Avanti un altro e il misterioso taglio della barzelletta (Video)

Ad Avanti un altro viene annunciato il racconto di una barzelletta da parte della valletta di puntata, ma la scena risulta tagliata in fase di post-produzione

Di Massimo Falcioni  

Una barzelletta, annunciata e mai raccontata. Curioso fuori programma ad Avanti un altro, passato a molti inosservato, ma che ha generato un certo spaesamenti negli spettatori più attenti.

Nella puntata di venerdì, la valletta Giuseppina si è presentata come una navigata barzellettiera, con Paolo Bonolis che – stando al gioco – ha ciclicamente rinviato l’appuntamento. Il momento fatidico è tuttavia arrivato poco prima del lancio di un blocco pubblicitario. Il conduttore si è quindi avvicinato alla signora campana chiedendole di rispolverare un racconto divertente dal suo repertorio.

Tu non me la fai dire”, ha esclamato lei. “Gliela faccio dire”, ha replicato Bonolis. In onda però si sono solo percepiti gli applausi e le risate dello studio, oltre alla reazione del padrone di casa, che si è rivolto imbarazzato, senza un apparente motivo, al pubblico a casa: “Con la nostra consueta eleganza vi diamo appuntamento a tra poco”.

L’esistenza di un taglio netto è provato inoltre dalla posizione degli occhiali di Bonolis, passati dal volto alle mani nel giro di uno stacco di telecamera.

E’ possibile che la barzelletta sia stata ritenuta inopportuna, con una auto-censura applicata in fase di post-produzione. Una precauzione forse figlia delle polemiche esplose proprio un anno fa, quando dopo la consueta sigla di Luca Laurenti – “ricordati che devi morire” – Bonolis si rivolse ad un ragazzo ucraino chiedendogli come si traducesse la frase nel suo Paese. Peccato solo che si trattasse di episodi risalenti al 2020, mai trasmessi per via dell’esplosione dell’emergenza pandemica.