• Tv

Sei Nazioni 2022 di rugby torna in onda su Sky Sport, dal 5 febbraio al 19 marzo

Le partite dell’Italia del Sei Nazioni 2022 di rugby andranno in onda su Sky Sport e anche in chiaro su Tv8, in diretta.

A partire dal prossimo 5 febbraio, tornerà in onda su Sky Sport, dopo un’assenza durata nove anni, il Guinness Sei Nazioni, il torneo di rugby più importante e antico al mondo al quale vi prendono parte, come da tradizione, Italia, Galles (detentrice del trofeo), Inghilterra, Francia, Irlanda e Scozia.

La squadra di Sky Sport che si occuperà del Sei Nazioni 2022 (che terminerà il 19 marzo 2022) sarà formata da Francesco Pierantozzi e Federico Fusetti, che saranno i commentatori dei match della nazionale azzurra, Moreno Molla, inviato al seguito dell’Italia, Andrea De Rossi e Alessandro Moscardi, che commenteranno tutti i match in programma, e Diego Dominguez, il miglior marcatore azzurro di tutti i tempi, ospite fisso nei pre e post partita che saranno condotti da Davide Camicioli, con il coordinamento di Paolo Malpezzi.

In fondo, trovate il calendario con gli appuntamenti con i match degli azzurri che andranno in onda in diretta e anche in chiaro su Tv8.

La programmazione Sky comprende anche il Sei Nazioni U20 e il Sei Nazioni femminile.

Sei Nazioni 2022: la conferenza stampa

Oggi, giovedì 27 gennaio 2022, si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell’evento durante la quale sono intervenuti Francesco Pierantozzi, Giovanni Malagò, presidente del CONI, Marzio Perrelli, Executive Vice President Sky, Marzio Innocenti, presidente Federazione Italiana Rugby, Kieran Crowley, commissario tecnico degli azzurri, e Michele Lamaro, capitano della Nazionale.

Francesco Pierantozzi, come scritto in precedenza, sarà la voce dell’Italia, insieme a Federico Fusetti:

L’Italia deve giocare con coraggio e con rispetto della maglia. Tutti dobbiamo fare la nostra parte. Il canale di riferimento sarà Sky Sport Arena ma l’Italia si potrà vedere anche su Sky Sport Uno e su Tv8. Accompagneremo la storia e la tradizione, facendo un racconto allargato, dando la parola ai protagonisti e facendo analisi. Quando tu hai una materia prima di questa grande qualità, devi rispettarla, non devi annacquarla, devi esaltare il prodotto, sperando di non sbagliare.

Giovanni Malagò si è mostrato ottimista per quest’edizione del Sei Nazioni:

Sky è un grandissimo valore aggiunto al torneo, al rugby e alla Federazione. Il Sei Nazioni è la storia dello sport, è il torneo di rugby più antico del mondo ma è uno dei tornei che ha fatto la storia di tutti gli sport. Sono ottimista per quest’edizione. Ci sono stati segnali recenti positivi nelle squadre italiane. C’è grande fiducia e ci sono le condizioni per far bene. Se lo sport italiano riuscisse a portare il rugby nei piani alti… Il rugby non sta così male, in realtà, ma l’obiettivo è quello di avvicinarsi alle prime tre del podio. E ci sono le ragazze che stanno facendo benissimo.

Marzio Perrelli, invece, ha ricordato l’impegno di Sky nel promuovere lo sport italiano sui propri canali:

Su Sky, troviamo 25 discipline ai massimi livelli delle competizioni, 11 canali dedicati, 8mila ore di trasmissione. Il rugby era già all’interno della casa di sport di Sky ma il Sei Nazioni è la ciliegina. Il fatto che Sky accolga dopo nove anni il Sei Nazioni è già un successo. Anche il Sei Nazioni avrà lo Sky Touch: qualità, affidabilità, valorizzazione del prodotto.

Marzio Innocenti, invece, ha ricordato l’altissimo livello delle nazionali che prendono parte al torneo:

Il Sei Nazioni è il torneo più importante di rugby al mondo. C’è chi ha battuto il Sudafrica, la Nuova Zelanda, l’Australia… Giochiamo contro i migliori del mondo e il nostro obiettivo è riportare il rugby italiano ad un livello alto, stabilmente tra i primi dieci. Lo status quo ci indica come i “perdenti” ma i ragazzi stanno facendo il massimo. Sono ragazzi giovani che ci porteranno al mondiale nel 2023. Mi aspetto grandi cose.

Kieran Crowley, c.t. neozelandese, campione del mondo nel 1987 con gli All Blacks, conferma il clima positivo che si respira attorno alla nazionale:

Sta andando tutto molto bene. Tutto è molto organizzato e sono felice. C’è massima fiducia nei ragazzi selezionati. Abbiamo fiducia che i ragazzi possano fare il lavoro che gli si richiede loro in questo torneo.

Michele Lamaro, infine, ha messo in chiaro quello che sarà il suo compito, da capitano di questa nazionale:

Il mio compito sarà quello di sfruttare al meglio le caratteristiche di ogni giocatore, questo è il mio focus. Il mio obiettivo non è essere l’uomo immagine di questa nazionale. Voglio giocare al meglio e far giocare al meglio i miei compagni. Il legame che ci sta creando tra noi, lo mettiamo in campo. Abbiamo visto quello spirito contro gli All Blacks, non siamo purtroppo riusciti a riportarlo in campo ma ci riproveremo.

Sei Nazioni 2022: il calendario dell’Italia

Prima Giornata
Francia – Italia
Domenica 6 febbraio 2022
Ore 16

Seconda Giornata
Italia – Inghilterra
Domenica 13 febbraio 2022
Ore 16

Terza Giornata
Irlanda – Italia
Domenica 27 febbraio 2022
Ore 16

Quarta Giornata
Italia – Scozia
Domenica 12 marzo 2022
Ore 15:15

Quinta Giornata
Galles – Scozia
Domenica 19 marzo 2022
Ore 15:15

Tutte le partite degli azzurri, inclusi pre e post partita, andranno in onda su Sky Sport Arena, Sky Sport Uno, in chiaro su Tv8 e in streaming su NOW.

Sei Nazioni 2022: la programmazione Sky

Tutte le 15 partite del Guinness Sei Nazioni 2022 andranno in onda dal 15 febbraio al 19 marzo 2022, in diretta, su Sky Sport Arena.

L’edizione 2022 verrà aperta dalla sfida tra Irlanda e Galles, in onda sabato 5 febbraio, in diretta, su Sky Sport Arena, dalle ore 15:15.

News, interviste e highlights saranno disponibili su Sky Sport 24 e sul sito ufficiale di Sky Sport.

La rubrica Obiettivo Rugby Guinness Sei Nazioni andrà in onda tutti i lunedì alle ore 17 su Sky Sport 24.

Il Sei Nazioni Under 20, invece, andrà in onda dal 4 febbraio al 20 marzo 2022.

Il Sei Nazioni femminile andrà in onda dal 26 marzo al 30 aprile 2022.

Sia per quanto riguarda la nazionale Under 20 che la nazionale femminile, le partite dell’Italia andranno in onda in diretta.