Superquark+, la conferenza stampa: tutte le dichiarazioni

La conferenza stampa di Superquark+.

  • 11:55

    Inizio conferenza. Marcello Foa: “Mi associo all’affetto che si percepisce nei riguardi di Piero Angela. L’anno scorso, abbiamo festeggiato il suo novantesimo compleanno. Piero Angela dimostra sempre la propria vitalità e i novantenni la dimostrano per sempre. L’obiettivo di Piero Angela è sempre stato quello di capire la scienza. A 91 anni, Piero Angela ha accettato una nuova sfida, la stessa sfida che, 38 anni fa, Piero Angela accettò con la prima edizione di Quark. Uno dei volti storici della Rai, un uomo apprezzato per la sua signorilità, è stato scelto per vincere anche questa sfida. La Rai crede in Rai Play, nella divulgazione scientifica e in Piero Angela”.

  • 12:05

    Viene trasmesso il promo di Superquark+. Elena Capparelli: “Ringrazio Piero Angela. Sono emozionata e orgogliosa. Oggi è una giornata importante per la Rai e Rai Play. Oggi si conclude l’avventura del re del varietà, Fiorello, con lo show Viva Rai Play. Oggi, passiamo ad un’altra eccellenza: oggi lanciamo questo nuovo prodotto. Sono particolarmente contenta che si passi dal varietà alla divulgazione. In questo periodo, si è parlato tanto di Rai Play e di questo nuovo posizionamento con la sua offerta originale: in un’epoca dove tutto è veloce, non si verificano le fonti, noi restituiamo semplificazione e complessità allo stesso tempo e lo faremo con 5 giovani divulgatori, il tutto basato su studi e ricerche continue. Questo è importante per il servizio pubblico ed è importante anche nei riguardi del pubblico giovane che non guarda la tv generalista. Rai Play consente di innovare con contenuti nuovi, conservando anche la memoria sul ruolo della Rai. Piero, da questo punto di vista, è il più grande innovatore. L’innovazione non dipende dall’età. Rai Play rappresenta l’innovazione che la Rai sta facendo. Ringrazio tutti i vertici, sono mesi che stiamo lavorando senza alzare la testa. L’innovazione crea difficoltà ma è l’unico modo per andare verso il futuro. Ringrazio il pubblico: i dati di oggi hanno registrato 14 milioni di utenti registrati. Questo investimento ha portato la crescita della fruizione dei video on demand del 40%. La Rai sta facendo un passo verso il futuro”.

  • 12:10

    Teresa De Santis: “Ringrazio la generosità, la forza e la voglia di Piero Angela. La “fabbrica Angela” è qualcosa di più, è un’idea, non è solo una serie di programmi. Abbiamo cercato, in quest’anno, di alzare l’asticella dov’è stato possibile. Per noi, la “fabbrica Angela” è un esempio. Abbiamo tentato di lavorare in questa maniera larga e pop anche per quanto riguarda il varietà e il sabato sera. Con questo progetto, coniughiamo insieme passato, presente e futuro. In questo caso specifico, è evidente la forza di interagire tra le due strutture, Rai 1 e Rai Play. Vi invito a seguire con attenzione quello che è stato realizzato. Vi ringrazio”.

  • 12:15

    Piero Angela: “Grazie a tutti per le parole. Grazie anche al pubblico. Abbiamo lavorato tanto con una squadra che ha creduto fin da subito in questo progetto. Nella cartella stampa, giustamente, è stata riservata tanta attenzione ai cinque giovani divulgatori. Ma non dobbiamo dimenticare anche i “vecchi” di Quark che ringrazio, Elisabetta Bernardi, Barbara Bernardini e Barbara Gallavotti”. Piero Angela presenta i cinque divulgatori: Davide Coero Borga, Giuliana Galati, Luca Perri, Edwige Pezzulli e Ruggero Rollini. Piero Angela: “L’età media è ampiamente sotto i 30… E poi ci sono anch’io!”. Applauso della sala Arazzi.

  • 12:20

    Piero Angela elenca i temi che verranno trattati: “Me li sono ricordati tutti! E’ come elencare i sette nani! Sono temi importanti: alcuni sono più scientifici, altri, invece, virano più sulla curiosità”. Piero Angela si concentra sui temi del freddo e sul tema del sonno. Piero Angela: “Ci fu un caso in cui un sonnambulo, senza accorgersene, durante la notte, svegliava la moglie e faceva…!”. Un altro tema sarà l’acqua. Piero Angela: “Esistono tecniche per ricavare l’acqua potabile dall’oceano ma sono tecniche costosissime. Le prossime guerre riguarderanno l’acqua. Di acqua dolce, ce n’è poca e noi, in Italia, ad esempio, ne sprechiamo tantissima. E poi c’è l’acqua che sale, come a Venezia. Su certi aspetti, ci occuperemo anche di attualità. Su altri aspetti, invece, faremo da enciclopedia. Da piccolo avevo un’enciclopedia e il volume che ho consumato di più e il volume dei “perché”. Il pubblico ci guarda perché le cose sono interessanti a condizione di raccontarle in modo chiaro e interessante. Questo significa stimolare la parte migliore del nostro cervello. Salire sulla collina e vedere quello che c’è dopo. Questo ha voluto dare il programma Quark nella sua continuità. Sono 50 anni che faccio divulgazione scientifica. Quando ho smesso di fare il telegiornale, invece, che dare 10 notizie in un giorno, ho voluto dare una notizia in un anno e cominciai con i documentari. Io avrei dovuto andare in pensione ben 26 anni fa! Ma cosa avrei fatto, una volta andato in pensione! Sarei andato nei giardinetti! Quando sono nato, la speranza di vita era 52 anni… Ho fregato 40 anni!”.

