Un passo dal cielo 4, conferenza stampa

  • 12.24

    Inizia la conferenza.

  • 12.27

    Il direttore di Rai Fiction Tinni Andreatta: “Questa stagione si è aperta in modo particolarmente positivo, media del 24 % di share con 6 milioni di spettatori. C’è un grande lavoro per la ricerca della novità, anche grazie alla collaborazione con il mondo della produzione indipendente, un mondo che è in crescita e che ha competenze sempre maggiori”.

  • 12.28

    Andreatta spiega che con la Lux Vide la Rai ha lavorato per i sequel di Che Dio ci auti e di Un passo dal cielo.

  • 12.29

    Andreatta: "Questa serie, sotto l'aspetto dell'innovazione, è la più coraggiosa e spericolata che abbiamo prodotto insieme. È una serie che mantiene la matrice comune ma è completamente nuova, a partire dal protagonista. Con il precedente protagonista ha in comune la forza granitica. Il protagonista nasconde una ferita interna".

  • 12.30

    Andreatta spiega che ci sono anche altri nuovi personaggi: "Fedez è elemento di innovazione e di contaminazione. Fedez viene da altri mondi, il fatto che venga qui spiega l'afflato di innovazione di questa serie".

  • 12.31

    Andreatta: "I personaggi storici comunque si fanno protagonisti di una commedia e di vicende che guadagnano in modernità".

  • 12.32

    Andreatta spiega che il regista Jan Maria Michelini ha lavorato come unità di regia de I Medici.

  • 12.34

    La produttrice Matilde Bernabei precisa che la serie, pur innovandosi, "mantiene il suo cuore valoriale: la natura da rispettare". Quindi spiega che si è spinto di più sull'action. Poi fa sapere che Un passo dal cielo è venduta in "Spagna, Germania,Canada e molti altri Paesi".

  • 12.35

    Il produttore Luca Bernabei: "Francesco Neri è il protagonista, al suo fianco c'è la montagna. Vogliamo obbligare lo spettatore a guardare verso l'alto. Tra una scena e l'altra ci sono vette, montagne. La montagna è forte e ci ha obbligato a rispettare i suoi tempi climatici".

  • 12.37

    Bernabei prosegue: "La montagna ti obbliga anche a trovare una identità":

  • 12.37

    Bernabei: "Francesco Neri è un eroe, punto. Un eroe forte, sereno, solido. Ha dei danni nel suo passato ma è roccioso come la montagna. Abbiamo cercato di realizzare un personaggio che ognuno di noi vorrebbe accanto".

  • 12.40

    Fedez non è presente in conferenza, ma è previsto un collegamento video in diretta con lui.

  • 12.41

    Daniele Liotti spiega la bidimensionalità del suo personaggio, Francesco Neri: "È un uomo che ha una ferita ancora aperta per un dramma che lo ha segnato, è schivo, solitario, silenzioso. Ma ha anche una grande abilità dal punto di vista professionale, è un decisionista, ha esperienza".

  • 12.42

    Liotti: "La maestosità della montagna ti rasserena, ma in alcuni casi appaiono insormontabili. Le montagne sono state fonti inesauribile di ispirazione. Sono consapevole della grande responsabilità, subentrare a Terence Hill non è facile. Mi sento molto fortunato, perché sono protagonista di una serie di successo. E perché ho girato in posti meravigliosi. E perché il gruppo di attori è molto bello e unito".

  • 12.44

    Liotti sottolinea che il regista è stato "sempre molto presente". E sugli sceneggiatori: "Li ringrazio, hanno scritto un personaggio su di me".

  • 12.44

    Rocio Munoz Morales: "Non posso negare che Eva è un personaggio che tocca il mio cuore; non so perché, ma so che lo sento. Anche io avevo paura, pur essendo la seconda stagione per me; avevo paura di come si potesse evolvere Eva. Spero vedrete una parte più fragile di Eva, più vera, più sofferta, più innamorata. In mezzo a lei e al commissario Nappi arriva un terzo incomodo".

  • 12.47

    Rocio spiega che Nappi viene cacciato di casa perché Eva firma un contratto che prevede che finga di fidanzarsi con un altro. L'altro in questione è Fedez, che interpreta se stesso.

  • 12.50

    Fedez: "Non ho mai avuto velleità di attore, ho incontrato la produzione e il regista. Ho chiesto più volte se fossero sicuri della proposta. Tuttora penso di non avere grandi capacità recitative. Non ho ancora visto il mio girato. Ho conosciuto grandi attori, che mi hanno dato consigli. Spero che il risultato sia buono".

  • 12.51

    Fedez: "X Factor rientra più nella mia sfera di competenza, Un passo dal cielo invece è una esperienza del tutto nuova e non cercata. Fare l'attore è un lavoro di attesa, ho scoperto”.

  • 12.52

    Fedez: “Un fidanzamento finto con Rocio anche nella realtà? Naturalmente sì!”.

  • 12.52

    Fedez: “Un nuovo disco? Esce tra 7 giorni!”.

  • 12.53

    Il regista Michelini: “Si è creata una storia molto forte, una orizzontale nuova. Finalmente, grazie al protagonista, siamo riusciti a costruire una storia davvero orizzontale. La forza della serie è il gruppo di lavoro, non mi era mai successo fino ad oggi di avere un cast e una troupe di grandissimo livello”.

  • 12.55

    Il regista:”Daniele Liotti oltre che un grande attore è un essere umano molto speciale, traspare la sua dolcezza”. Poi passa in rassegna tutto il cast.

  • 12.57

    Il regista: “Fedez non c’entra niente con la serie, in effetti. Rompe gli schemi, è il terzo incomodo nella storia tra Eva e Vincenzo”.

  • 12.58

    Il regista: “Ringrazio i produttori, questa serie è stata trattata come una miniserie e come un film per il cinema, per certi versi”.

  • 12.59

    Enrico Ianniello, che interpreta Nappi: “C’è una forte differenza con il personaggio di Francesco Neri. Con Terence il conflitto era ammorbidito, mentre io Daniele Liotti lo odio, è troppo bello. A parte gli scherzi, ho lavorato molto bene con lui”.

  • 13.03

    Ianniello: “Io e Fedez non siamo così diversi… Voi non sapete cosa c’è sotto la mia camicia…”. Poi aggiunge: “Con Fedez è stato divertente, perché dopo la terza-quarta scena lui ha capito il meccanismo e mi ha chiesto: ‘Ma io qui faccio la figura del cogli0ne?’. E io: “No, ma scherzi? L’ho sempre fatta io nella serie e continuo a farla…”. Sul regista: “Con lui giorno dopo giorno è stato sempre più facile capirsi. Questa è una grande dote per i registi”.

  • 13.05

    Sull’addio di Terence Hill, Andreatta: “Decisione comune, il personaggio aveva compiuto il suo arco. In più Terence fa già un’altra serie Rai. C’era poi il desiderio di avere un protagonista nuovo; è stata una opportunità che ha permesso di rigenerare il racconto”.

  • 13.07

    Sul fatto che intanto sia stato sciolto il Corpo Forestale, Andreatta spiega che le riprese hanno preceduto lo scioglimento.

  • 13.08

    Lo sceneggiatore Mario Ruggeri precisa che il Corpo Forestale del Trentino è autonomo. Poi su Hill: “Per Liotti Terence è un mito, voleva incontrarlo. C’è stato un incontro e Terence gli ha parlato dell’importanza della serie; c’è stato un vero e proprio passaggio di consegne. Terence è il padre di questa serie”.

  • 13.10

    Liotti: “Sì, con Terence ci siamo incontrati in occasione di un servizio fotografico; non è stato di tantissime parole, ma mi ha fatto capire quanto fosse importante il ruolo da me interpretato. Emana luce, ha umanità, dolcezza, malinconia. Mi ha colpito moltissimo. Ho colto la sua felicità nel sapere che io avrei fatto questo personaggio; è un attore molto generoso”.

  • 13.12

    Francesco Salvi: “Roccia non cambia; il problema della serie è che il protagonista si chiama Francesco. Ogni volta che chiamavano ‘Francesco’, mi presentavo io”. Poi aggiunge: “Ringrazio Lux Vide per aver permesso a Liotti di conoscere Terence Hill, altrimenti non lo avrebbe mai conosciuto. E Terence ci teneva moltissimo”. Poi complimenti per il regista: “Il più giovane di tutti, ma ha preso in mano la situazione”.

  • 13.15

    Salvi ironizza: “Mi rivolgo alla Rai: perché continuate a produrre altre fiction quando c’è già questa, che è la migliore?”.

  • 13.20

    Pilar Fogliati: “Sono l’unica che rimane in contatto con Pietro, interpretato da Terence Hill. Mi dispiace non averlo conosciuto. Il mio personaggio conosce Pietro in Nepal, che mi manda a San Candido soprattutto perché sa che è una medicina per il cuore e per l’anima. Con Francesco Neri nascerà una amicizia”.

  • 13.20

    Finisce la conferenza.

2017-01-12_152312.jpg

Sta per iniziare alla Casa del Cinema a Roma la presentazione di Un passo dal cielo, la cui quarta stagione avrà inizio su Rai1 martedì 17 gennaio alle ore 21.10. Blogo seguirà l'incontro in liveblogging.

Il cast è formato da Daniele Liotti, Enrico Ianniello, Rocio Munoz Morales e Francesco Salvi con la partecipazione di Fedez.

Un passo dal cielo è una coproduzione Rai Fiction – Lux Vide, prodotta da Matilde e Luca Bernabei. La regia è di Jan Maria Michelini.

Un passo dal cielo 4 | Anticipazioni

A San Candido, nelle Dolomiti, arriva il nuovo capo della forestale: Francesco, un ex membro dei reparti speciali dell’esercito, un uomo d'azione, capace di proteggere e salvare vite umane, ma con un passato misterioso. Sarà pronto a dare una seconda possibilità anche alla sua vita?