Michele Cucuzza è tornato dall’Africa: scampato il rischio Ebola

Il conduttore si era recato in Africa per un numero zero con Barbara De Rossi: sul loro viaggio erano state diffuse notizie preoccupanti

Rimasto bloccato insieme con Barbara De Rossi in un campo profughi del Sud Sudan a causa del morbo di Ebola, Michele Cucuzza è appena tornato dall’Africa, e può tirare un enorme sospiro di sollievo per una brutta disavventura che, al di là delle facili ironie di molti lettori e telespettatori, ha contraddistinto in maniera negativa il suo viaggio. L’ex conduttore della Vita in diretta racconta a Dipiù l’ansia di quei momenti,

la paura di potere essere esposti al contagio di una malattia mortale per la quale non esiste né vaccino né cura.

Racconta Cucuzza:

Mentre Barbara e io eravamo in Sud Sudan, le autorità sanitarie hanno lanciato l’”allarme Ebola” in Congo, un Paese la cui frontiera era a venti chilometri da noi.

Il rischio era che le persone infettate dalla malattia potessero spargere il contagio anche in Sud Sudan: tuttavia, in pochi giorni si è capito che il virus non aveva attraversato il confine. Ciò non è bastato, però, a bloccare la diffusione di notizie allarmanti nel nostro Paese.

In Italia, infatti, si erano nel frattempo diffuse voci incontrollate: dicevano che Barbara e io eravamo rimasti “intrappolati” nel mezzo di una epidemia di Ebola, e qualcuno ha persino temuto che ci fossimo ammalati pure noi.

Per fortuna, non è andata così.

Foto | © TM News

Tutto è bene quel che finisce bene, dunque: era nostro dovere, però, informarvi sulla conclusione della vicenda.

Per la cronaca, l’esperienza africana di Cucuzza e De Rossi si tradurrà in un numero zero per un nuovo programma Rai intitolato Mission. Chissà se, quando lo vedremo in onda, riuscirà a ottenere un risultato migliore del reportage realizzato in Afghanistan da Massimo Giletti, che su Raiuno non è riuscito ad arrivare al 6 % di share.