Naya Rivera è morta: ritrovato il corpo dell’attrice di Glee

E’ stato ritrovato il corpo senza vita di Naya Rivera, attrice diventata famosa grazie a Glee di cui era stata denunciata la scomparsa mercoledì pomeriggio dopo che il figlio era stato trovato da solo su una barca in un lago

Che le ricerche di Naya Rivera avrebbero avuto un tragico epilogo si era purtroppo capito poco dopo la notizia della sua scomparsa: l’attrice 33enne è stata ritrovata senza vita nel lago Piru, in California. Il corpo della giovane attrice, sparita da mercoledì scorso, è stato ritrovato lunedì dalle squadre di ricerca: la conferma che si trattasse di lei è arrivata poco dopo, in una conferenza stampa.

Ancora prima dell’ufficialità, la rete aveva iniziato a piangere Naya Rivera ricordandola con foto e soprattutto con i video delle sue esibizioni nel corso delle sei stagioni di Glee a cui ha preso parte. Ed è straziante vedere la foto di buona parte del cast della serie tv che proprio oggi si è ritrovato nei pressi del lago Piru per pregare per la collega ed amica.

Anche la data del ritrovamento del corpo di Naya Rivera non può lasciare indifferenti: proprio il 13 luglio di sette anni fa veniva a mancare Cory Monteith, il cui Finn è stato co-protagonista dello show.

La morte di Naya Rivera

Stando ad una prima ricostruzione di quanto successo, l’attrice avrebbe noleggiato intorno alle 13:00 di mercoledì una imbarcazione insieme al figlio Josey, di quattro anni, lasciando la propria auto con all’interno la sua borsa in un parcheggio vicino.

Tre ore dopo, il ritrovamento dell’imbarcazione, con il bambino da solo ed addormentato. Il piccolo, che indossava il giubbotto di salvataggio, ha spiegato alle Forze dell’Ordine che la madre si era tuffata e di non averla vista riemergere. Sospettando da subito il peggio, le ricerche hanno impiegato elicotteri, droni e sommozzatori, che giovedì pomeriggio (ora italiana) hanno ripreso le ricerche, fino a trovare, lunedì, il corpo senza vita della Rivera. Resta ora il compito degli inquirenti cercare di capire se si sia trattato di un tragico incidente o di un gesto estremo.

Dalle sit-com al successo di Glee

Nata a Santa Clarita nel 1987, Naya Rivera è diventata sì popolare al grande pubblico grazie a Glee, ma fin da piccola ha frequentato i set televisivi, prendendo parte a vari episodi di serie tv, come Willy il Principe di Bel-Air, Otto sotto un tetto, Baywatch ed 8 semplici regole.

Le sue doti canore e da ballerina le hanno spalancato le porte del mondo teen musical creato da Ryan Murphy, che l’ha voluta nel cast di Glee fin dalla prima stagione. Il suo personaggio, la cheerleader Santana Lopez, era in realtà stato pensato per essere secondario rispetto ai protagonisti iniziali.

Proprio grazie alla sua interpretazione, però, il personaggio è presto diventato uno dei più apprezzati dal pubblico, consentendole di ottenere già dalla seconda stagione maggiore spazio e diventare regular per buona parte del resto della serie. Santana, inizialmente rappresentata come popolare ed avversa al Glee club, vi entra per volere della sua coach Sue (Jane Lynch), per fare da spia sulle attività del gruppo.

Con il passare del tempo, però, Santana e con lei Brittany (Heather Morris) e Quinn (Dianna Agron) diventano davvero amiche degli altri componenti del gruppo, prendendo le distanze dai perfidi piani di Sue. Il suo personaggio, inoltre, ha dato spazio alla linea LGBTQ voluta da Murphy all’interno della serie, facendo di Santana e Brittany una coppia a tutti gli effetti, che nell’ultima stagione convola a nozze.

Nella vita reale, la Rivera si è invece sposata sei anni fa con Ryan Dorsey, padre di Josey. La relazione tra i due non è mai stata semplice: una richiesta di divorzio, poi ritirata, ha anticipato la denuncia e l’arresto dell’attrice tre anni fa, accusata di violenza da parte del marito.

Professionalmente, Glee le ha dato l’opportunità di pubblicare un singolo, un libro e di recitare in alcuni film, come “Oltre il male” e “Mad families”. In tv, invece, ha recitato in Devious Maids, mentre attualmente era nel cast di Step Up: High Water, che Starz ha rinnovato per una terza stagione.

Resta lo sconcerto per la storia off-camera di Glee, fatta di numerose notizie drammatiche: la Rivera è il terzo componente del cast della serie tv a morire in circostanze drammatiche. Nel 2013, come detto, è morto Cory Monteith, interprete di Finn, mentre nel 2018 è venuto a mancare Mark Salling, che ha dato volto a Puck.

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Glee

Glee è un musical dramedy creato da Ryan Murphy, Brad Falchuk e Ian Brennan, trasmesso in America da Fox dal 2009 e in Italia da Fox (dalla quinta stagione da Sky Uno) pay e da Italia 1 free.

Tutto su Glee →