Dov'è Mario? | Conferenza Stampa | 18 maggio 2016

Dov'è Mario? | La conferenza stampa.

dov-e-mario.jpg

  • 12:53

    Inizio conferenza. Nils Hartmann: "Dopo Romanzo Criminale e Gomorra, arriva un'altra serie drammatica! Qualunque cosa ci propone Guzzanti, la accettiamo ". Andrea Scrosati: "Quando Corrado ci ha proposto questa idea, abbiamo subito detto di sì. L'idea di fare satira sul mondo radical chic era una bella idea. Il mondo radical chic è stato risparmiato per molto tempo dalla satira".

  • 12:54

    Lorenzo Mieli: "E' un altro progetto che abbiamo fatto insieme a Corrado e a Mattia Torre. Edoardo Gabbriellini è stata una grande scoperta. La definirei una commedia sperimentale. C'è voluto un anno e mezzo di lavoro. Con Corrado, facciamo sempre dei prototipi. E' una fatica bestiale. Sono molto contento perché la torta è venuta fuori".

  • 12:56

    Guzzanti: "Sono commosso nel vedere questa serie finita. C'è stato un iter creativo molto lungo. Sarebbe bello se anche altri colleghi si divertissero a sperimentare. E' un lavoro originale, diverso dagli show che ho fatto per anni e che riprenderò a fare. In Italia, questo genere latita. Negli ultimi anni, c'è stato solo Boris. Lavori come Romanzo Criminale o Gomorra ci hanno fatto riscoprire il fatto che siamo capaci a fare serie. Sarebbe bello se il genere comedy si sviluppasse. Ringrazio Edoardo Gabbriellini".

  • 13:00

    Mattia Torre: "Bizio era una creatura che Guzzanti aveva nel cassetto. Ero emozionato all'idea di scrivere con Corrado. E' stato un privilegio. Attorno alla creatura di Bizio, abbiamo costruito questo racconto morale. E' stata una scrittura divertente. Lui sfornava 180 battute al giorno". Guzzanti: "E' stata eliminata un sacco di roba. Siamo pronti per una seconda stagione".

  • 13:03

    Gabbriellini: "Lavorare con questi personaggi, mi è stata diagnosticata una specie di schizofrenia! E' stato divertente e complesso. Ci è voluta la massima concentrazione per trovare il senso dell'horror che Guzzanti voleva fare. Momenti difficili, nessuno. Tutti gli attori hanno avuto capacità d'ascolto nei riguardi di Corrado".

  • 13:05

    Direttore Sky Atlantic: "Ci siamo inventati questo piccolo grande canale, Sky Mario HD, che sta carburando tra i fans storici di Corrado. Ci sono anche altri contributi originali di Corrado e altre cose strane selezionate sempre da Corrado. Ci saranno ancora chicche da scoprire. Nei prossimi giorni, ci sarà Aniene che commenta Game of Thrones".

  • 13:07

    Guzzanti: "Le mie previsioni di Padre Pizarro sono più imbarazzanti che gratificanti! Ho anticipato i supereroi. E' una questione statistica. Scrivo talmente tante boiate che alcune si realizzano! Bisognerebbe fare un Aniene 3".

  • 13:08

    Guzzanti: "L'idea di Mario è nata tanti anni fa. La cosa si è attivata molto tempo dopo. Ho portato questo progetto a Sky alla fine del 2013. Io ho la passione delle serie veloci. Siamo riusciti a fare una serie corta in un tempo molto dilatato!".

  • 13:09

    Guzzanti: "Io avveerto un po' di stanchezza nel fare cose che ho fatto per un vita. Vorrei fare cose più articolate. Ai nostri tempi, si faceva più tv tipo Monty Phyton. Satira politica e di costume, c'erano gli sketch. Col tempo, si è perso lo stile drammaturgico a favore dello stand up comedy. A me piace scrivere cose più articolate, anche per altri, una piccola vacanza dal mio autismo. Mario è stata una boccata d'ossigeno".

