Broadchurch, su Giallo la serie tv inglese che usa il poliziesco per criticare i mass media

Su Giallo Broadchurch, serie tv inglese che racconta le indagini in una cittadina di un ragazzo, tra le difficoltà dei protagonisti di arrivare alla soluzione del caso e la stampa che cerca di ottenere informazioni esclusive

Giallo si porta a casa una delle serie tv britanniche più acclamate della scorsa stagione: “Broadchurch”, in onda da questa sera alle 21:05, è un racconto intenso che porta il pubblico all’interno di una cittadina all’apparenza tranquilla, ma che nasconde segreti pronti ad essere rivelati ed a cambiare le sorti degli abitanti.

Trasmessa da Itv lo scorso anno, con ascolti tra i sette e gli otto milioni di telespettatori, lo show è ambientato a Broadchurch, cittadina sul Dorset, dove il ritrovamento del corpo del giovane Danny Latimer sulla spiaggia getta la comunità nel terrore di sapere che intorno a loro c’è un assassino.

Ad indagare arriva Alec Hardy (David Tennant), promosso da poco detective Ispettore e trasferito a Broadchurch, che dovrà collaborare con Ellie Miller (Olivia Colman), detective Sergente che aiuta il protagonista a conoscere meglio i personaggi che vivono nella cittadina, persone con cui ha a che fare tutti i giorni.

L’omicidio scatena anche i mass media, che trovano nell’evento una notizia da trattare in ogni suo aspetto. Karen White (Vicky McClure) è l’inviata del “Daily Herald” disposta a tutto pur di avere uno scoop sulle indagini, mentre ad Oliver Stevens (Jonathan Bailey), reporter del “Broadchurch Echo”, si deve la diffusione tra i social network della notizia, scatenando le ire di Maggie Radcliffe (Carolyn Pickles), il suo capo che invece sostiene che i mass media debbano collaborare con le forze dell’ordine.

Negli otto episodi, i due protagonisti devono indagare sull’omicidio, cercando di assicurare alla giustizia il colpevole, tra le richieste di Mark (Andrew Buchan) e Beth (Jodie Whittaker), genitori di Danny, e le incursioni dei giornalisti, che rendono Broadchurch il centro dell’attenzione dei mass media nazionali.

A rendere questa serie ben fatta e capace di conquistare milioni di spettatori è innanzitutto il cast, capitanato da un Tennant che conferma il proprio talento, in una storia non facile che fonde al poliziesco una critica al mondo della comunicazione dei giorni nostri. La serie si domanda quanto sia giusto il diritto di cronaca quando l’invadenza della stampa rischia di creare confusione e di rallentare i tempi delle indagini. Un tema che riguarda anche la nostra informazione: peccato che questa serie vada in onda su canale di nicchia, rischiando di restare poco conosciuta nel nostro Paese.

Il successo di “Broadchurch” è arrivato anche in America, con la Fox che ha ordinato un remake per la prossima stagione, dal titolo “Gracepoint”: ad interpretare il protagonista ci sarà ancora Tennant, questa volta affiancato da Anna Gunn.

Broadchurch

Broadchurch
Broadchurch
Broadchurch
Broadchurch
Broadchurch
Broadchurch
Broadchurch