Mi è sembrato di vedere un Blob con Flavio Insinna, conferenza stampa: ospiti Cucuzza e Mannoni

Dichiarazioni e cronaca della conferenza stampa di presentazione di Mi è sembrato di vedere un Blob, condotto da Flavio Insinna venerdì 6 giugno su Rai3 in prime time

CLICCA QUI PER AGGIORNARE


13.13
Finisce la conferenza.
13.07 Insinna: “Non state capendo niente, ma è la conferenza stampa più viva che abbia mai visto”.
13.06 Manigrasso: “Blob ancora oggi è un corpo estraneo nel palinsesto di Rai3”.
13.05 Manigrasso: “L’idea è di far dilagare l’archivio nella diretta, raccontando in diretta la reazione della platea. È un programma in diretta, ma nel senso di in-diretta”.
13.02 Proteste da parte dei giornalisti, perché i protagonisti non svelano i nomi degli ospiti né come sarà strutturata la diretta. La conferenza continua in modo surreale.
13.01 Mannoni: “Io e Cucuzza non abbiamo capito cosa dobbiamo fare”.
12.56 Come si svilupperà la serata? Insinna: “Il maestro Ghezzi ha chiamato tutti quelli che sono finiti in Blob, ci saranno Cucuzza, Mannoni, Baudo c’è e non c’è e se mi chiedi che vuol dire ti rispondo ‘guardati la serata’. Vasco Rossi c’è e non c’è, Toni Servillo pure”. Vittorio Manigrasso, autore: “I politici saranno immagini che girano nello studio, ma non saranno ospiti. Li abbiamo esclusi volontariamente”.
12.52 Domande. Ghezzi: “La censura? A molte persone non siamo mai piaciuti. È stato chiesto più volte di chiudere Blob da Craxi e Berlusconi, perché era visto scomodo. Ma non conveniva perché costa poco. Alcune volte sono arrivate richieste di censure di singole persone. Sarebbe bastato un licenziamento per fermare il programma”.
12.50 Vianello: “Al primo incontro Ghezzi mi ha suggerito di fare così: entrano subito tutti quelli che sono stati in Blob in questi 25 anni, mentre il pubblico è formato da tutti quelli che non ci sono stati”.
12.45 Insinna: “L’ho preso come un regalo. Anche se ho capito che hanno scelto perché è un programma pieno di errori. Nelle prove abbiamo testato un piano A e un piano B, sembrano le prove di una rapina. Non sappiamo veramente chi viene, ma nemmeno chi non viene. L’unica cosa sicura è che non finiremo su Blob, perché ci siamo dentro. È molto bello riscoprire dentro la Rai persone con grandi intelligenze, parlo da abbonato Rai”.
12.44 Ghezzi ironizza, a modo suo: “Se funziona, verrà fuori un normale talk show politico da seconda serata”.
12.41 Intervento di Ghezzi, complicatissimo da riportare fedelmente.
12.33 Alla puntata prenderanno parte anche Maurizio Mannoni e Michele Cucuzza, entrambi presenti in sala. Viene mostrato un frammento di 5 minuti di Blob, che partono con Vasco Rossi, Dell’Utri e Tangentopoli.
12.32 Vianello ringrazia Insinna per aver accettato la proposta e rinnova per lui la stima: “Unisce l’essere pop con la capacità di fare servizio pubblico”.
12.30 Vianello, direttore di Rai3: “Vogliamo festeggiare un pezzo di storia delle televisione italiana. Cosa accadrà? Lo vedremo in diretta. Ci sarà la possibilità di ripercorrere questi 25 anni raccontati in maniera unica da Blob. Ancora più della settimana enigmistica, ha avuto qualche tentativo di imitazione, ma di Blob ne esiste uno solo. La forza di Blob è la destrutturazione”.
12.29 Inizia la conferenza.

Tra pochi minuti avrà inizio nella sede Rai di Viale Mazzini la conferenza stampa di presentazione di Mi è sembrato di vedere un Blob – Un Blob lungo 25 anni o forse solo 25, programma in onda venerdì 6 giugno alle ore 21.05 su Rai3.

Si tratta di una serata speciale condotta da Flavio Insinna nella quale saranno celebrati i 25 anni della fortunata trasmissione ideata da Angelo Guglielmi, Enrico Ghezzi e Marco Giusti nel 1989.

Per la prima volta Blob andrà in diretta, grazie a Insinna che guiderà i telespettatori nel racconto degli ultimi 25 anni di storia d’Italia (e non solo) attraverso spezzoni, schegge, ed errori tv montati e smontati, con testimonianze, aneddoti, commenti e interpretazioni di ospiti in studio. Scorreranno le immagini dell’avvento del Grande Fratello, della stagione di Mani pulite, passando per i mondiali di calcio del 2006 e per le principali edizioni del festival cinematografici di Venezia, senza dimenticare i festival di Sanremo, ma anche eventi storici come il G8, l’attentato alle Torri Gemelle del 2001, le dimissioni di papa Benedetto XVI nel 2013 e le competizioni elettorali.

TvBlog seguirà l’incontro con la stampa in tempo reale.

Ultime notizie su Flavio Insinna

Tutto su Flavio Insinna →