  • 13:13

    Guzzanti: "Non è un requiem del mondo intellettuale. Gli intellettuali potrebbero anche ritornare come The Walking Dead. Gli intellettuali, in questo momento, sono un po' fuori gioco, sono ridotti a fare la caricatura di se stessi. Non è uno scenario felice. E' una cosa da osservare. Questo è l'ambiente giocoso in cui abbiamo raccontato questa storia".

  • 13:16

    Guzzanti: "Abbiamo discusso molto con Mattia su quale posizione dovevamo prendere, pro o conto gli intellettuali. Non si capisce bene chi è Dr. jekill o Mr. Hyde. Il personaggio del coatto è liberatorio ma dopo un po' arriva un senso di nausea. Non si capisce chi è il mostro e chi è il buono. Vengono da due mondi diversi". Mattia Torre: "Bizio sconta un vuoto, ci sarà qualcosa di drammatico e di nostalgico. E' un racconto morale ma non moralistico".

  • 13:20

    Guzzanti: "Il fatto che l'intellettuale somigli a Sgarbi è un errore!". Gabbriellini: "Quando ce l'hanno fatto notare, abbiamo avuto un attimo di panico". Guzzanti: "E' stato un piacere sadico del destino".

  • 13:22

    Guzzanti: "Il mondo radical chic è stato messo a fuoco un po' più tardi. Era amalgamato nel sistema e non strideva abbastanza al punto di essere colti dalla satira. Svolgevano una funzione etica e morale. Dopo l'esplosione dei talk show, il mondo della sinistra è apparso salottiero".

  • 13:27

    Guzzanti: "L'intenzione non era rottamare o colpire i radical chic". Guzzanti :"I miei personaggi sono Frankestein di pezzi che neanche io conosco tutti. Nell'epoca pre-digitale e pre-satellitare, andavano in onda nei canali locali, show fatti di comici arroganti, volgari, che insultavano le persone. Bambea non è un mostro, abbiamo deciso di non estremizzarlo troppo".

  • 13:31

    Guzzanti: "La tv leggera non è tutta per cerebrolesi. Non lo penso affatto". Guzzanti: "Il governo Renzi si presta decisamente alla satira. I miei colleghi non hanno bisogno di suggerimenti".

  • 13:33

    Mattia Torre: "Guzzanti ha svelato che Masterchef è un format della massoneria". Fine conferenza.

corrado-guzzanti-dov-e-mario.jpg

Oggi, mercoledì 18 maggio 2016, a partire dalle ore 11, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione di Dov'è Mario?, la serie con Corrado Guzzanti che andrà in onda su Sky Atlantic, canale 110 di Sky, a partire dal prossimo 25 maggio.

Dov'è Mario? | La serie

Dov'è Mario? è una serie con Corrado Guzzanti, scritta dal comico romano con la collaborazione di Mattia Torre, uno degli autori di Boris, che andrà in onda su Sky Atlantic a partire dal prossimo 25 maggio. La serie sarà composta da otto episodi della durata di 25 minuti ciascuno.

Dov'è Mario? è una serie prodotta dalla Wildside: gli otto episodi sono stati diretti dal regista e attore Edoardo Gabbriellini.

La serie segna il ritorno in tv di Corrado Guzzanti dopo una pausa di quattro anni: l'ultimo lavoro televisivo del comico romano, infatti, è stato Aniene 2 - Molto rigore per nulla, andato in onda nel 2012, sempre su Sky.

Nel cast di Dov'è Mario?, tra gli altri attori, troveremo anche Max Paiella, Valerio Aprea e Stefano Fresi.

Dov'è Mario? | Conferenza stampa

TvBlog, magazine di Blogo, seguirà in tempo reale la conferenza stampa di presentazione di Dov'è Mario?, a partire dalle ore 11.

Durante la conferenza, tra gli altri, interverrà ovviamente il protagonista della serie, Corrado Guzzanti.

  • shares
  • +1
  • Mail