ballo era un'autoproduzione realizzata nella più totale artigianalità (lo si vede sin dalla confezione più che ruspante) da Lorella Cuccarini e suo marito, il produttore Silvio Testi. Nato inizialmente come spazio all'interno di Buona Domenica, è in seguito divenuto programma autonomo, in onda su Retequattro e poi nella stagione 1998/1999 su Canale 5.

Il format Ballando con le stelle alias Dancing with the Stars, a sua volta derivato da Strictly come dancing, risale invece alla metà del nuovo millennio: non che la Cuccarini sia stata copiata da Ballandi, ma fa sorridere che la struttura del programma, a colpi di gare di ballo e voti di una giuria tecnica con voce fuori campo, sia la stessa.

Campioni di ballo su Mediaset Extra




La Carlucci ha sempre detto di essere stata ispirata dal successo del film Shall we dance?, film a tema con Richard Gere e Jennifer Lopez, ma la verità è che il mondo delle scuole di ballo aperte alle persone comuni (non a vip) è stato sdoganato dalla Cuccarini, la prima a portare la balera in televisione con grandi ascolti. Solo per un'edizione Milly ha realizzato un concorso parallelo aperto anche ai nip, ma poi non è stato più confermato.

Al fianco di Lorella c'erano due valletti di pregio come Amadeus e Claudio Lippi, guarda caso tutt'ora legati alla sua agenzia, come poi Giampiero Ingrassia che ha recitato con Lorella in Grease. E poi ancora la Premiata Ditta, con un Pino Insegno che 'flirtava' forse qui per la prima volta interagiva qui con la sua futura ex moglie Roberta Lanfranchi, presente nel corpo di ballo. In più, l'orchestra era di Peppe Vessicchio (oggi maestro di Amici), alla chitarra c'era il maestro Pica (passato dall'insegnare teoria musicale a Saranno Famosi all'accompagnare alla chitarra i bambini di Io Canto) e alla regia non poteva mancare Roberto Cenci, oggi guru dei teen talent nonché regista del primo Saranno Famosi.

Ma la vera sorpresa, o sarebbe meglio dire la vera ironia della sorte, è quella che ha visto nella prima puntata di oggi irrompere come ospite ballerina... Barbara d'Urso (alle prese con un'irresistibile passo a tre con Lippi e Amadeus). E' così che, in un questo tuffo di amarcord, le due rivali della domenica Lorella e Barbarella si riuniscono qualche ruga fa. E la Cuccarini fa un complimento alla sua futura "nemica":

"Tu sei stata perfetta, il problema vero di questa trasmissione sono loro (riferendosi simpaticamente a Lippi e Amadeus, ndr)".

Una cosa, però, va detta. Donelli ha fatto in modo che Campioni di ballo finisse esattamente prima dell'inizio di Domenica in... onda. Anche se rivedere Lorella in vesti domenicali così allegre, mentre la d'Urso di oggi ci ammorba con la cronaca, fa venire tanta nostalgia della Buona Domenica che fu.

Come nota a margine, è un peccato che il proliferare di format sul ballo in arrivo, da Let's dance a So you think you can dance, non veda coinvolta l'ormai impegnata Cuccarini (la cui conduzione di Vuoi ballare con me? su SkyUno è stata altrettanto azzeccata).

































  • shares
  • +1
  • Mail
44 commenti Aggiorna
Ordina: