Ballarò, Benigni va gratis alla prima puntata: nessuna copertina, ma un 'duetto' con Giannini

Salutato Crozza, fedele a Floris su La7, il talk di Rai 3 pensa a una rotazione di comici per l'intervento satirico. Inizio 'da Oscar' con Benigni.

E' ufficiale: Roberto Benigni ospite della prima puntata di Ballarò, martedì 16 settembre alle 21.10 su Rai 3. La conferma arriva direttamente Lucio Presta, storico manager del comico toscano, che chiarisce in una nota stampa i dettagli della partecipazione del Premio Oscar alla nuova edizione del talk politico della terza rete.

"Roberto Benigni sarà presente con un saluto e risponderà ad alcune domande del conduttore. Non farà alcuna copertina e quella di martedì sarà l'unica partecipazione. Tutto sarà rigorosamente a titolo gratuito"

si legge nella nota riportata dall'Ansa. Trova conferma quindi l'idea di un'intervista-show del comico toscano, presumibilmente collocata nel corso della puntata - giusto per ingolosire il pubblico della prima puntata e trascinarlo con sé nel corso della serata - anche se è davvero difficile immaginare Benigni che "risponde alle domande del conduttore". Con ancora negli occhi l'intervista di Enzo Biagi a Benigni, mi viene più facile pensare a una sorta di 'duetto', con Giannini a far da 'spalla' al Premio Oscar che anche stavolta partecipa gratuitamente a un programma di Rai 3. A memoria ricordo la partecipazione a Vieni via con me, con Fazio e Saviano, anch'essa concessa 'gratis et amore Dei'.

E a proposito di 'amore Dei', a metà dicembre Benigni tornerà su Rai 1 per uno spettacolo su I Dieci Comandamenti. Una partecipazione nella prima, attesissima, puntata del nuovo Ballarò può essere vista come un buon lancio promozionale: potrebbe dunque valere un investimento alla voce 'comunicazione' (e potrebbe rientrare nel computo degli accordi presi con l'ammiraglia). Resta, ovviamente, un incredibile catalizzatore per il debutto della gestione Giannini.

La sfida del martedì è iniziata.

Ballarò: Benigni ospite della prima puntata, Giannini apre con un'editoriale in stile Santoro

Arrivano dettagli sulla struttura di Ballarò e della sua prima puntata, in onda martedì 16 settembre su Rai 3. Ad aprire la puntata non ci sarà più la copertina di 'crozziana' memoria, che continuerà su La7 con diMartedì, ma un editoriale curato dallo stesso Giannini. Una scelta che ricorda il classico attacco di Santoro.

L'intervento satirico della prima puntata dovrebbe essere quello di Roberto Benigni, per un'ospitata eccezionale non nelle forme della copertina in stile Crozza per per un'intervista-show di una ventina di minuti nel corso della puntata: un vero e proprio blocco, quindi, per il Premio Oscar, cui sarebbe garantita carta bianca.

Dal 23 settembre, invece, spazio alla sitcom Il candidato - Zucca presidente, serie interstiziale ispirata al format francese Henaut president, nata per il web con puntate di circa sei minuti e interpretata da Filippo Timi e Massimo Ghini.

Si attendono conferme ufficiali, a questo punto.

Ballarò, Roberto Benigni ospite per la prima copertina dell'era Giannini?


ITALY-ART-CINEMA-MEDIA-BENIGNI

 

UPDATE 16.12 Emergono nuovi dettagli sulla presenza di Roberto Benigni a Ballarò di Giannini. Stando all'Ansa, infatti, si starebbe pensando a una partecipazione non strettamente legata alla copertina satirica in stile Crozza quanto a una ospitata nel corso del programma, una sorta di 'intervista-show'.

Roberto Benigni primo comico del Ballarò targato Giannini? Sarebbe sua la prima copertina della stagione 2014/15 del talk politico di Rai 3 che debutta martedì 16 settembre, ovviamente in prima serata. Il Fatto Quotidiano parla oggi di accordi da formalizzare e di firme ormai vicine tra Benigni e la Rai facendo capire che potrebbe trattarsi di un impegno fisso. Ma Giannini nella conferenza stampa di presentazione parlò di una rotazione di comici, che definì peraltro "virtuosa".  Se anche si trattasse della sola copertina del debutto, sarebbe certo una partenza al fulmicotone per il nuovo Ballarò che deve dimenticare Floris e che probabilmente vuole 'annientarlo' nella sfida diretta con diMartedì, al via anch'esso il 16 settembre.

Se dovesse arrivare la conferma di Roberto Benigni a Ballarò, si tratterebbe di un fendente ben piazzato contro la concorrenza dell'ex padrone di casa, in questi primi giorni già alla gogna per gli ascolti di diciannoveEquaranta, la finestra sui fatti del giorno che precede il Tg La7 delle 20.00 condotto da Mentana.

Per Benigni, invece, si tratterebbe di un ritorno in Rai dopo La più bella del mondo, show dedicato alla Costituzione e in onda su Rai 1 nel dicembre 2012, e in attesa de I Dieci Comandamenti, previsti per la metà dicembre 2014 sempre sull'Ammiraglia Rai. Una sua copertina sulla stagione politica del talk tv sarebbe decisamente attraente per 'critica e pubblico' e sarebbe una prima 'apparizione tv' in Era Renzi. Non sarebbe affatto male. Tanto più che in contemporanea si giocherebbe una sorta di 'sfida nella sfida' fra Crozza e il suo 'sostituto'. A un certo punto, non avendo nulla da perdere da ambo i lati, si potrebbe osare. E ci sarebbe di che divertirsi.

In attesa di capire se Benigni aprirà davvero la stagione di Ballarò con la prima copertina comica della gestione Giannini non possiamo che chiedervi quale comico vorreste fosse invitato a fare una copertina per il talk di Rai 3 qualora il Premio Oscar fosse ospite (come tendo a credere) della sola prima puntata. A voi...

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: