Bangla – La serie: cast, trama puntate e dove vedere il sequel del film di Phaim Bhuiyan

Phaim, Asia e tutti i personaggi di Torpigna e dintorni sono tornati: ecco il sequel di Bangla, il film rivelazione del 2019

Nel 2019 è stato un film, una vera e propria rivelazione che ha fatto incetta di premi (si è portato a casa un David di Donatello, un Nastro d’Argento ed un Globo d’Oro). Ora, Bangla diventa una serie tv, ma attenzione: non si tratta di un reboot del lungometraggio, bensì di un sequel a tutti gli effetti, che prosegue nel racconto del simpatico protagonista diviso tra la propria religione, i suoi sentimenti ed un mondo pieno di tentazioni. Siete pronti a tornare a… Torpigna? Proseguite nella lettura!

Bangla – La serie, puntate

1a puntata: “No sex”

Tutto comincia lì dove si era interrotto: nella stanzetta di Asia in cui Phaim e la ragazza si stanno focosamente “salutando” prima della partenza di lui per Londra. Phaim è molto motivato a cedere e ad accettare di far sesso con la ragazza, convinto che il trasferimento lo proteggerà da qualsiasi tentazione ma quando, interrotto dalla telefonata di sua madre, scopre che la partenza è annullata, capisce che il problema del sesso tornerà prepotentemente ad abitare le sue giornate.

2a puntata: “Ti presento i miei”

Il decalogo sembra funzionare, o almeno questo è quello che Phaim e Asia vogliono credere. Ma quello del sesso non è il problema più stringente contro cui i due ragazzi devono confrontarsi. Olmo, infatti, prende l’iniziativa di invitare la famiglia di Phaim a pranzo per cementare “l’asse Italo-Bangla” creato dalla coppia. Peccato che la famiglia di Phaim non sappia nemmeno dell’esistenza di Asia, ma i fatti smentiscono il ragazzo.

3a puntata: “Il rasoio di Occam”

Asia decide d’immergersi nella cultura del suo ragazzo così, assistita dalle premurose Shoshi e Navila va a pregare con lui in moschea. Tutto tra i due sembra andare per il meglio, ma non è così: Phaim ha da risolvere un problema piuttosto pressante, quello del lavoro, mentre Asia è in procinto di partire per l’Erasmus e non sa se e come dirlo al suo fidanzato. La soluzione? Il rasoio di Occam!

4a puntata: “Baci con moderazione”

Phaim finalmente sembra convinto ad avere la sua prima volta con Asia e l’occasione si presenta nella romantica cornice di una festa al lago. Ma la presenza di sua sorella, che sfrutta la libera uscita dalla sua routine matrimoniale per ubriacarsi e di Luca, un ex fidanzato di Asia che non risparmia commenti piccanti sulla ragazza, non fanno che aumentare la sua ansia. Arrivati al dunque, Asia decide di fargli una rivelazione.

5a puntata: “Love turns around Drunk version”

Il concerto di Bob Corn sembrerebbe essere l’occasione perfetta per appianare le divergenze tra Phaim e Asia e fare pace. Peccato che il ragazzo, preoccupato per la presenza di Luca accanto ad Asia, decida di affogare il suo nervosismo nell’alcool, rovinando la serata con una scenata. Il caso vuole che allo stesso concerto sia presente anche Sumaya, la detestata coinquilina di Phaim, con l’occasione i due passano una piacevole e sorprendente serata insieme.

6a puntata: “Le trasmissioni sono momentaneamente sospese”

Phaim si sveglia nudo nella camera da letto di Sumaya: è veramente successo quello che sta pensando? La sua reazione è quella di scappare e rifugiarsi sul terrazzo dove, uno a uno, tutti i suoi amici vanno a trovarlo e a parlargli dei loro problemi. Alla fine di questa bizzarra processione di guai arriva anche Sumaya, che lo conforta e lo spinge a precipitarsi da Asia. La ragazza, nel frattempo, sta riflettendo sulla sua storia con Phaim ed è giunta alle medesime soluzioni.

7a puntata: “Mogli e buoi”

Il grande giorno è arrivato: la fine del Ramadan che coincide con un nuovo incontro tra le famiglia di Asia e Phaim. Ma, come sempre, il ragazzo è preso dall’ansia per la possibilità che il segreto su quanto accaduto con Sumaya possa arrivare alle orecchie della ragazza. Spinto da un consiglio di Rifat, Phaim decide di confessare tutto ad Asia che reagisce male, trasformando così quella che doveva essere una festa interculturale in un fuoco incrociato di insulti tra le due famiglie.

8a puntata: “Love turns around Unlugged”

Phaim è disperato e cerca conforto dalle sue guide spirituali Rifat e Matteo, ma è Sumaya a dargli una mano confessandogli la verità su quanto accaduto durante la notte che hanno passato insieme. Sollevato, il ragazzo arruola il cantante Bob Corn e cerca disperatamente di raggiungere Asia, che, nel frattempo, è in partenza per la Spagna. Ce la farà?

Bangla – La serie, quando esce?

La serie tv è destinata ad andare in onda su Raitre a partire da mercoledì 27 aprile 2022, nella fascia dell’access prime time, ovvero alle 20:20. Va detto, però, che la Rai ha riservato a Bangla-La serie un trattamento particolare: dal 13 aprile, tutta la stagione è infatti in esclusiva in streaming su RaiPlay, dove è possibile anche vedere il film da cui è tratta.

Bangla – La serie, la trama

La serie tv parte esattamente da dove finisce il film: Phaim (Phaim Bhuiyan) ed Asia (Carlotta Antonelli) hanno deciso di restare insieme, e di provare a resistere alla tentazione di fare l’amore: la religione di Phaim gli vieta infatti il sesso prima del matrimonio.

Scoperto che la propria famiglia non si deve più trasferire a Londra, Phaim però teme di non riuscire a farcela: a lui piace davvero Asia, e viceversa. I due provano così ad imporsi dei paletti, ed al tempo stesso di entrare meglio l’uno nella vita dell’altra.

Durante la stagione, quindi, il padre di Phaim, Shipon (Rishad Noorani), sua madre Nasima (Nasima Akhter) e sua sorella Navila (Shaila Mohiuddi) fanno la conoscenza di Olmo (Pietro Sermonti), padre di Asia. Un incontro tra due culture di cui Phaim ed Asia temono le conseguenze.

Intanto, però, la famiglia di Phaim deve trovare una nuova sistemazione: si fa così ospitare dalla cugina, condividendo gli stretti spazi di un appartamento in subaffitto. E qui che Phaim conosce Sumaya (Nilima Mittal), anche lei musulmana di seconda generazione, che potrebbe capirlo meglio di altri… O forse no.

Ma anche Asia ha un bel dilemma da affrontare: non ha detto a Phaim qualcosa che potrebbe mettere in pericolo la loro relazione. La sua amica Fede, da poco rientrata dall’Erasmus, sembra certa che tra loro due non durerà, cosa che convince Asia a non mollare.

Lo sfondo delle vicende resta il quartiere di Torpignattara a Roma, dove vivono Phaim, la sua famiglia e gli amici del protagonista: tra loro, l’italiano Matteo (Simone Liberati), che ora ha smesso di essere punto di riferimento per chi è in cerca di marijuana e si è dato ad una vita più salubre, e Rifat (Raja Sethji), leader dei Giovani Musulmani che dovrebbe dare consigli a Phaim, ma si rivela essere anche lui in cerca di risposte.

Bangla – La serie, quante puntate sono?

In tutto, gli episodi della serie sono otto, ciascuno della durata di circa 25-30 minuti. Raitre li manda in onda uno per sera, per un totale di otto serate. Il finale di stagione, quindi, andrà in onda il 6 maggio.

Bangla – La serie, il cast

Gli interpreti della serie sono praticamente gli stessi del film, con un paio di aggiunte.

Phaim Bhuiyan è Phaim: fiero appartenente dell’universo delle seconde generazioni (2G), battuta pronta e scorretta, temperamento a cavallo tra indolenza romana e slancio giovanile, salvo quando prevale il suo lato imbranato e pauroso, Phaim è un’esplosione di ormoni contenuta -come la sua famiglia di origine bengalese e la religione islamica di cui è osservante vorrebbero- con molta fatica. Ama Asia e vorrebbe tanto farlo con tutti e cinque i sensi, non solo spiritualmente. Riuscirà nel difficile intento di tenere insieme i mille pezzi del puzzle che compongono la sua vita?

Carlotta Antonelli è Asia: figlia ribelle di una famiglia borghese fricchettona e autoindulgente, Asia è istinto, passione, totale assenza di regole. La kryptonite per Phaim, di cui la ragazza si è innamorata sinceramente e teneramente, facendo fatica ad adattarsi al mondo di lui, ma anche al conformismo mascherato da progressismo del proprio. È pronta a tutto pur di vivere quel sentimento, anche a scendere a compromessi, ma non a nasconderlo. O a dividerlo con qualcun altro.

Pietro Sermonti è Olmo: chitarrista fallito, attore fallito, barista col mal di schiena, Olmo è tante cose, ma soprattutto è il padre di Asia. Esplosivo, travolgente, curioso di tutto, si appassiona di qualsiasi cosa come un dodicenne ed è in perenne conflitto con la propria ex moglie.

Rishad Noorani è Shipon: sognatore, idealista, ma anche un gran lavoratore che si è fatto da solo. Il padre di Phaim ha una smodata passione per i viaggi che vive sotto forma di racconti fantastici (e inventati). Dopo il tramontare dell’ipotesi londinese dovrà, come tutta la famiglia, riadattarsi e reinventarsi come rider, finendo per scontrarsi con alcuni aspetti del mondo occidentale di cui non sospettava l’esistenza.

Nasima Akhter è Nasima: madre di Phaim, leader maximo di casa Bhuiyan. Ordina, dispone e sentenzia su ogni cosa perché lei sa cosa è meglio per tutti, in primis per Phaim il “figlio ribelle”. Sognava di trasferirsi a Londra, dove è ambientata la soap opera bengalese di cui non perde una puntata, ma l’infrangersi del sogno la costringe a ricominciare tutto da capo, col solito piglio militaresco.

Shaila Mohiuddi è Navila: sorella di Phaim, di qualche anno più grande, con cui è in perenne infantile conflitto. Neo sposa felice all’apparenza, in realtà Navila è piena di dubbi e comincia a chiedersi se le scelte che ha fatto nella vita sono state tali per rimanere nel solco della tradizione e fare quello che tutti si aspettavano da lei o per un effettivo desiderio.

Simone Liberati è Matteo: istituzione di Villa De Sanctis, da tempo immemore Matteo troneggia sulla stessa panchina da cui dispensa consigli ed erba. Parla poco, ma quando lo fa, le sue bislacche considerazioni apparentemente slegate da qualsiasi logica razionale, nascondono spesso preziosi consigli, a volte addirittura premonizioni. Anche lui però fa fatica a tenere insieme il bandolo della matassa, quando si tratta della propria vita.

Martina Gatti è Fede: amica del cuore di Asia, Fede le è molto simile o almeno lo era fino al momento in cui lei non ha conosciuto Phaim. Da allora ha la sensazione di essere rimasta sola con la sua voglia di trasgredire e divertirsi. E forse con la sua difficoltà a crescere e diventare adulta.

Nilima Mittal è Sulayma: bellissima, fiera e ferocemente intelligente, come Phaim appartiene al mondo delle seconde generazioni, ma a differenza di Phaim sembra pendere con molta più convinzione verso il suo lato tradizionalista e rigidamente osservante. Sembra. Almeno fino a quando anche la sua vita verrà scossa dai sussulti amorosi. Circostanza che rivelerà il suo lato più vulnerabile e incerto.

Raja Sethji è Rifat: leader dei Giovani Musulmani, saggio, posato, razionale, è la coscienza candida di Phaim, la scialuppa a cui lui si aggrappa nei momenti di difficoltà, quando ha bisogno di consigli. Rifat sa sempre cosa fare, tranne quando si tratta di se stesso e della propria sofferta vita sentimentale.

Fabian Durrani è Fayruj: coetaneo di Phaim, è il suo Sancho Panza e suona con lui nei Moon Stars Studio. Imbranato, non particolarmente sveglio e avvenente è terrorizzato da tutto ciò che minacci di uscire dai canoni.

Tangir Ahammed Miah è Tangir: altra spalla di Phaim e compagno di band. Ossessionato dalle ragazze e dal sesso, si prenderà una colossale (e senza speranza) sbandata per Fede, amica di Asia.

Sanija Soshi Haque è Soshi: voce e unica presenza femminile del gruppo, a dispetto dell’aspetto fragile e delicato Shoshi è concreta, diretta e pragmatica, tanto quanto gli altri non saranno mai.

Tiziano Sgarbi è Bob Corn: menestrello barbuto, cantore degli amori disperati, Bob Corn è un eremita di campagna prestato alla musica. Sulle note delle sue canzoni sghembe, a volte nasce l’amore.

Alessia Giuliani è Carla: ex moglie di Olmo e madre di Asia.

Bangla – La serie, regista e sceneggiatori

La serie è stata diretta dallo stesso Phaim Bhuiyan, che è stato regista anche del film, affiancato da Emanuele Scaringi. La sceneggiatura è invece stata scritta da Scaringi, Vanessa Picciarelli (al lavoro anche sul film), Dario D’Amato, Giulia Gianni e Giulio Carrieri. A produrre Fandango in collaborazione con Rai Fiction.

Bangla – La serie, dov’è stato girato?

La location principale degli otto episodi della serie tv è Roma, in particolare il quartiere di Tor Pignattara, quello in cui è nato e cresciuto Bhuyan.

Bangla – La serie, dove vederlo in streaming

Come detto, se la serie tv debutta su Raitre, è in realtà già interamente disponibile su RaiPlay, e sull’app per smart tv, tablet e smartphone. A questo link la pagina ufficiale della serie.