Apple e gli investimenti nelle serie tv, da Little Voice ai progetti di Chazelle e Shyamalan

Sono 11 le serie tv finora annunciate da Apple, tra cui l'ultima Little Voice un dramedy musicale prodotto da JJ Abrams con le canzoni originali di Sara Bareilles

apple.jpg

Apple si prepara ad entrare in modo massiccio e deciso nel mondo delle serie tv. Il 2019 sarà un anno molto importante dal punto di vista della serialità internazionale, oltre all'ingresso di Apple nel settore, assisteremo alla nascita delle prime produzioni del servizio di streaming della Disney, all'aumento delle produzioni di Facebook Watch e di YouTube Premium (ex Red), che già quest'anno grazie al seguito di Karate Kid, Cobra Kai, ha ricevuto molte attenzioni internazionali. Inoltre Amazon, Netflix e gli altri operatori di streaming e non continueranno ad investire nella produzione di serie tv.

L'impatto che tutto questo avrà sul mondo fuori dagli Stati Uniti non è ancora chiaro. Al momento non sappiamo se Apple lancerà un proprio servizio di streaming autonomo o se i contenuti saranno veicolati tramite iTunes sia negli Stati Uniti che nel resto del mondo. Non sappiamo quindi se deciderà di distribuire autonomamente attraverso una piattaforma proprietaria o se deciderà di rivendere ad altri operatori, soprattutto nel resto del mondo. Il massiccio investimento con ben 11 serie tv in produzione, lascia però supporre che Apple voglia mantenere la proprietà dei contenuti e procedere alla realizzazione di un servizio di streaming.

Apple ordina Little Voice


Tra le serie tv ordinate da Apple, l'ultima in ordine di tempo è Little Voice, un dramedy romantico musicale da 30 minuti, ordinato in 10 episodi, prodotto da J.J. Abrams e Warner Bros, creato da Jessie Nelson (I Am Sam), che sarà anche regista del primo episodio e showrunner, con le musiche originali di Sara Bareilles, vincitrice di Grammy e Tony Award.

attends/speaks onstage at The New York Times New Work Summit on March 1, 2016 in Half Moon Bay, California.

Little Voice, che ha lo stesso titolo dell'album di Bareilles, è descritto come una lettera d'amore alle diverse anime musicali che percorrono una città come New York. Sarà una innovativa favola romantica sulla ricerca della propria voce da parte di una ragazza di vent'anni e del coraggio di usarla. Una storia giovane e romantica, destinata a conquistare quella fascia di giovani adulti molto ricercata dalle piattaforme di streaming, che potrà avvalersi della musica di un'artista di successo come Bareilles.

Le serie tv di Apple


Come detto in precedenza, Little Voice è solo l'ultimo di una lunga serie di progetti ordinati da Apple tra cui ben tre prodotti dalla Hello Sunshine di Reese Witherspoon che sarà anche protagonista di uno di questi, una serie tv senza titolo già ordinata in due stagioni e che la vedrà protagonista accanto a Jennifer Aniston e sarà dedicata agli show americani della tv del mattino.

jennifer-aniston-reese-whiterspoon.jpg

Le altre due serie tv di Hello Sunshine sono Are You Sleeping con Octavia Spencer, un thriller che si inserisce nel filone dei podcast true crime e affronterà le conseguenze di quando la caccia al colpevole diventa pubblica e una commedia con Kristen Wiig scritta da Colleen McGuinness (30 Rock) e basata sui racconti di Curtis Sittenfeld You Think It, I'll Say It. 

Apple cercherà di conquistare i più giovani anche con Dickinson una comedy con Hailee Steinfeld, ambientata nel 1800 e che racconterà la società, l'amore, le differenze di genere di quegli anni attraverso gli occhi di Emily Dickinson. Sempre in ambito comedy sarà la serie animata musicale Central Park, già ordinata in 2 stagioni, creata da Loren Bouchard di Bob's Burger e Josh Gad, incentrata su degli impiegati di pompe funebri che vivono e lavorano a Central Park e finiranno per salvare il parco e il pianeta.

Molto attese anche le serie tv drama di Apple, tra cui la nuova versione di Amazing Stories prodotta da Steven Spielberg e passata prima per le mani di Bryan Fuller e ora in quelle dei creatori di Once Upon a Time Edward Kitsis e Adam Horowitz. Molto segreti i progetti annunciati della serie tv del regista di La La Land Damien Chazelle, il thriller di M. Night Shyamalan (Il Sesto Senso), il drama di Stephen Knight See ambientato nel futuro e l'opera spaziale di Ron Moore (Battlestar Galactica).

In fondo qualche mese fa Apple aveva annunciato che avrebbe speso 4,2 miliardi di dollari per lo sviluppo di nuovi progetti, soldi che evidentemente sta iniziando ad utilizzare. Noi poveri spettatori saremo pronti ad accogliere questa nuova invasione seriale?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail