Giappone, è morto l’ex primo ministro Shinzo Abe: assassinato durante un comizio

L’ex primo ministro giapponese Shinzo Abe è stato assassinato durante un comizio nella città di Nara. Arrestato l’attentatore.

L’ex primo ministro del Giappone Shinzo Abe è deceduto questa mattina a Nara, nel sud del Paese, poche ore dopo esser stato vittima di un attentato durante un comizio politico a supporto del candidato del Partito Liberal Democratico. Shinzo Abe aveva da poco preso la parola quando è stato colpito da due proiettili esplosi, si è scoperto nelle ore successive, da un’arma rudimentale.

L’ex primo ministro, in carica per un anno tra il 2006 e il 2007 e per un secondo mandato tra il 2012 e il 2020, si è accasciato a terra e le sue condizioni sono parse gravi fin da subito. I due proiettili, secondo una ricostruzione delle autorità giapponesi, hanno raggiunto Shinzo Abe al collo e alla schiena. Immediatamente trasportato nel più vicino ospedale, il politico è stato dichiarato morto quattro ore dopo, dopo numerosi tentativi di rianimazione.

Shinzo Abe era stato il più giovane primo ministro nella storia del Giappone, eletto per la prima volta all’età di 52 anni, e anche il primo ministro più longevo del Giappone. Il prossimo 21 settembre avrebbe compiuto 68 anni.

Chi è l’assassino dell’ex primo ministro giapponese Shinzo Abe

L’attentatore di Shinzo Abe è stato bloccato sul posto pochi istanti dopo aver esploso i due colpi. Si tratta di un 41enne residente proprio a Nara, Tetsuya Yamagami. L’uomo, stando a quanto riferiscono oggi le autorità locali, era insoddisfatto dell’operato di Shinzo Abe e per questo era intenzionato ad ucciderlo.

Un omicidio premeditato, dunque, che avrebbe visto l’uomo, nei giorni precedenti l’arrivo del ex capo politico a Nara, costruire una sorta di rudimentale doppietta a canne corte. Il 41enne si è recato sul luogo del comizio nascondendo l’arma in una borsa e, nonostante la sicurezza messa in piedi per l’evento, è riuscito a superare i controlli e avvicinarsi al politico.

I messaggi di cordoglio del mondo politico

Da questa mattina i leader mondiali stanno inviando messaggi di cordoglio al Giappone, a cominciare dal governo italiano, che ha da poco diffuso una nota ufficiale:

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, esprime il più profondo cordoglio del Governo e suo personale per la morte di Shinzo Abe. L’Italia è sconvolta per il terribile attentato, che colpisce il Giappone, il suo libero dibattito democratico. Abe è stato un grande protagonista della vita politica giapponese e internazionale degli ultimi decenni, grazie al suo spirito innovatore, alla sua visione riformatrice. L’Italia si stringe ai suoi cari, al Governo e all’intero popolo giapponese.

Il presidente della Corea del Sud Yoon Suk-yeol ha espresso le proprie condoglianze e definito l’omicidio di Shinzo Abe come un “imperdonabile atto criminale”.

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz si è detto “profondamente rattristato e colpito” da questo attentato e anche il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, che ha definito Abe un “caro amico”, ha condannato coloro che hanno eseguito questo terribile atto.