Sky Sport manda le repliche, Gene Gnocchi polemico: "Almeno siano gratis, stop al canone"

L'emergenza coronavirus ha azzerato l'offerta sportiva di Sky Sport che sabato ha riproposto la cavalcata dell'Italia ai Mondiali del 2006. Gene Gnocchi polemico: "Almeno sia gratis. Stop al canone fino alla ripresa dello sport"

Sui social regala sempre battute e freddure e quando non lo fa l’episodio non può che far notizia. Gene Gnocchi critica apertamente Sky Sport che nell’intera giornata di sabato ha lanciato l’hashtag #orgoglioitaliano ritrasmettendo per intero la cavalcata dell’Italia ai Mondiali del 2006.

Una Nazionale travolta dallo scandalo di Calciopoli, ma capace di compattarsi e sconfiggere qualsiasi nemico, fino all’epilogo trionfale di Berlino. Una metafora adattissima ai giorni d’oggi, con un Paese  turbato dall’emergenza coronavirus e chiamato a rialzarsi.

 


Le partite dell’Italia di Lippi sono state programmate sui canali 201 e 203 in modo da consentirne la visione sia ai possessori del pacchetto Sport che Calcio.

Italia-Francia, finale mondiale 2006, posso anche rivederla. Ma gratis. Se a Sky sono tutte repliche che almeno siano gratis. Sospendete il canone fino alla ripresa dello sport”, ha scritto Gnocchi.

La polemica, in realtà, non riguarda esclusivamente l’attore. Numerose sono infatti le osservazioni relative alla programmazione sportiva della pay tv stravolta e limitata dal rischio contagio. Oltre al canale Sky Sport 24 a mezzo servizio per cause di forza maggiore, si segnalano gli stop della Serie A, della Champions League, della Formula Uno e della Moto Gp. E se è vero che gli eventi saranno recuperati più avanti, lo stesso non si può dire per gli Europei di Calcio, che potrebbero slittare di un anno.

Al di là dell’affondo di Gnocchi, è lecito domandarsi se gli abbonati beneficeranno di un trattamento speciale.

  • shares
  • Mail