• Tv

Mediaset acquista la library di Cecchi Gori

Un consistente pacchetto di 138 film appartenuti alla Cecchi Gori Group è stato aggiudicato ieri all’asta da RTI. La divisione di Mediaset avrà i diritti di trasmissione fino al 2011. Come è noto il Gruppo Cecchi Gori in questi ultimi periodi (dalla cessione a Telecom di TMC oggi La7 in avanti) ha avuto parecchi problemi

di share

Logo Cecchi Gori GroupUn consistente pacchetto di 138 film appartenuti alla Cecchi Gori Group è stato aggiudicato ieri all’asta da RTI. La divisione di Mediaset avrà i diritti di trasmissione fino al 2011.

Come è noto il Gruppo Cecchi Gori in questi ultimi periodi (dalla cessione a Telecom di TMC oggi La7 in avanti) ha avuto parecchi problemi economici, arrivando a dichiarare anche bancarotta per alcune società.
Per risanare i conti del gruppo, l’azienda ha nominato un curatore fallimentare che si occupasse di mettere all’asta il cospicuo pacchetto posseduto dalla famiglia attraverso la consociata Mediafiction Gruppo Fin.Ma.Vi. (quest’ultima fallita il 23 ottobre 2006); i diritti in gioco erano quelli relativi a tutte le piattaforme, dalla tv in chiaro, alla pay tv alla pay per view ecc.
Le due aste per assegnare la library sono andate deserte, ma ieri per il gruppo è arrivata una boccata d’ossigeno: i diritti se li è aggiudicati Mediaset fino al 2011 dietro un pagamento di 5,93 milioni di Euro.

Il Gruppo Cecchi Gori ha prodotto tanti dei grandi successi italiani del grande schermo, dai primi film di Benigni fino ai recenti La Vita è Bella e Pinocchio (La Tigre e la neve invece è prodotta da Melampo Cinematografica e distribuita da 01), Il Sorpasso, ai film di Fantozzi, di Carlo Verdone, di Adriano Celentano a quelli diretti da Federico Fellini per arrivare ai nuovi di Leonardo Pieraccioni o Vincenzo Salemme. Inoltre nella library sono presenti titoli statunitensi importanti tra i quali Scarface, Carlito’s Way e l’intera serie di James Bond 007.
Mediaset ha fatto un affare?
I film in televisione, in particolare proprio quelli di Cecchi Gori, sono stati parte integrante del successo di Canale 5 negli anni 80; oggi la musica è cambiata e spopolano le fiction, ma alcuni cult riscontrano sempre grandi successi d’ascolto pur se datati (basti pensare a quelli di Bud Spencer & Terence Hill di cui prodotto da Cecchi Gori ricordiamo “Chi trova un amico trova un tesoro” o quelli di Don Camillo).
Ci aspettano almeno 4 anni di pellicole di Cecchi Gori sulle reti del Biscione. Riusciranno questi film nell’arduo compito di far tornare a seguire il cinema in televisione?

[fonte Ventiquattrominuti]