Propaganda Live, coppia di San Donà di Piave rifiutata nel pubblico: "Ma qua nessun caso di coronavirus"

Propaganda Live dice no a una coppia di San Donà di Piave che aveva conquistato posto nel pubblico già prima di Natale: "Qui da noi nessun caso di coronavirus". Zoro si scusa: "C'è stata questa precauzione, vai a capire cosa ci sia di sensato. Rimedieremo"

Partecipare come pubblico a Propaganda Live è un lusso. Basti pensare che per prenotare un posto occorre mobilitarsi con quasi due mesi d’anticipo. E così avevano fatto Davide e Serena di San Donà di Piave (provincia di Venezia), che come regalo di Natale si erano concessi una trasferta a Roma in occasione della puntata del 28 febbraio.

Non avevano però messo in conto l’esplosione dell’emergenza coronavirus, con tutto ciò che ne è derivato.

A gelare il loro sogno è stato infatti lo stop arrivato dalla produzione, compreso a fatica dai due ragazzi, ricompensati da Diego Bianchi da un collegamento via Skype a fine trasmissione.

“Avevamo partecipato al concorso di Instagram e avevamo vinto, stavamo aspettando da prima di Natale. San Donà di Piave non è colorata. È l’unica zona della provincia che non ha nessun caso”.

Zoro ha quindi tentato di rimediare, promettendo un futuro invito prima del termine della stagione: “È andata cosi, ogni giorno si cerca di adeguarci al clima, è toccato a voi. Abbiamo fatto una puntata senza lombardo-veneti, ci dispiace per il momento”.

Al rientro della pubblicità, il conduttore è tornato sull’argomento probabilmente imbarazzato per una decisione passata sopra la sua testa:

“Solo per questa puntata c’è stata questa precauzione. Poi vai a capire cosa ci sia di sensato e cosa non lo sia. Appena ci passa la fobia rimedieremo”.
  • shares
  • Mail