Venti20… quasi 21, su Tv8 Alessio Viola cerca qualcosa del 2020 da salvare

Venti20… quasi 21 si sposta dal racconto del Ventennio a quello di un anno che ha decisamente segnato il secolo e cerca ricordi da salvare.

Il 2020 sarà ricordato come l’anno della pandemia da Coronavirus (e si spera non come il ‘primo anno’): compito non facile quello di ripercorrerlo in prima serata prendendone spunto per un talk show, per di più con l’obiettivo di ‘salvarne’ qualcosa: è la missione, però, che ha deciso di intraprendere Alessio Viola con Venti20… Quasi 21, in onda questa sera – mercoledì 23 dicembre 2020 – in prima serata su Tv8. Una sorta di spin-off del format che ha visto Viola protagonista lo scorso giugno con un ciclo di sei puntate dedicate ad eventi clou dell’ultimo ventennio, raccontati con una freschezza davvero interessante. Una freschezza che servirà tutta quanta per far rivivere al pubblico uno degli anni peggiori dalla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Venti20… Quasi 21 si presenta come il  “primo talk+show” della rete: una produzione originale TV8 realizzata da Stand by me e Sky Production and Creative Hub che trova in Alessio Viola il nome giusto per far scivolare un racconto che cerca di coniugare cronaca, politica, costume e spettacolo di un 2020 che ha messo a dura prova tutti i possibili settori della vita comune e personale. Il tutto però cercando proprio di andare oltre il Covid. L’idea di fondo è quella di valutare le notizie di punta del 2020, le immagini più rappresentative, le nuove abitudini determinate da una ‘nuova’ quotidianità per decidere se inserirle o meno in una ideale capsula del tempo perché rappresentino l’anno trascorso.

Un racconto nel quale Viola si serve dell’aiuto di quattro “quasi-giudici” d’eccezione chiamati apposta per valutare quanto proposto: all’ideale ‘bancone’ ci sono Giovanna Botteri (volto tv della prima fase della pandemia con le sue cronache dalla Cina), Mara Maionchi (che nel ruolo della giudice sta sempre bene e che ha vissuto sulla sua pelle il Covid), Michela Murgia e Morgan, protagonista di uno dei momenti più iconici dell’anno, quel “Che succede?” pronunciato con aria innocente sul palco di Sanremo mentre l'(ex) amico Bugo lasciava l’Ariston. In collegamento, inoltre, previsti altri ospiti tra cui Roberto Saviano e Franco Locatelli.

La parte difficile è quella di tenere insieme tutto, pandemia e leggerezza, disperazione e allegria, tra argomenti e toni diversi, senza perdere il piacere del racconto. Una missione che i tanti registri di Alessio Viola possono portare in porto.

I Video di TvBlog