La concessione del telefono: trama, cast e location del film-tv di Raiuno

Nella Sicilia della seconda metà del 1800, Pippo Genuardi con la sua ambizione si caccia nei guai, ritrovandosi sotto due fuochi incrociati…

Su Raiuno la serata che vede la tradizionale Prima della Scala prosegue con un altro autore amatissimo dal pubblico della fiction italiana, ovvero Andrea Camilleri. Questa sera, martedì 7 dicembre 2021, alle 21:50 (più in ritardo rispetto al solito, proprio per lasciare spazio all’opera lirica), va infatti in onda La concessione del telefono, tratto dall’omonimo romanzo del papà de Il Commissario Montalbano. Curiosi di saperne di più? Proseguite nella lettura!

La concessione del telefono, la trama

Pippo Genuardi (Alessio Vassallo), nato a Vigàta il 3 settembre 1856, è un commerciante di legnami. Ma sia chiaro: quella non è la sua occupazione maggiore, anzi, potremmo dire che il suo vero talento è quello di cacciarsi nei guai. Spiantato, ironico, amante delle donne e della tecnologia, Pippo sembrerebbe aver messo la testa a posto sposando Taninè Schilirò (Federica De Cola), figlia dell’uomo più ricco di Vigàta, ma il nostro protagonista è appunto un uomo che in realtà non si accontenta mai.

E così, spedendo tre lettere al Prefetto Marascianno (Corrado Guzzanti), un napoletano paranoico e complottista, mette in moto un meccanismo che lo porterà a trovarsi sotto due fuochi incrociati: lo Stato, che pensa di avere a che fare con un pericoloso sovversivo, e l’uomo “di rispetto” Don Lollò (Fabrizio Bentivoglio), che inizia a credere che il Genuardi lo stia prendendo per fesso.

Per ottenere l’agognata “concessione del telefono”, infatti, Genuardi sarà disposto a tutto: cercare l’appoggio di suo suocero, ma anche della mafia; corrompere funzionari pubblici e tradire il suo vecchio amico Sasà (Corrado Fortuna). Il tutto sotto gli occhi del Questore Monterchi (Thomas Trabacchi), venuto dal Nord, che osserverà sgomento e impotente il concatenarsi folle degli eventi.

La concessione del telefono, il cast

La concessione del telefono

A guidare il cast di questo film-tv c’è Alessio Vassallo, un veterano dell’universo televisivo di Camilleri: ha infatti recitato ne Il Giovane Montalbano (era Mimì Augello) e ne La stagione della caccia. Oltre a lui, però, ritroviamo anche altri attori molto noti al pubblico della fiction italiana.

Alessio Vassallo è Pippo Genuardi
Federica De Cola è Taninè Schilirò
Corrado Guzzanti è il Prefetto Marasciano
Fabrizio Bentivoglio è Don Lollò
Thomas Trabacchi è il Questore Monterchi
Corrado Fortuna è Sasà
Ninni Bruschetta è padre Macaluso
Sergio Vespertino è il Viceprefetto Parrinello
Emanuele Aita è Giacomo La Ferita
Francesco Brandi è il tenente Lanza-Turò
Giuseppe Provenzano è Calogerino

La concessione del telefono, regista e sceneggiatori

La concessione del telefono è il terzo film-tv del ciclo “C’era una volta Vigàta”, tratto dai romanzi storici di Andrea Camilleri. Proprio Camilleri, come nelle altre opere televisive tratte dai suoi libri, ne ha curato la sceneggiatura, con Leonardo Marini, Francesco Bruni e Valentina Alferj.

La regia, invece, è di Roan Johnson, già regista de La stagione della caccia ed, in televisione, dietro la macchina da prese dei film-tv de I Delitti del Barlume. A produrre la Palomar (già dietro Il Commissario Montalbano) e Rai Fiction. Il film-tv è andato in onda per la prima volta il 23 marzo 2020: era prevista anche un’anteprima cinematografica, annullata dall’emergenza Covid-19. Le riprese, invece, sono state effettuate nell’autunno 2019.

La concessione del telefono, il libro

Il film-tv è tratto dall’omonimo libro, scritto da Andrea Camilleri ed edito da Sellerio, uscito nel 1998. Particolarità del libro è che è stato scritto seguendo due forme di scrittura insolite per un romanzo: da una parte, lettere, documenti ed articoli di giornale; dall’altra dialoghi tra i protagonisti, riportati come se fosse un copione privo di indicazioni sceniche.

La concessione del telefono, location

Dov’è stato girato La concessione del telefono? Ovviamente, il film-tv è stato girato in Sicilia, in particolare a Palazzo Spadaro ad Ispica, in Piazza Fonte Diana a Comiso, a Modica, Ragusa ed a Palermo.

La concessione del telefono, dove vederlo?

E’ possibile vedere La concessione del telefono, oltre che durante la messa in onda televisiva, anche in streaming su RaiPlay e sull’app per smart tv, tablet e smartphone.