Servant of the people, la serie tv con Volodymyr Zelensky prima che diventasse presidente dell’Ucraina, andrà in onda su La 7

La serie tv racconta profeticamente di come un insegnante, grazie ad un video virale, riesce a diventare presidente dell’Ucraina

Ormai siamo abituati a vederlo, con t-shirt e felpe di color verde mimetico, nei video pubblicati sui social network o in collegamento con i Governi europei (l’appuntamento con Montecitorio è stato fissato per il 22 marzo). Ma Volodymyr Zelensky, attuale presidente dell’Ucraina ed in prima linea nel drammatico conflitto scatenato dalla Russia in corso da tre settimane, ha un passato da attore comico. La sua serie tv più famosa, Servant of the people, sarà presto proposta anche in Italia, da La 7, che ne ha appena annunciato l’acquisizione in esclusiva per il nostro Paese.

La trama di Servant of the people

Andata in onda per tre stagioni, dal 2015 al 2019, per un totale di 51 episodi della durata di circa 40 minuti ciascuno, “Sluha Narodu” (questo il titolo originale della serie) vede Zelensky nei panni di un personaggio che dire ha del profetico è poco. Vasily Petrovyč Goloboroďko è infatti un giovane insegnante di liceo dell’Ucraina che, dopo essere stato ripreso da un suo studente mentre inveisce contro la corruzione ed il malaffare del Governo del suo stesso Paese, diventa immediatamente virale. Una popolarità che lo porta a candidarsi come nuovo presidente Ucraino. Vasily vince a sorpresa le elezioni, diventando così la nuova guida del suo Paese e cercando di rendere concrete quelle idee in cui ha sempre creduto, in primis l’ingresso dell’Ucraina nell’Unione Europea. Una trama che ha di fatto predetto quanto accaduto a Zelensky di lì a poco.

Il partito Servitore del popolo, da finzione a realtà

Servant of the people

La casa di produzione della serie, la Kvartal 95 (di cui Zelensky è tra i fondatori), tramite Ivan Bakanov nel 2017 ha rinominato il partito centrista Decisive Change con il titolo della serie stessa, sull’onda del successo di ascolti ottenuto in Patria. La vicinanza tra Zelensky e l’ambiente politico è passata dall’essere oggetto di satira ad oggetto di reale interesse per una discesa in campo.

Così, nel 2019, Zelensky si è candidato davvero a Presidente: la sua vittoria, al secondo turno, è schiacciante, con il oltre il 73% delle preferenze, numeri che hanno il reso il partito Servitore del Popolo il più votato in Ucraina. Tra gli impegni annunciati in campagna elettorale, anche quello di risolvere una volta per tutte le tensioni tra Ucraina e Russia, ma i tentativi di stabilire approcci diplomatici sono drammaticamente falliti.

Servant of the people nel mondo

Dallo scoppio della guerra in Ucraina, con l’aumento della popolarità a livello internazionale di Zelensky, le cui capacità comunicative lo hanno reso il personaggio simbolo della resistenza del suo Paese, le richieste di poter mandare in onda Servant of the People sono schizzate. Una ventina di Paesi hanno già acquistato i diritti per la messa in onda della serie tv, tra cui appunto anche l’Italia. In molti altri Paesi (inclusi gli Stati Uniti), invece, Servant of the People è disponibile su Netflix, che proprie nelle settimane scorse ha nuovamente inserito il titolo in catalogo. La Russia, invece, ne ha mandato in onda solo il primo episodio, tramite il canale Tnt.