• Tv

Svolta storica: Serie A su DAZN per tre anni. Il comunicato di Sky

La Lega Calcio ha assegnato i diritti televisivi della Serie A, riguardanti il prossimo triennio, a DAZN: 16 club favorevoli su 20.

Dopo la notizia dell’assegnazione dei diritti tv della Serie A a DAZN per il prossimo triennio, è arrivato il comunicato ufficiale di Sky:

Sky ha partecipato all’asta per i diritti tv della serie A del triennio 21-24 presentando un’offerta importante che riflette la nostra valutazione del valore di quei diritti.
Il bando è comunque ancora in corso e Sky è in attesa che si completi il processo di assegnazione dei diritti.
Con più di 20 anni di esperienza e come miglior partner del mondo sportivo in Italia, conosciamo bene il valore del calcio per i nostri abbonati. Quando partecipiamo ad un’asta per i diritti televisivi, lo facciamo per offrire contenuti di qualità al giusto prezzo, mantenendo i costi il più possibile accessibili per i nostri clienti.
Dalla stagione 2021/2022, Sky e NOW continueranno a proporre ai nostri abbonati un’amplissima offerta sportiva con oltre 400 partite tra UEFA Champions League, UEFA Europa League e UEFA Europa Conference League, ed il grande sport in diretta con i motori, il tennis, il basket NBA, il rugby e molto altro. Sky continuerà ad offrire la più ampia scelta di sport in Italia.
In aggiunta Sky continuerà ad offrire ai propri abbonati, oltre all’ampia offerta di sport, anche news, serie tv e intrattenimento tutto in un unico posto, attraverso l’innovativa piattaforma Sky Q che aggrega le principali app.
Continueremo ad investire nei nostri Sky Original, per dare ai nostri abbonati ancora più contenuti di successo come Gomorra, Diavoli e Petra, nel lancio di nuovi canali Sky e nelle tecnologie più innovative, come abbiamo fatto lanciando Sky Wifi, il servizio ultra broadband che ci permette di arricchire la nostra proposta commerciale e di offrire ai nostri clienti ancora più opportunità per scegliere Sky.

Svolta storica: Serie A su DAZN per tre anni

Svolta storica per quanto riguarda il campionato di Serie A in televisione.

La Lega Calcio, infatti, ha assegnato i diritti televisivi della Serie A, riguardanti il triennio 2021/24, a DAZN.

I club, nel corso dell’ultima assemblea, si sono espressi con 16 voti a favore contro 4 contrari. I club calcistici che hanno votato a favore sono stati l’Atalanta, il Benevento, il Bologna, il Cagliari, la Fiorentina, l’Hellas Verona, l’Inter, la Juventus, la Lazio, il Milan, il Napoli, il Parma, la Roma, lo Spezia, il Torino e l’Udinese. I 4 voti contrari, invece, sono arrivati dal Genoa, Crotone, Sampdoria e Sassuolo.

DAZN si è aggiudicata il Pacchetto 1 e il Pacchetto 3 per una cifra che si aggira intorno a 840 milioni di euro a stagione. Ciò significa che il servizio di streaming di DAZN Group (ex Perform Group) trasmetterà 7 partite a giornata in esclusiva (ciò che prevede il Pacchetto 1) e 3 partite in co-esclusiva (stando al Pacchetto 3).

Ricordiamo che il Pacchetto 1 prevedeva 7 partite a giornata, in esclusiva su satellite/digitale terrestre e su internet; il Pacchetto 2, invece, prevede 3 partite in esclusiva su satellite/digitale terrestre e in co-esclusiva su internet insieme a chi si è aggiudicato il Pacchetto 3 mentre il Pacchetto 3 prevedeva 3 partite in co-esclusiva su internet insieme a chi si aggiudicherà il Pacchetto 2.

La Lega Calcio, quindi, deve ancora assegnare il Pacchetto 2. Stando a quanto pubblica Calcio e Finanza, Sky ha offerto 70 milioni di euro a stagione. La Lega e Sky ne discuteranno fino a lunedì prossimo. Sul Pacchetto 2, ci sarebbe anche l’interesse di Mediaset.