Marco Liorni, Alessandro Cattelan, Elisa Isoardi: un ritorno alla meritocrazia?

Quanti bravi conduttori nell’autunno 2011 Rai e Sky: scoprili!


Il sottoscritto comincia a essere confortato. Che alla Vita in diretta arrivi un veterano della tv come Marco Liorni, un 45enne alle prese con la grande occasione, è il segno di una promettente inversione di tendenza. Dopo stagioni in cui le conduzioni più ambite erano contese da intoccabili e raccomandati di lusso, in tv inizia ad avere la meglio la meritocrazia.

Hanno scelto un conduttore navigato, ma a cui Mediaset aveva messo l’etichetta di inviato, mentre la Rai gli aveva affidato esperimenti fallimentari in partenza. Rispolverando la sua gavetta a Verissimo – in cui pure fece il supplente della Parodi in maternità – lo hanno testato in estate e, visti gli ottimi risultati ottenuti, lo hanno promosso al timone dell’edizione annuale. Sperare che una trafila simile avvenga sempre, in modo trasparente e democratico, è chiedere troppo?

Anche Unomattina, in passato alla mercé di imbarazzanti stagisti da lanciare a tutti i costi, è diventato un baluardo per professioniste in cerca di conferme. Ne è la prova il meritevole sbarco alla conduzione di Elisa Isoardi, conduttrice che ha ampiamente fatto la gavetta e oggi è molto amata dal pubblico di RaiUno. Dopo il suo ritiro in buon ordine dagli scottanti fornelli della Clerici, l’abbiamo vista cimentarsi con entusiasmo con Linea Verde, un programma che richiede una grande forza di volontà per il suo spirito itinerante.




Uscendo dalla Rai anche Sky non scherza, in quanto a conduttore giusto al posto giusto. Per il nuovo corso di X Factor hanno deciso di puntare su una personalità azzeccata e decisamente adeguata, quale quella di Alessandro Cattelan. Non poteva esserci scelta migliore di un ex vj che è vissuto in onda tra la musica, oltre a essere stato temprato dal pubblico di piazza di Trl. Insomma, non un debuttante allo sbaraglio da mettere al timone di un format internazionale così ambizioso.

Che il conduttore faccia la differenza lo hanno imparato anche su Italia1, allontanando Raz Degan da Mistero proprio per il suo italiano stentato. Insomma, il futuro della tv sarà nuovamente all’insegna delle capacità? Per ora basta accontentarsi del detto “eppur si muove”, visto che di conduttori sponsorizzati da agenti o da poteri ben più forti continueremo a non liberarci. Con la differenza che il pubblico è talmente scafato da riconoscerli tutti.

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Elisa Isoardi

Tutto su Elisa Isoardi →