  • 12:25

    Piero Angela: “A me fa piacere continuare a lavorare. Vorrei fare come Molière, morire sulla scena! Mi sento giovanissimo, tra i giovani. Queste 10 puntate verranno “sparate” tutte insieme. Le puntate si possono rivedere, mettere pausa… Sul web, ognuno fa il proprio palinsesto e questo cambia molto il rapporto con il pubblico. I venti stanno spingendo favorevolmente, quindi, vi auguro buon viaggio!”.

  • 12:30

    Viene trasmessa una clip tratta dalla quinta puntata di Superquark+, dedicata alla vista e agli occhi.

  • 12:45

    Viene trasmesso un promo dedicato all’intera offerta natalizia di Rai Play. Piero Angela: “L’immagine mia è sempre quella in giacca e cravatta. Oggi indosso un golf a causa di un infortunio. Sto lentamente peggiorando!”. Elena Capparelli: “Con la partenza di Superquark, parte la nostra offerta per le strenne. Liberi Tutti, l’abbiamo lanciato pochi giorni fa. E poi ci saranno altri contenuti dedicati a bambini, adulti e famiglie. Andate su Rai Play per scoprirli. Dal 22 dicembre, ad esempio, sarà disponibile Il fiuto di Sherlock Holmes. Ringrazio il direttore di Rai Ragazzi, Luca Milano, con cui abbiamo una collaborazione alta e sinergica. Il pubblico dei bambini è un pubblico che sta molto a cuore a Rai Play e stiamo proponendo un’offerta complementare a quella dei canali Rai dedicata ai bambini”. Luca Milano: “Anche i programmi per bambini vengono visti da tutta la famiglia, a Natale. Siamo contenti, quindi, di questa iniziativa con Rai Play. Sono prodotti fatti per la visione condivisa”.

  • 12:55

    Piero Angela: “Come faccio a spiegare l’amore con la scienza? Sono abbastanza esperto! Ho scritto un libro sull’argomento. In questi casi, si parla soprattutto di serotonina, che scende quando si è innamorati, perché l’innamoramento è come un disturbo ossessivo compulsivo, e di ossitocina. Nella puntata dedicata all’amore, si parlerà di come i giovani usano il web per tutte le loro relazioni. Ai miei tempi, in Val d’Aosta, due persone, quando erano interessate l’uno all’altro, si davano gli spintoni. C’era quest’approccio un po’ primitivo! Oggi, invece, ci si scambia le foto…”.

  • 12:58

    Piero Angela: “I miei programmi sono come figli. Li amo tutti. Anche il primo libro è un po’ come il primo amore… La scienza, la curiosità e la voglia di sapere è una malattia grave, un virus che, per fortuna, ti prende per tutta la vita!”.

  • 13:00

    Fine conferenza.

Oggi, venerdì 20 dicembre 2019, a partire dalle ore 11:30, si terrà la conferenza stampa di presentazione di Superquark+, il programma di Piero Angela, nuovo prodotto originale di Rai Play.

Superquark+: il programma

A partire dal prossimo 22 dicembre, sulla piattaforma Rai Play, sarà disponibile il nuovo programma di Piero Angela intitolato Superquark+.

Il nuovo prodotto di divulgazione scientifica di Piero Angela, realizzato appositamente per la piattaforma e, stando al comunicato ufficiale, “pensato per un pubblico sempre più digitale”, si occuperà di vari temi, “dall’amore allo sport, dal sonno alla dieta, dal gioco alla vita extraterrestre” e anche altri argomenti come la memoria, la vista, l’acqua e il freddo.

Piero Angela sarà il padrone di casa che guiderà lo spettatore nel tema trattato in ogni puntata e, ad accompagnarlo in quest’avventura, ci saranno 5 giovani ricercatori-divulgatori, la principale novità di questa nuova versione di Superquark. Piero Angela introdurrà il tema e poi lancerà i vari servizi che saranno legati l’uno all’altro.

La prima edizione sarà composta da 10 puntate tematiche dalla durata di 15 minuti l’una. Le puntate saranno tutte disponibili, come già anticipato, a partire dal 22 dicembre 2019, giorno in cui Piero Angela compirà 91 anni.

Superquark+ è un programma di Piero Angela e una produzione Rai 1, realizzata in collaborazione con Rai Play.

Superquark+: conferenza stampa

TvBlog, magazine di Blogo, seguirà in tempo reale la conferenza stampa di presentazione di Superquark+, a partire dalle ore 11:30.

Durante la conferenza stampa, interverranno Marcello Foa, presidente Rai, Fabrizio Salini, amministratore delegato Rai, Teresa De Santis, direttore Rai 1, Elena Capparelli, direttore Rai Play e Piero Angela.

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Superquark

Superquark è il programma di divulgazione scientifica in onda dal 1995 in prima serata su RaiUno, con la conduzione dell'autorevole Piero Angela.

Tutto su Superquark →