Grand Tour, James May in ospedale dopo un incidente d’auto

Incidente per James May durante le riprese di The Grand Tour Arctic Circle, in Norvegia: ha riportato lievi ferite.

James May, già star di Top Gear per la BBC e ora protagonista di The Grand Tour, ha avuto un incidente d’auto ed è stato ricoverato in ospedale con una costola rotta. Danni limitati, per fortuna, anche se nell’immediato sembrava che le sue condizioni fossero ben peggiori: solo la risonanza magnetica, come riporta The Mirror, ha escluso danni cerebrali. L’uomo è andato a sbattere contro un muro a 75 miglia orarie (quasi 121 km all’ora), mentre stava girando uno speciale di The Grand Tour. Stando alle fonti raccolte da The Sun, l’uomo è stato estratto dall’auto e portato d’urgenza in ospedale, dove per fortuna i danni sono apparsi minimi.

James May insieme agli altri protagonisti della serie di Amazon Prime Video, Richard Hammond e Jeremy Clarkson, erano impegnati, a turno, in una gara in stile ‘drag’, ovvero sfide a due su tracciati lineari piuttosto veloci di cui sembra non fosse però stato svelato il traguardo. Sembra che James May abbia perso il controllo dell’auto al momento dello ‘svelamento’ del traguardo andando a sbattere contro un muro di roccia. Pare, infatti, che la gara si svolgesse in una galleria.

I tre stanno girando un nuovo speciale nel Nord Europa, dove erano già stati qualche tempo fa: l’incidente è infatti avvenuto in una base militare norvegese. Lo speciale, che dovrebbe essere pubblicato su Prime Video entro la fine dell’anno, fa parte del ‘Ciclo Artico’ ed è ambientato per l’appunto in Norvegia.

Top Gear e The Grand Tour, destini incrociati

Se il trio di conduttori e il tipo di programma vi ricorda qualcosa, non avete torto: si tratta, in fondo, del format Top Gear, di cui i tre erano i mattatori, prodotto dalla BBC e arrivato anche da noi con le prime tv tematiche e digitali. Nel marzo 2015 Jeremy Clarkson fu licenziato dalla BBC con l’accusa di aver aggredito un produttore dello show, i suoi due colleghi e il produttore esecutivo Andy Wilman lo seguirono per proporre altrove un nuovo programma. Pochi mesi dopo l’addio alla BBC, i quattro siglarono un accordo con Amazon Prime Video per 36 episodi da realizzare in tre anni: nel 2016 fu annunciato l’arrivo del nuovo programma, intitolato The Grand Tour.

James May: Our Man in Italy

In attesa di questo nuovo speciale ‘artico’ di The Grand Tour, James May è in questo periodo su Prime Video con un altro programma ambientato peraltro in Italia, James May: Our Man in Italy. Rilasciato lo scorso 15 luglio, il ciclo – il secondo dopo il suo viaggio in Giappone – vede May girare tra Sicilia, Costiera Amalfitana, Roma, Firenze, Genova e Venezia, per un tour in 6 puntate da 50′ ciascuna. Proprio in occasione della presentazione di questo ciclo aveva parlato della possibilità di un ritiro, ora che ha 59 anni.

“Non so se dipenda dal fatto che sono stato così bene in Italia o perché sto invecchiando, o ancora perché sono stanco di tenere tutto sotto controllo…”

ha dichiarato May. Vedremo se l’incidente in Norvegia avrà conseguenze anche sul suo eventuale ritiro dalle gare e dai rally tv.