Giass, Lerner accoglie Ricci “tra i perdenti” e Dagospia parla di ‘spostamento’

La seconda puntata di Giass si ferma al 7,3% e ‘fischia il vento’ di smobilitazione: Gad Lerner ‘ironizza’ su Twitter.

Il calo di ascolti di Giass non promette nulla di buono: dopo l’esordio la scorsa settimana all’11,4% (dato non brillante per la prima serata, ma ritenuto soddisfacente da Canale 5), la seconda puntata ha registrato uno share medio del 7,3% che, immaginiamo, lasci a Ricci e ai suoi collaboratori l’amaro in bocca.

“E’ stato bello” ha twittato Luca Bizzarri appena usciti i risultati d’ascolto, facendo immaginare a molti una chiusura anticipata del programma. Per ora nessuna comunicazione ufficiale su una possibile sospensione/cancellazione della ultima nata in casa Ricci: solo Dagospia ‘lancia’ un flash in cui si parla di un possibile spostamento di Giass, ma non è chiaro se si tratti di un cambio di giorno, di rete o di un definitivo spostamento in un ‘cassetto’.

E sempre via Twitter arriva uno dei commenti forse più ‘velenosetti’, ci sia concesso, al programma di Antonio Ricci: lo firma Gad Lerner, giornalista non certo estraneo alle dinamiche televisive – ora su LaEffe con Fischia il Vento – che accoglie ironicamente il ‘patròn’ di Striscia la Notizia nel gotha dei ‘losers’.

“Il fiasco di Giass segnala una felice evoluzione del gusto degli italiani. Prima o poi doveva accadere. Benvenuto Ricci fra noi perdenti”.

Ecco, diciamo che il tweet di Gad Lerner non lascia molti dubbi né sulla sua interpretazione del calo degli ascolti di Giass né sul suo giudizio in merito al programma, commentando in positivo la scelta del pubblico di non seguire un prodotto a suo avviso evidentemente poco degno di ascolto. E la chiosa ‘accogliente’ non ‘smorza’ del tutto la sensazione di un certo compiacimento sotto la barba e non solo per il ‘riconquistato gusto’ tv degli italiani.

Luca Bizzarri non manca di farlo notare con una risposta che chiama in causa “il piacere provocato dalla sfortuna altrui” racchiuso in un termine tedesco praticamente intraducibile in italiano se non, appunto, con una ‘perifrasi’.

 

Comunque sia, Giass e i suoi ascolti stanno facendo discutere: immaginiamo che non fosse però questo l’effetto sperato da Ricci alla vigilia.