Zecchino Show dal 23 ottobre al sabato sera su Dea Kids: “Diamo a tutti 10 e non si vince nulla”. Ossini a tutto campo

Gran parte dei giornalisti presenti alla conferenza stampa dello Zecchino Show, tenutasi ieri a Milano, aveva dei figli piccoli e diffidava dei baby talent che pure fanno notizia. Al contrario, per la prima volta, ognuno avrebbe portato volentieri con sé i propri bambini, per condividere in un clima allegro e familiare un incontro di lavoro.


Gran parte dei giornalisti presenti alla conferenza stampa dello Zecchino Show, tenutasi ieri a Milano, aveva dei figli piccoli e diffidava dei baby talent che pure fanno notizia. Al contrario, per la prima volta, ognuno avrebbe portato volentieri con sé i propri bambini, per condividere in un clima allegro e familiare un incontro di lavoro. Il sottoscritto, ancora troppo giovane per entrare in quest’ottica, pensava alla propria cuginetta, drogata di Hannah Montana e Shakira, e riandava con la mente a un servizio de Le Invasioni Barbariche sulle ‘bambine divine’ , che a sette anni già sono reginette del movimento di bacino.

Invece, a Dea Kids è in atto un vero e proprio miracolo controcorrente, complice la leadership tra gli ultimi baluardi della tv per ragazzi rimasti: l’Antoniano (rappresentato da un brillantissimo Fra’ Alessandro Caspoli) e la De Agostini (dopo l’acquisizione di Magnolia, la Zodiak Entertainment – media company del gruppo editoriale – ha acquisito anche la società di produzione e distribuzione di contenuti Rdf Media Group).

Dal 23 ottobre su Dea Kids (canale 601 e 609 di Sky) arriva Zecchino Show, il primo varietà satellitare pensato interamente per i più piccoli nella pregiata collocazione del sabato sera. Sarà una sfida musicale tra le hit più celebri della kermesse, con un intento dichiarato: nessuna competizione tra i piccoli interpreti, che irrompono in studio cicaleggiando come dei bambini veri.

Mai cast artistico fu più azzeccato, invece: non c’è un volto uno “che non abbia la patente”. Alla conduzione, troviamo la strana coppia formata dal ‘maestrino’ Massimiliano Ossini (reduce da programmi a tema come Disney Club e Sei più bravo di un ragazzino di 5a?) e ‘l’allievo casinista’ Federico Russo (il piccolo Mimmo dei Cesaroni). E proprio Ossini continua a sapere il fatto suo, come scoprirete dopo il salto.

Zecchino Show
Zecchino Show
Zecchino Show
Zecchino Show
Zecchino Show


Zecchino Show

Zecchino Show

Ossini è un secchione vero nel senso positivo del termine. Si interessa a tutti gli aspetti produttivi dei programmi che fa e ha uno stacanovismo di altri tempi. Ieri, ad esempio, bombardava chiunque sui temi che stanno funzionando a Cose dell’altro Geo, entusiasta del record del 7% raggiunto questa settimana in una fascia prima disperata. Oltre a fare il conduttore, continua a documentarsi su agricoltura e ragazzi anche nel tempo libero, tenendo laboratori e partecipando a fiere dedicate. Poi segue molto il web e TvBlog, di cui non ha dimenticato – da buon primo della classe – una vecchia stroncatura (discutendone insieme, l’ha rispettata pur trovandola ‘prematura’ e non riconoscente dei suoi miglioramenti in corsa).

Federico Russo, la baby-star dei Cesaroni, ha finalmente smesso di girare (di solito comincia ad aprile ed è impegnato sul set tutta l’estate). Ora frequenta la 2a media, ha appena iniziato pallanuoto e ha una vera mamma bionica che lo segue doverosamente ovunque, nonostante abbia altri cinque figli a carico a Roma. Insomma, la vera famiglia Cesaroni è la sua e la signora sprint ha dispensato lezioni di pedagogia a tutti, dimostrandosi un genitore inflessibile e molto severo (“bisogna metterli in riga e farsi rispettare perché vengano su bene”).

Federico, di suo, smanetta gia con l’iPhone, ma lo usa per giocare a qualche applicazione o vedere i cartoni animati. E, durante le registrazioni dello Zecchino Show, approfittava della prima pausa utile per andare a giocare a calcetto all’oratorio. Insomma, nonostante tutto è rimasto un bambino vero, anche se discute dei copioni passati e futuri dei Cesaroni come un piccolo manager e sorprende tutti dicendo di rimpiangere Casa Vianello. E’ diventato “adulto” per le esperienze di vita, ma non ha perso il contatto con i suoi coetanei.

In giuria, troviamo due volti femminili rassicuranti: la fatina del musical Roberta Lanfranchi (nonché apprezzata conduttrice televisiva) e l’ex vj reduce da Sugo su Rai4, Carolina Di Domenico. Se la Lanfranchi aveva condotto Ziggie su Italia1, anche la Di Domenico è nata televisivamente a Disney Club. Tanto è espansiva e solare la Lanfranchi, quanto eterea e timida la Di Domenico, eppure le due sembrano già diventate amiche e rispettarsi molto. Sono simpaticamente consapevoli del loro ruolo “di facciata”: la loro paletta contempla solo il 10 perché qui si prende in giro la ritualità del talent show e non si vince nulla.

Il direttore di rete Massimo Bruno, recentemente intervistato dalla nostra Camerino, dimostra come – se vuoi parlare a teen e tween – la riscoperta del valore del gioco è fondamentale. Dalla sua, ha anni di esperienza nella programmazione per ragazzi – che ora non c’è più – di RaiTre:

“I nostri bambini non scimmiottano gli adulti. Non riesco a immaginare che nei programmi in prima serata sulle generaliste si faccia cantare ai più piccoli ‘a far l’amore comincia tu'”.

Quello che Dea Kids vuol fare, in compenso, è dare visibilità ai retroscena dello Zecchino, che non trovano più spazio sulla prima rete di stato. Non a caso, questa sera trasmetterà in prima serata, alle 21.00, le semifinali della baby-kermesse. E lo stesso Fra’ Caspoli, che trova sempre più complicata seppur preziosissima la co-produzione con la Rai, non esclude come extrema ratio futura l’intero spostamento dello Zecchino d’oro sul satellite.

Zecchino Show
Zecchino Show
Zecchino Show
Zecchino Show
Zecchino Show
Zecchino Show
Zecchino Show
Zecchino Show
Zecchino Show
Zecchino Show
Zecchino Show
Zecchino Show
Zecchino Show

Ultime notizie su Massimiliano Ossini

Conduttore Rai e di Sky di programmi come Sei più bravo di un ragazzino di 5a, Linea Verde, Sabato e Domenica Estate

Tutto su Massimiliano Ossini →