Fiorello e Maurizio Crozza si copiano involontariamente sul caso Sangiuliano: “Perché non inventare una gara di canzoni?”

Lo showman siciliano ha ironizzato sul Ministro della Cultura su Raiplay in Aspettando Rai 2, il comico genovese nel suo Fratelli di Crozza.

Gli unici mattatori rimasti nel mondo dello spettacolo hanno finito per pestarsi i piedi, pronunciando la stessa battuta nel giro di pochi giorni. Si tratta naturalmente di Fiorello, appena tornato con Aspettando Viva Rai 2 su Raiplay e di Maurizio Crozza, che con il suo Fratelli di Crozza ieri sera ha fatto toccare al Nove il 6.8 per cento di share.

L’occasione è stata offerta dallo scivolone del Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, il quale negli scorsi giorni in un’intervista a Il Giornale e su Radio Capital aveva chiesto la realizzazione di una fiction su Oriana Fallaci, giornalista e scrittrice molto amata dalla cultura di destra (ma non solo). Immediatamente ne è nata una polemica, in quanto una fiction sull’intellettuale toscana, L’Oriana, è stata realizzata nel 2015 ed è andata in onda proprio su Rai 1, rete sulla quale Sangiuliano era vicedirettore del TG1, per poi andare a dirigere il Tg2.

Il ministro ha anche chiesto che vengano realizzati dei lavori su D’Annunzio e Pirandello, ma come Crozza gli ha fatto notare ieri sera in Fratelli di Crozza, sono usciti rispettivamente l’anno scorso Il cattivo poeta e in questi giorni nelle sale vi è La Stranezza, film con Toni Servillo, Ficarra e Picone (“Mia moglie è andata a vederlo al cinema,  è bellissimo“), ha detto il comico genovese.

Lo showman ligure ha quindi proposto una divertente imitazione dell’uomo di governo, nella quale proponeva per la Rai “una fiction su un commissario siciliano che vive in una terrazza e ama cucinare, tratto dai libri di un grosso fumatore, un personaggio che si chiami Monteromina. C’è già? Montalbano? Hanno preferito il marito”.

“Oppure”, continua Sangiuliano/Crozza, “Perché la Rai non valorizza la musica italiana per esempio con una gara canora di canzoni inedite in una località balneare del Nord, ligure, che so, Imperia, Festival di Imperia”. La spalla Andrea Zalone gli risponde “C’è già”. La replica di Sangiuliano/Crozza: “Ma ora con me al ministero lo daranno su Rai 1”.

Una performance decisamente riuscita, anche se per una coincidenza la stessa battuta era stata già fatta seppur con parole diverse da Fiorello su Raiplay in Aspettando Viva Rai 2, ovvero l’anteprima del morning show che andrà in onda sulla seconda rete dal 5 dicembre. In quel caso il comico siciliano aveva letto un finto dispaccio di agenzia: “Sangiuliano: ‘La Rai organizzi una gara di canzoni di musica italiana’ “.

Foto: account Twitter Fratelli di Crozza