Boss in Incognito, puntata del 2 febbraio 2015: Angelo Rinaldi è diventato Maurizio

Boss in Incognito: la settima puntata minuto per minuto del docu-reality di Rai 2.

Boss in Incognito, il Boss torna a casa

22.59 “E’ stato impegnativo e gratificante. Ho scoperto cose importante, ho visto cosa va aggiustato però quando c’è questo tipo di unione ed attaccamento penso che si possa fare tanta strada insieme” dice il Boss che ora può tornare al suo ruolo.

Boss in Incognito, il momento della verità

22.56 Infine ecco Stefano. Lo critica perché la sua officina era troppa disordinata e dovrebbe “imporsi” di più, ma è tutto sommato un buon capo-officina. Lo premia con una cena per due: il ristorante sarà solo per lui e la sua compagna. Stefano è sorpreso.

Boss, Stefano, verità

22.52 E’ arrivato il momento della verità anche per Patrick. Lo sgrida perché non aveva le scarpe anti-infortuno. Però ha apprezzato la sua dolcezza ed umiltà. Il Boss decide di regalargli un tablet per i figli ed un viaggio a New York per tutta la famiglia (anche io voglio partecipare a Boss in Incognito, uffa).

Boss, Patrick, verità

22.48 Ecco Leonardo e Francesco. Prima il bastone: li critica perché si sono permessi di giudicare il comportamento di un cliente, ma “il cliente ha sempre ragione”. Poi la carota: gli regala un periodo di tre mesi a Londra per realizzare i propri sogni. Loro non ci credono, sono scioccati.

Boss, Leonardo e Francesco

22.44 E’ il turno di Giuliano. “Ho capito che non ti piace usare la cintura sicurezza e questo mi fa incazzare”. Non ha premi per lui… ma ce lo ha per suo nipote. E’ un camion in miniatura con il loro della sua azienda. E in più gli regala un weekend in un parco divertimenti.

Boss, Giuliano, verità

22.40 Il Boss è soddisfatto di Manuel perché è stato collaborativo ed efficente. Lo definisce un “avventuriero che si piega ma non si spezza”. Quindi lo premia con un safari in Africa da fare con la sua nuova compagna. “Sono senza parole, è tanto, ti ringrazio”.

Boss, Manuel, verità

22.38 Alcuni sono sconvolti, non se lo aspettavano. Manuel, invece, se ne erano accorto: “La voce era quella, poi mi sembravi più basso. Ma non mi sono nascosto”.

Boss in Incognito, Maurizio, Rinaldi

22.36 Ma ecco il momento della verità. Il Boss convoca i dipendenti che ha conosciuto come Maurizio per dirgli chi era veramente. Sono tutti molto preoccupati.

Boss in incognito, Costantino

Boss in Incognito, il Boss con Manuel

22.31 Maurizio fa una pausa in bagno e Manuel fa notare agli altri operai che “la voce mi sembra di Angelo, il responsabile nostro. Gli assomiglia davvero. Però è troppo alto, Angelo è più basso…”. E, appena tornato dal bagno, glielo fa notare. Ma Maurizio non reagisce alle sue provocazione e sembra chiudersi in se stesso. Poi Manuel dice che l’azienda potrebbe sbilanciarsi un po’ di più nelle retribuzioni e critica il Presidente – ovvero lui Manrizio – che aveva promesso alcune modifiche che non sono state portate a termine. “Ma andiamo avanti”.

Bos in Incognito, Manuel

22.29 Manuel racconta la sua storia: si è separato da poco ed è rimasto senza lavoro. Aveva intestato all’ex moglie la sua attività e si è ritrovato per strada. Adesso lei, che è di origini ucraine, vuole tornare in Ucraina – dove è nata – insieme ai suoi figli e Manuel sta facendo di tutto per impedirglielo. Inoltre suo fratello è stato vittima di un incidente ed è rimasto paralizzato. “Continuo a combattere, chi si ferma è perduto”.

22.25 La ricerca dei punti critici continua dal magazzino. Il suo tutor per questo ruolo è Manuel, un “uomo battagliero che ha appena ricominciato da zero”. Qui gli tocca smistare pacchi, oggetti e tutto quello che arriva in questa zona.

Manuel, Maurizio, Boss in incognito

Boss in Incognito, il Boss con Giuliano

22.20 Macinando kilometri si scopre che Giuliano è sposato da 31 anni ed è nonno, “è la cosa più bella che mi poteva capitare”. “Mi ha fatto venir voglia di diventare nonno, prima ero spaventato all’idea”, dice il Boss che ricorda anche i suoi esordi sul camion del padre. E pure questa giornata finisce qua.

Boss in Incognito, Giuliano, Maurizio

22.17 Nuova giornata, nuova mansione. Il Boss torna a fare il camionista. Lo fa con Giuliano, 53 enne. Sin da subito si fa spiegare la vita del camionista, “non hai orari, non hai una casa” ma lui ha una grande passione per questo lavoro che faceva anche il padre. Subito, però, nota che non si mette la cintura di sicurezza e glielo fa notare.

Boss in incognito, Giuliano

Boss in Incognito, il Boss con la moglie

22.14 E, invece, bussa alla porta la moglie. Lei gli promette che faranno un viaggio per i 25 anni di matrimonio (come lui sperava) e scoppia a piangere.

Boss in Incognito, Rinaldi, moglie

22.11 E’ giunto il momento di fare il punto della situazione. Costantino lo va a trovare in hotel: “I miei ragazzi faticano molto, io sono distrutto”. Costantino è soddisfatto del lavoro svolto dal Boss, poi se ne va fingendo di non avere neppure una sorpresa per lui.

Boss, Costantino, Rinaldi

Boss in Incognito, il Boss con Stefano

22.08 Stefano dedica (quasi) tutta la sua settimana al lavoro. Ha solo un giorno a settimana di libertà e lo dedica alla sua fidanzata. Anche questa giornata, per lui, è stata faticosa: era la prima volta che faceva il meccanico. Ma è stato bene. La terza giornata finisce qua.

Boss in incognito, Stefano

22.01 Il terzo giorno costringe il Boss a diventare un meccanico. Sarà accompagnato da Stefano, un “meccanico dall’animo gentile”. Nota subito che l’officina non è pulitissima “ma se lo può permettere non dovendo apparire al pubblico”. Comincia subito svitando alcuni buloni, poi lava un camion. “Ho faticato davvero tanto”.

Boss, meccanico

Boss in Incognito, il boss con Patrick

21.55 Anche la moglie di Patrick è laureata (in economia) ma fa l’aiuto cuoca in un ristorante. Il Boss è curioso, cerca di capire. E Patrick continua a raccontarsi… Ma anche la seconda giornata è già terminata.

Boss in Incognito, Maurizio, Boss

21.50 Comincia la seconda giornata. Maurizio seguirà Patrick, un teologo liberano. Il suo compito è quello di fare il facchino. Viene sin da subito messo alla prova, “è stato impegnativo, sono fuori allenamento”. Poi scopre che il suo operaio è laureato in filosofia e teologia, ma apprezza che si sia messo in discussione con un lavoro umile. Però lo sgrida perché non indossa le scarpe anti-infortunistiche.

Boss in incognito, Patrick

Boss in Incognito, il Boss con i fratelli

21.47 Finito il lavoro, è sera. E il Boss ne approfitta ancora per fare due chiacchere con Leonardo e Francesco. Loro parlano dei problemi finanziari della famiglia e dicono che, pur abitando con i genitori, vorrebbero “evadere” e andare a vivere da soli. Toccante il momento in cui parlano della depressione della mamma e della lettera “di addio” che aveva scritto quando pensava al suicidio. Oggi, per fortuna, sta bene. La prima giornata finisce qua, Maurizio è soddisfatto.

Boss in Incognito, Maurizio-Angelo Rinaldi

21.44 Il Boss con i due fratelli si dirige dal primo cliente. Durante il viaggio ne approfitta per conoscere meglio i fratelli. Quindi scopre che uno di loro lavora nei trasporti da quando ha 19 anni (ha ereditato la passione dal padre), mentre l’altro oltre a lavorare studia. “Mi sono sentito papà, potrebbero essere miei figli”.

Boss in incognito, Boss con fratelli

21.34 Il primo lavoro di Maurizio/Angelo è quello di caricare e scaricare un furgone dell’azienda. Lo aiutano Francesco e Leonardo, due fratelli che lavorano in coppia e si dividono lo stipendo. Ma subito uno dei due si insospettisce: “Assomigli al nostro titolare”, dice. Pubblicità.

Boss in Incognito, Francesco e Leonardo

Boss in incognito, Angelo Rinaldi si trasforma in Maurizio

21.32 Angelo si trasforma in Maurizio. Il nome l’ha scelto perché gli è sempre piaciuto fin da bambino. Una volta passato sotto le mani degli esperti, la famiglia lo trova “orribile”, “bruttissimo”. La moglie dice che non l’avrebbe sposato.

Angelo Rinaldi, Maurizio

21.29 Ha deciso di essere in incognito per “conoscere da dentro, migliorare e capire i punti di forza della mia azienda”. Quindi comunica ai suoi soci, durante il consiglio d’amministrazione, la sua decisione.

Rinaldi, Boss in incognito

21.23 Angelo Rinaldi ha cominciato come camionista ed oggi è il Presidente della Logimed. “La crisi ti costringe a rimetterti in gioco, quando va tutto bene tendiamo a rilassarci”. Quindi il Boss di oggi parla della sua famiglia. Clelia è sua moglie, si sono conosciuti a 16 anni ed il prossimo anno festeggieranno i 25 anni di matrimonio (ma niente viaggi, lei non vuole). “Lei è una mamma straordinaria e compensa la mia assenza”. Hanno due figli, uno di 18 e l’altro di 21 anni.

Boss in Incognito, Angelo Rinaldi

21.20 Costantino della Gherardesca decide di metterci un po’ di ansia ricordandoci che “le piccole-medie imprese sono a rischio e devono fare i conti con la quotidianità”. In Italia si contano 40 fallimenti al giorno, ogni ora chiudono due aziende. Il Boss di questa puntata è Angelo Rinaldi che si trasforma in Maurizio, affabile quarantenne con la battuta sempre in tasca.

Costatino della Gherardesca, settima puntata

Boss in Incognito, puntata del 2 febbraio 2015: anticipazioni

Boss in incognito torna questa sera, 2 febbraio 2015, in diretta su Rai 2 con la settima puntata della seconda stagione. Il programma, condotto da Costantino della Gherardesca, è la versione italiana di Undercover Boss, docu-reality statunitense.

In ogni puntata c’è un solo “boss”/imprenditore protagonista, pronto a lasciare il proprio ufficio per una settimana e fingersi un lavoratore qualunque della propria azienda. Ma per farlo deve camuffare il proprio aspetto, cambiando il proprio look, e creare un’identità immaginaria per non farsi scoprire dagli altri dipendenti. Per giustificare la presenza di una troupe televisiva al suo seguito agli operai viene detto di essere protagonista di un documentario sul mondo del lavoro.

Al termine della settimana, il boss convoca nella sede centrale dell’azienda tutti i lavoratori con cui è entrato in contatto e, solo dopo aver svelato la sua vera identità, decide il loro futuro.

Boss in incognito, Angelo Rinaldi

Boss in Incognito, Angelo Rinaldi protagonista

Il “Boss in incognito” di questa puntata, ovvero l’imprenditore-protagonista, sarà Angelo Rinaldi. Quasi 50enne, si occupa di trasporti e logistica della società Logimed (della quale è Presidente e amministratore delegato), punto di riferimento per le principali aziende di elettrodomestici ed elettronica nell’area Centro-Sud.

La società, con sede operativa a Fiano Romano, nasce nel 2008 dalla trentennale esperienza della sua famiglia. Si impone sin da subito come punto di riferimento del settore e, ad oggi, vanta un fatturato di 9 milioni di euro l’anno, gestisce due magazzini (per un totale di 14 mila metri quadri coperti) e ha oltre 200 dipendenti. Servendosi di 10 furgoni, 40 motrici e 30 bilici, effettua, ogni giorno, 3.000 spedizioni.

Angelo Rinaldi è fermamente convinto che l’essere umano è al centro della produttività: “Bisogna investire molto sulla tecnologia, ma soprattutto sulla formazione, perché la differenza la fanno, come sempre, gli uomini con la loro capacità di affrontare e risolvere anche le situazioni più imprevedibili”.

Rinaldi ha scelto di andare in incognito per scoprire, all’interno della sua azienda, punti di forza e criticità da migliorare. Questa esperienza lo porterà a fare il camionista, il facchino, il magazziniere e a conoscere più a fondo le storie dei suoi dipendenti che ritiene essere l’anello portante della sua società.

Boss in Incognito, come vederlo in tv e streaming

Boss in Incognito va in onda ogni lunedì dalle 21.10 su Rai2. E’ possibile seguirlo anche in streaming sul sito ufficiale della Rai, www.rai.tv. Oppure, qui su Blogo, troverete il nostro consueto liveblogging minuto per minuto.

Boss in Incognito, second screen

Boss in Incognito si può seguire anche sui social network: si può rimanere aggiornati sulla trasmissione grazie ai profili Twitter (@Bossincognito) e Facebook (https://www.facebook.com/pages/Boss-in-incognito) della trasmissione o quelli del conduttore (Twitter – @Cdgherardesca – e Facebook) che si diverte a commentare la puntata in modo ironico. Iil sito ufficiale lo potete trovare qui.

Se, invece, non volete perdervi neppure un commento – o se volete commentare in prima persona il programma – l’hashtag ufficiale è #bossinincognito.

Costantino della Gherardesca, Boss in Incognito, puntata 2 febbraio 2015

Ultime notizie su Boss in Incognito

Tutto su Boss in Incognito →