Svegliati amore mio, ecco la trama ed il cast della fiction di Canale 5

Una storia tratta da fatti realmente accaduti e che riunisce sul set Sabrina Ferilli, Simona Izzo e Ricky Tognazzi, già al lavoro su L’amore strappato

E’ un trio che ha già dato i suoi frutti, quello formato da Sabrina Ferilli, Simona Izzo e Ricky Tognazzi: la prima davanti alla macchina da presa, i secondi dietro a dirigerla. Dopo L’amore strappato (che Canale 5 ha proposto in replica il mese scorso), i tre tornano in tv con Svegliati amore mio, nuova miniserie in tre episodi in onda da oggi, mercoledì 24 marzo 2021, sempre su Canale 5.

Una storia che, rivelano i due registi nonché autori della sceneggiatura (con Fabrizio Bettelli, Roberta Colombo e Matteo Bondioli), s’ispira a dei fatti di cronaca realmente accaduti: la loro fonte d’ispirazione è una donna che ha voluto restare nell’anonimato ma che ha raccontato la sua esperienza, da cui è stata tratta la fiction, prodotta da Rti e Fabula Pictures.

La famiglia di Nanà ed il dramma

Conosciamo meglio, allora, la trama di Svegliati amore mio su Canale 5. La storia è ambientata nel 2002 (“All’epoca”, dicono Izzo e Tognazzi, “nessuno ancora perseguiva i colpevoli, sebbene alcuni operassero in aperto contrasto con le norme, già vigenti, sulle emissioni provocate dagli impianti industriali”): in un paese di provincia vive Nanà Santoro (la Ferilli), al lavoro in un negozio di parrucchiera gestito dall’amica Ramona (Iaia Forte).

Nanà è sposata con Sergio (Ettore Bassi), operaio alla Ghisal, acciaieria poco distante da casa sua e che è ad un passo dalla promozione che gli permetterebbe di lasciare l’altoforno: i due hanno una figlia, Sara (Caterina Sbaraglia), giovane promessa del nuoto. Proprio durante una gara, Sara rischia di affogare a causa di un malore. Il successivo ricovero in ospedale rivela la tragica verità: la ragazza è affetta da leucemia.

Svegliati amore mio Canale 5La protagonista inizia a chiedersi se la vicinanza a quell’acciaieria ed alle sue polveri sottili possa aver avuto delle conseguenze sulla salute di sua figlia e degli altri bambini. Inizia così ad indagare, facendosi affiancare pian piano da altre madri in situazioni simili alla sua: Nanà sa che mettersi contro un colosso come la Ghisal non sarà facile, anche perché potrebbe voler dire far perdere al marito il lavoro.

Intanto, dopo anni all’estero, in paese torna Mimmo Giuliani (Francesco Arca), ex fiamma di Nanà che ancora non l’ha dimenticata. L’uomo, oltre a nutrire un’ossessione per la donna, dovrebbe anche andare ad occupare quel posto che Sergio pensava sarebbe finalmente andato a lui, acuendo le tensioni all’interno della famiglia Santoro.

Gli alleati di Nanà

Svegliati amore mio Canale 5
© Mediaset

Il cast di Svegliati amore mio oltre ai personaggi sopra citati ne include molti altri. A cominciare dalla Dr.sa Manuela Placido (Veruska Rossi), oncologa che prende in cura Sara e ricercatrice che aiuta la protagonista a raccogliere i dati necessari per intraprendere la sua battaglia contro la Ghisal. Manuela con il tempo si è abituata a quelle troppe morti, ma grazie a Nanà si risveglierà da quel torpore per sfidare il colosso ed anche l’ex marito, Paolo Torelli (Paolo Giommarelli), il direttore sanitario dell’ospedale.

L’episodio di Nanà risveglia anche il giornalista Stefano Roversi (Francesco Venditti), ormai rassegnato ad occuparsi di eventi e sagre. La passione con cui la protagonista indaga e vuole scoprire la verità gli darà invece la forza di rimettersi al lavoro e riscoprire il motivo per cui è voluto diventare giornalista.

Svegliati amore mio Canale 5Ci sono poi le altre “mamme coraggio”, come Luisa (Luisiana Zanella), madre di Lorenzo (Antonio Avella), il giovane anche lui ricoverato in ospedale e che diventa il primo amore di Sara; e Maddalena (Francesca Antonelli), che vive al Ferraccio, il quartiere in prossimità della Ghisal, con il marito Antonio (Manuel D’Amario): la donna è madre di un’ex compagna di nuoto di Sara e consapevole che le morti avvenute in zona non sono normali.

In ospedale, Nanà incontra anche la brusca ma buona capo infermiera Gianna (Catena Fiorello, qui alla sua prima apparizione in una fiction) e l’infermiera Francesca (Alice Venditti). Rosi (Maria Vittoria Casarotti Todeschini) è invece un’amica della protagonista, in dolce attesa: la battaglia di Nanà diventa quindi anche la sua.

I nemici di Nanà

Svegliati amore mio Canale 5
© Mediaset

Gli affari che ruotano intorno all’acciaieria generano numerosi interessi e, di conseguenza, altrettanti nemici per Nanà. Il primo in assoluto è Ettore Tagliabue (Massimo Popolizio), il direttore senza scrupoli della fabbrica. Un uomo capace di ammaliare gli altri e portarli dalla sua parte, ovviamente a proprio vantaggio.

Così fa con Sergio, convincendolo che quanto sta facendo Nanà non fa bene ai suoi colleghi così come alla sua reputazione. Ogni sua azione viene effettuata dal braccio destro Pietro (Fabrizio Sabatucci), ex poliziotto. Dini (Enzo Casertano) è invece un integerrimo ingegnere della fabbrica, contrario alle decisioni prese da Tagliabue ma non abbastanza coraggioso da opporvisi. Vanni (Bruno Torrisi), operaio sulla soglia della pensione, ha nascosto numerosi segreti nel corso degli anni, ma potrebbe finalmente riscattarsi.

Svegliati amore mio Canale 5
© Mediaset

Abbiamo già accennato a Paolo Torelli, il direttore sanitario dell’ospedale in cui è ricoverata Sara: l’uomo ha rapporti amichevoli con Tagliabue, che non manca di far sentire all’azienda sanitaria il suo supporto economico, ovviamente non senza volere qualcosa in cambio: è per questo che Torelli fa finta di niente di fronte alle infrazioni commesse dalla fabbrica.

Alla Ghisal, invece, Sergio deve vedersela con Carlo (Andrea Napoleoni), suo collega da sempre ostile verso di lui e che lo sarà ancora di più quando scoprirà che per colpa di Nanà potrebbe non avere più un lavoro. Emilio (Giuseppe Spata) è infine un giovane operaio dell’altoforno, sposato con Rosi, che spera di ottenere un contratto stabile. Per questo oserà troppo, mettendo a rischio la propria vita e quella di Sergio.

I Video di TvBlog