Boris Johnson si dimette? Al web interessano solo i meme regalati dalle all news (VIDEO)

Dal gatto che sosta davanti al numero 10 di Downing Street, all’attivista che aziona l’iconica sigla di Benny Hill (e il web impazzisce)

Situazione delicata per Boris Johnson“, “Potrebbe dimettersi nelle prossime ore“, “La Gran Bretagna alle prese con il caos politico“. Il ciclo da primo ministro per Boris Johnson è giunto al suo termine anzitempo, i risvolti legati agli ultimi scandali, nonché l’emorragia di dimissioni da parte di chi lo ha sostenuto per mesi hanno mandato in tribolazione la sua poltrona. Di ciò però sembra proprio che al web gliene importi fino a pagina 2, per quanto questa sia una condizione particolarmente eccezionale, tutto passa in secondo piano.

I social son stati più attratti dalla giostra mediatica attorno che alle dinamiche dei fatti. Se ci facciamo un giro per Twitter, i trending topic dedicati sono davvero pochi, al contrario delle clip riprese da notiziari di prima fila come BBC News e Sky News. Voi penserete: sicuramente si tratta delle dichiarazioni del premier dimissionario, oppure delle reazioni uscite a cavallo dell’annuncio di Boris Johnson.

Niente affatto, altro non sono che video ripresi sì dalle all news, ma inerenti dei fuori programma diventati virali.

Ad esempio, Larry il gatto di Johnson, ripreso dalle telecamere di BBC News ieri sera è diventato improvvisamente il paladino della diretta no-stop. Paziente davanti alla porta della residenza numero 10 di Downing Street, Larry viene stretto dall’inquadratura della telecamera che non lo molla per 15 lunghi secondi. Qualcuno urla ironicamente “Are you asking him to resign Larry?” (Trad. “Gli stai chiedendo di dimettersi Larry?“).

Quanto basta per scatenare i commenti dei più divertiti…

Sempre nella serata di ieri, BBC News si è resa protagonista di un altro esilarante momento. Durante un collegamento live, la regia stacca improvvisamente l’immagine mostrando il conduttore bellamente accomodato con le scarpe sul tavolo come se fosse sdraiato su un’amaca. In un mezzo secondo accorgendosi di essere inquadrato si rimette in sesto, ma ormai la figuraccia è fatta. Qualcuno di troppo sbadato ha schiacciato il tasto per sbaglio? Oppure il regista gliela voleva fargliela pagare per quella posa proprio durante la messa in onda?

Per concludere in bellezza andiamo su Sky News, è in onda un’intervista con il deputato Chris Philp per commentare le vicissitudini della mattinata, a pochi passi dalle camere del Parlamento. Tutto va a meraviglia quando, all’improvviso, un attivista aziona il tasto play facendo risuonare l’iconica sigla del telefilm Benny Hill Show da un altoparlante, come a dare la colonna sonora dell’evento rendendo la situazione totalmente surreale.